Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Ottobre 2019

San Nicola La Strada - Marro presenta il suo ultimo lavoro letterario “La fine dei vinti”

Gli “ALLORI”, Associazione Sportivo-Culturale, con il patrocinio morale del Comune di San Nicola La Strada, presenta presso il Salone delle conferenze “Real Convitto Borbonico” di Piazza Municipio, con inizio alle ore 18.00, l'ultimo lavoro letterario del Presidente nazionale dei Comitati delle Due Sicilie, Fiore marro, dal titolo “La fine dei Vinti. Giovanni D'Avanzo: da gendarme a brigante”. Dopo il saluto del sindaco Pasquale Delli Paoli, verrà presentata l'Associazione e sue finalità, verrà presentato il libro di Fiore Marro, a cui seguirà un intrattenimento musicale a cura del gruppo di musica popolare "I Massaria”. L’ultima fatica letteraria di Marro parte da un fatto reale e concreto, il processo alla banda dei fratelli La Gala che operò nei confini di Terra di Lavoro, per narrare la vicenda umana del brigadiere D’Avanzo il quale, da uomo di legge, sveste la divisa e si fa brigante. Il testo racconta fatti della vita quotidiana di questo antieroe sofferto e sofferente, personaggio minore del fenomeno del brigantaggio postunitario, ma non per questo meno importante, anzi. Giovanni D’Avanzo costituisce il prototipo di un certo tipo di meridionali, quelli che i “fratelli dell’alt(r)a Italia” bollarono spregiativamente come “affricani” e che invece si portavano (e si portano) dentro la Magna Grecia. Il sipario cala su Pittsburg, Pennsylvania. È il 1° luglio 1871: un avvocato probo e un poliziotto ligio al proprio dovere, Giovanni, sono qui in ossequio alla scelta imposta dal Savoia ai sudditi del Mezzogiorno: O briganti, o emigranti. Un pensiero li attraversa: “Abbiamo pagato lo scotto di essere stati giusti e fedeli alla nostra Patria”. Da qui le Due Sicilie sono immagini lontane, in dissolvenza. L’Italia crescerà col latte della rabbia e del rancore: saranno cittadini senza nessun onore.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI