Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 24 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:501 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1241 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1976 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1508 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1486 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1455 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1729 Crotone

Castel Morrone - Il territorio governato da Pietro Riello si conferma Comune virtuoso

Terzo comune in provincia di Caserta, 74esimo nell’area Sud Italia per i Comuni al di sotto dei 10mila abitanti ed 86esimo in Regione Campania, con il 60% netto di raccolta differenziata il Comune di Castel Morrone si conferma anche per l’anno 2010 un “Comune riciclone”. “Un territorio virtuoso grazie alla diligenza della popolazione morronese – questo è il commento a caldo del primo cittadino Pietro Riello il quale continuando afferma – anche per quest’anno ci confermiamo Comune virtuoso, basti solo pensare che nella speciale classifica del Sud Italia, stilata per i comuni al di sotto dei 10mila abitanti ci posizioniamo alla 74esima posizione. E questi non sono dati che desumiamo noi dalle nostre statistiche, ma è Legambiente che li certifica. Quindi – conclude il Sindaco di Castel Morrone – il percorso avviato nel precedente mandato amministrativo, con il tanto lavoro svolto dall’ex Assessore all’Ambiente Giuseppina Chirico, alla lunga sta dando i suoi buoni frutti. Basti solo pensare che si è passati dal un anonimo 6,9% del 2006 ai più edificanti 59,96% del 2009 e al 60% netti del 2010.” Quindi una vera “escalation” quella compiuta dal comune tifatino governato dalla maggioranza di Pietro Riello, amministrazione che sta investendo molto sul tema della raccolta differenziata con il sistema “del porta a porta” e che ha ulteriormente implementato questa pratica arricchendola con la raccolta domiciliare del vetro e la raccolta degli abiti usati tramite appositi cassonetti stradali, senza poi calcolare la differenziazione che avviene presso la piattaforma ecologica.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI