Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 26 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:946 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1523 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1047 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1748 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2506 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2011 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2001 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1953 Crotone

Giunta al giro di boa la mostra personale dell'artista Pasquale Scarpati

Scarpati Pasquale (secondo da dx), Dr. Thaler (dirigente amministrativo), primo a dx, consorte di Scarpati e, primo a sx, Dr. Ghatscher (direttore generale del Comprensorio Sanitario di Bressanone

 

È giunta al giro di boa la mostra personale dell'artista Pasquale Scarpati. La mostra, che ha preso il via lo scorso 1° giugno e si concluderà a fine mese, è stata organizzata presso il comprensorio sanitario di Bressanone (Bz), grazie alla fattiva collaborazione dei vertici dell'azienda sanitaria. Scarpati, nato a Caserta ma residente da circa un trentennio in Alto Adige, che considera come il suo paese adottivo, ha, per l'occasione, esposto dieci opere inedite che hanno riscosso il plauso del numeroso pubblico che ha visitato la mostra, nonché dei critici d'arte. Talento poliedrico fin da giovane, Scarpati si è avvicinato alla pittura da autodidatta, cercando sempre di conciliare questa sua passione e bravura con i suoi innumerevoli impegni sia lavorativi, che famigliari. Le sue opere raccontano il “Canto della sua Terra natia (la Campania) e di quella adottiva (il Trentino)”. Infatti, l'artista, legato da sempre alla sua terra natale, la rappresenta con il giallo, l’arancio e l’azzurro, colori vivaci che riportano alla mente l’estate ed il mare. Ma è anche molto legato al suo paese adottivo, il Trentino Alto Adige, che rappresenta con i colori tipici della zona: il marrone delle montagne, il verde dei prati, e il giallo “acido” che ricorda le foglie appassite delle strade nel periodo autunnale. In onore della terra che da trenta anni lo ospita ed orgoglioso di essere Alpino, raffigura anche la figura del militare e con essa, la devozione che ha da sempre per l’Esercito. Si può affermare che la sua formazione artistica è sicuramente caratterizzata da una corrente di pensiero “positivista”, che si riflette anche nella sua pittura. che si può definire di tipo surrealista, e si avvicina molto allo stile di Magritte, ma è difficile classificarla bene con una corrente artistica, perché è una pittura nuova, ricca di sfumature, in cui al centro c’è solo l’artista e le emozioni che il pittore prova nel momento in cui dipinge il quadro. Scarpati ha preso parte a molte mostre ed a concorsi di pittura. L'anno scorso, ad esempio, ottenne un grande successo alla XI^ edizione del Premio Internazionale di Poesia e Pittura “Città di San Nicola la Strada”, che, aveva come tema “Viandanti del nostro tempo”, venendo inserito nel catalogo delle opere migliori. Ma Scarpati ha fatto di più: ha fatto dono della sua opera al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che l'ha molto apprezzata.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI