Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 28 Maggio 2020

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:161 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:242 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:232 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:426 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:474 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:687 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1185 Crotone

Costagliola (Terra Nostra), prosegue, ineluttabile, il declino della sicurezza e della vivibilità a Caserta

“Continua il declino ineluttabile della sicurezza e della vivibilità nella città di Caserta”. È quanto afferma Pasquale Costagliola, Presidente nazionale dell'associazione ambientalista “Terra Nostra” che sottolinea come “....Le aree antistanti alla reggia vanvitelliana si confermano terra di nessuno, luoghi senza controllo in special modo la sera. La storica piazza Carlo III^” - ha aggiunto - “è oramai campo di risse furibonde tra stranieri, senza considerare che è luogo di bivacco per torme di ubriachi. La mattina una vera coltre di bottiglie e rifiuti copre l’erba di quelli che venivano chiamati una volta campetti. Persino qualche ubriaco rimane a dormire nell’erba fino a mattina inoltrata. Stesso discorso per piazzetta Gramsci” - sottolinea Costagliola - “eletta a zona clou della movida casertana, dove le bottiglie si accatastano a centinaia. Nessun ordine per queste piazze simbolo della cultura (sic) casertana o per meglio dire di quello che rimane ancora della cultura. Nonostante il flusso di turisti che permane, malgrado le condizioni dell’ambiente siano pessime, nessuna sicurezza o ordine per questa area sensibile che necessiterebbe di un servizio di sicurezza adeguato. Nelle stesse ore pomeridiane si alternano le presenze inquietanti di una corte dei miracoli che sopravvive illecitamente attorno alle mura borboniche. Questo” - ha concluso demoralizzato Costagliola - “è l’ennesimo richiamo per una città che sempre di più tende a rassomigliare ad una terra di nessuno con l’indifferenza cronica delle istituzioni”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI