Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 27 Ottobre 2021

San Nicola La Strada - Concorso Unione Europea, Un disegno spaziale per i bambini, scadenza 15 novembre

La Commissione europea ha lanciato il concorso “Un disegno spaziale”, rivolto ai bambini tra i 9 e gli 11 anni: sono quindi interessati sia gli alunni delle scuole elementari che quelli del primo anno della scuola media, a patto che non abbiamo superato l'undicesimo anno di età. I vincitori del concorso europeo, selezionati da una giuria di esperti di spazio e comunicazione scientifica, avranno la possibilità di dare il proprio nome ai satelliti del programma europeo Galileo, che ha l'obiettivo di realizzare un moderno sistema di navigazione satellitare globale. Un premio che esalterà le doti dei giovanissimi partecipanti: non è, infatti, da tutti dare il proprio nome ad un satellite. I partecipanti dovranno realizzare disegni legati ai temi dello spazio e dell'aeronautica, e per farlo potranno usare le tecniche pittoriche e i materiali che prediligono: dal dipinto al collage, dai colori a pastello all'acquarello, dai colori a olio a quelli acrilici. I lavori dovranno essere fotografati o scannerizzati e inviati al sito web del concorso www.galileocontest.eu entro il 15 novembre 2011 (é possibile inviare una sola immagine). Successivamente una giuria di esperti selezionerà le opere più interessanti e originali, indicando il nome del vincitore che parteciperà alla cerimonia ufficiale di premiazione, in programma all'inizio del 2012, e che assegnerà il nome a uno dei 27 satelliti del sistema Galileo. Della giuria italiana faranno parte Volker Liebig, direttore del Centro per l'osservazione della terra dell'Agenzia

Spaziale Europea (ESRIN) di Frascati, Federico Taddia, giornalista, conduttore radiofonico e televisivo e autore, Umberto Guidoni, astrofisico e primo astronauta europeo a visitare la Stazione Spaziale Internazionale, ed Ettore Perozzi, fisico e divulgatore scientifico. Il vincitore italiano, come quelli degli altri Paesi, riceveranno inoltre la riproduzione in miniatura del “loro” satellite.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI