Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

San Nicola La Strada - Conferenza stampa del PD, Marotta, questa è un’amministrazione di soli proclami, sinora nessun atto certo

“Sin dal suo insediamento come sindaco, Delli Paoli non ha fatto altro che apostrofarci con il titolo di “bugiardi”, come ha fatto anche nella conferenza stampa di fine anno. Noi non risponderemo al sindaco con la stessa moneta, ecco perché siamo qui oggi. Questa di oggi è per noi un’operazione di “verità”. Ha esordito con queste parole Vito Marotta, segretario cittadino del PD, aprendo la conferenza stampa convocata per ieri pomeriggio presso la sede del partito in via Bronzetti. “Oggi denunziamo pubblicamente, e di questo siamo perfettamente consapevoli, la costante incapacità di quest’amministrazione di centrodestra di approvare qualsiasi atto. Il fallimento di questa amministrazione è diventata palese nel corso della conferenza di fine anno, quando il sindaco ha fatto un attacco frontale al PD. La città è in balia di chi è capace solo di lanciare accuse gratuite. L’amministrazione comunale è ferma ai proclami. Innanzitutto devono dirci” – ha continuato Marotta – “se questo governo della città è nel segno della continuità o meno con l’amministrazione precedente. Questo non lo abbiamo ancora capito. Quando si trova in difficoltà dice che è tutta colpa del buco di bilancio che hanno trovato, poi, invece, tesse le lodi del sindaco precedente”. Alla conferenza stampa erano presenti il capogruppo Raffaele Narducci, Lucia Annunziata, Vincenzo Santamaria e Giovanni Motta. Nei loro interventi, i consiglieri del PD hanno fatto presente, ad esempio, che “…dallo scorso mese di novembre, i consiglieri di maggioranza presenti nella 3^ Commissione Cultura non si presentano regolarmente alle riunioni e per questo motivo non riusciamo ad approvare la bozza del regolamento per il funzionamento dell’AGISAC, la struttura che dovrebbe avere competenza su tutte le strutture sportive cittadine, Segno evidente” – hanno denunziato – “che ci sono lotto intestine al loro interno su chi dovrà prendere la presidenza dell’Agisac. Stiamo prendendo posizioni forti” – hanno aggiunto – “pur nell’ambito di quello che la legge ci consente come minoranza. Per quanto riguarda il liceo scientifico possiamo senza ombra di dubbio affermare che esso si trova nell’elenco delle opera pubbliche che la Provincia vorrebbe fare nel prossimo triennio ma non c’è un solo euro di finanziamento certo. Sulle strutture sportive sono state sottoscritte convenzioni per quanto riguarda le palestre, mentre per i campi di calcio comunale (di via D’Andrea e di Via Fermi) i privati vanno avanti per i fatti loro senza alcuna convenzione sottoscritta. Non sappiamo neppure quanti sono i giovani sannicolesi meno abbienti che fanno sport senza sborsare un euro, mentre sappiamo che i giovani calciatori pagano una retta mensile di ben 50 euro, ed il campo di calcio dove gioca la Vis San Nicola sono stati spesi 80.000 euro non sappiamo ancora per che cosa, mentre lo stesso campo viene fittato ad altri da chi lo sta gestendo senza convenzione. Qual è il ritorno economico per il Comune ?” – è quanto si chiedono i consiglieri che proseguendo denunziano anche che “… sul campo di via Fermi c’è una baracca che vende bibite, ma con quale atto concessorio e cosa direbbe l’ufficiale sanitario ? Siamo stati anche attaccati più volte di rallentare l’operato dei dirigenti perché ogni giorno chiediamo l’accesso agli atti, cosa prevista dalla legge e regolamenti. Mentre per noi i dirigenti rallentano l’acquisizione, per i consiglieri di maggioranza non c’è alcuna attesa, gli atti vengono subito forniti. Non vorremmo che questa amministrazione invece di fare i fatti della cittadinanza, pensasse solo ai fatti suoi. Si stanno spendendo decine e decine di migliaia di euro per cambiare la stanza del Sindaco e del Segretario comunale mentre quei soldi si potevano risparmiare. Il sindaco ha solo pagato delle cambiali elettorali con l’affidamento dell’incarico di sei a 10.000 euro all’ex assessore alle Finanze, ha assunto i due dirigenti precedenti senza fare un bando apposito, ha assunto un vigilantes per la sicurezza del comune, tanto è vero che nessun cittadino riesce ad entrare per rendere un appuntamento. Insomma, è un comune blindato. Il sindaco” – hanno proseguito gli esponenti del PD – “ha più volte affermato che sarebbero stati pubblicati i bandi per la gestione del teatro e della piscina comunale, e ciò non è ancora avvenuto. Ha anche detto che all’inizio di gennaio sarebbe partita il porta a porta su tutto il territorio cittadino e ciò non è accaduto. Il 31 dicembre ha fatto scadere il decreto per ottenere i finanziamenti per l’ex palestra di pugilato che si trova nella scuola elementare di viale Europa. Chi sono i bugiardi” – hanno concluso – “noi o loro ?”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI