Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 06 Luglio 2020

San Nicola La Strada - Comunali 2011, Motta (Fds), Campagna elettorale: diritto di critica, ma senza calunnie

“Quando qualcuno difende a spada tratta un personaggio che più di tutti ha contribuito a dequalificare una città come San Nicola la Strada, relegandola a quartiere dormitorio di Caserta e Napoli, e accusa di demagogia un giovane come Rosario Pasquariello che vuole fare della politica sana e rinnovatrice, allora dietro questo qualcuno vi sono solo menti subdole”. È quanto ha dichiarato Salvatore Motta, portavoce di Fds-Pdci, commentando la risposta che Raffaele della Peruta aveva rilasciato in risposta ad una dichiarazione di Rosario Pasquariello che aveva accusato Pasquale Delli Paoli di voler guidare il comune come si dirige una azienda. “I servizi offerti dal governo cittadino ancora in carica” - ha aggiunto Motta - “questi sono stati rivolti solo ed esclusivamente ad un’elite. La maggioranza dei cittadini, invece, si è dovuta sobbarcare il peso e gli oneri (altissimi a livello economico) della cattiva gestione dei rifiuti portata avanti dalla creatura fallimentare di Pascariello, denominata Unione dei Comuni “Calatia”, dove, guarda caso, nel c.d.a. e con “alti benefici” c’era proprio il candidato a sindaco del centro-destra. Per non parlare dell’acqua schifosa e calcarea, miscelata con quella normalmente erogata per sopperirne la penuria estiva, comportando danni irreversibili alle rubinetterie, agli elettrodomestici e, a parere di chi scrive, anche alla salute dei cittadini. E che dire dello stato pietoso in cui si presentano alcune strade principali, quali Via S. Croce, Viale Italia, ecc. o dell’incuria delle ville comunali. Si è pensato solo ad inaugurare strutture (scolastiche, culturali, sportive), ancora non terminate e/o inagibili pur di dimostrare un’efficienza di facciata del governo uscente, e tutto alla vigilia delle elezioni. Se si vuole parlare di attaccamento alle poltrone” - ha proseguito - “il centro-destra è foriera di tanti esempi eclatanti, ma si lascia all’elettore trarre dei giudizi in merito. Le soluzioni pratiche ed il dialogo con i cittadini, invece, non possono poi essere avanzati e strumentalizzati alla vigilia di una tornata elettorale, perché ricorrente è la domanda sulla bocca di tutti sui motivi perché non sono stati intrapresi nei 10 anni del mandato Pascariello. Comunque, è bene ribadire che la casa comunale non è un’azienda, dove, come il privato, gli unici interessi sono il profitto e l’accumulo del capitale, ma è il luogo comune dove si gestisce la “res pubblica”, che in alcune occasioni anche se dovessero comportare esborsi economici esorbitanti, basti che siano poi controbilanciati da servizi di qualità. L’invito” - che Motta in conclusione rivolge a tutti i politici in campo - “è quello di smorzare i toni, senza che ciò possa impedire il legittimo diritto di critica. Si fughino le calunnie sul nascere”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI