Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 15 Luglio 2020

San Nicola La Strada - don Oreste elimina una barriera architettonica e i vigili pongono i sigilli. L'intervento di Caiazza

Don Oreste Farina da ieri mattina per accedere nella casa canonica è costretto ad aprire la Chiesa Madre perché l'ingresso laterale che porta alla canonica è stato posto sotto sequestro dagli Agenti della Locale Polizia Municipale. Solo grazie ad un ingresso interno alla Chiesa, il parroco può ora entrare nella canonica. L'ingresso alla canonica è preceduto da due gradini che, però impedivano l'accesso alle persone con ridotta o impedita capacità motoria, costretti, cioé, a muoversi in carrozzella se non sono accompagnati da almeno due persone in grado di alzare la carrozzella. “Proprio per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che hanno la necessità di entrare in canonica” - ha affermato Luciano CAIAZZA, funzionario dell'ANAS - “ma sono costretti a servirsi della carrozzella (mi vengono in mente quelli che devono partecipare ai corsi di catechiscmo o di preparazione al matrimonio, chi deve chiedere il rilascio di un certificato di battesimo, cresima e quant'altro), don Oreste ha inteso avvalersi della legge per l'abbattimento delle barriere architettoniche eda ha eliminato i due gradini. La legge quadro italiana che tratta il problema dell'accessibilità” - ha aggiunto Caiazza - “è la legge 13/89 che stabilisce i termini e le modalità in cui deve essere garantita l'accessibilità ai vari ambienti, con particolare attenzione ai luoghi pubblici. Il D.M. 236/89 (decreto attuativo) si addentra maggiormente nella parte tecnica ed individua tre diversi livelli di qualità dello spazio costruito. Questi tre livelli sono: Accessibilità: possibilità per persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale di raggiungere l’edificio e le sue singole unità immobiliari e ambientali, di entrarvi agevolmente e di fruire di spazi ed attrezzature in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia; Visitabilità: possibilità per persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale di accedere agli spazi di relazione e ad almeno un servizio igienico di ogni unità immobiliare. Vengono considerati spazi di relazione gli spazi di soggiorno dell’alloggio e quelli dei luoghi di lavoro, servizio ed incontro, nei quali il cittadino entra in rapporto con la funzione ivi svolta; Adattabilità: possibilità di modificare nel tempo lo spazio costruito a costi limitati, allo scopo di renderlo completamente ed agevolmente fruibile anche da parte di persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale. È incredibile” - è il “J'accuse” di Caiazza – “che siano stati apposti i sigilli per una sciocchezza simile. Gli ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilita di chiunque ed in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacita motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea, vanno eliminati e bene ha fatto don Oreste ad eliminare i due scalini. Già ora da circa due anni la mensa di don Oreste, che dava un piatto caldo a 60 extracomunitari è ancora chiusa perché nessuna istituzione è ancora intervenuta per provvedere alla sua riapertura. Ora anche l'apposizione dei sigilli per due scalini. In tutto questo sembra esserci una regia occulta contro un parroco che per molti potenti del luogo è un personaggio scomodo che ama dire le cose con il proprio nome e cognome. Tutta la città di San Nicola” - ha concluso Caiazza - “è vicina a don Oreste e non saranno i sigilli a impedire ai fedeli di praticare questo luogo du Culto”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI