Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Luglio 2020

Caserta - Caiazza, falso moralismo di Ferraro che si scaglia contro Iovino

In merito alle continue accuse, da parte dell’ex assessore e consigliere comunale di Caserta, Vincenzo  Ferraro, nei riguardi del dirigente del Comune, Ing. Marcello Iovino, in ambienti vicini al funzionario comunale si fa notare la serietà del perseguitato, che preferisce, correttamente, tacere, nonostante i continui attacchi personali. A tale proposito, l’esponente politico, Luciano Caiazza, già dirigente del Partito Repubblicano “condanno i falsi moralismi e la persecuzione attuata dal consigliere Ferraro nei riguardi dell’ing. Iovino, attivo dirigente comunale. Si esprime meraviglia che il dr. Iovino veniva elogiato per lo stesso comportamento nei riguardi degli assessori Ferraro, Del Gaudio e Polverino durante la giunta Falco. Allora non riceveva alcuna accusa dagli stessi” - aggiunge Caiazza - “ma solo elogi, anche perché procurava  ai tre assessori voti e consensi. Ora che Iovino avrebbe avuto lo stesso comportamento, durante la ex giunta Petteruti, gli ex assessori comunali Ferraro, Polverino e Del Gaudio lo stanno politicamente criminalizzando addirittura per il suo lavoro, svolto con la professionalità di sempre. Il già consigliere Ferraro” - ha proseguito Caiazza - “non può mortificare la dignità e la professionalità di un valente professionista come Iovino, sempre elogiato dai sindaci Falco e Petteruti e continuare a fare il falso moralista. Tutti sanno che non è imparziale nella vicenda e come si è comportato in consiglio comunale in tanti anni. Farebbe bene a chiarire il suo contemporaneo ruolo di controllore e controllato, a spesa della città” - sottolinea Caiazza - “Tra l’altro, incompatibile per legge essendo contemporaneamente consigliere comunale e dirigente superpagato e supertrattato dalla ditta che ha in appalto la Raccolta dei Rifiuti nello stesso Comune di Caserta. Bisogna anche spiegare alla cittadinanza” - ha concluso - “la cosiddetta Parentopoli, avvenuta con assunzioni clientelari presso la predetta Società, che tanto clamore hanno suscitato in città. Spesso il tacere è anche dignitoso, oltre che opportuno”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI