Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 29 Novembre 2021

San Marco Evangelista - Il Pd con Zitiello che conquista la piazza con comizio, ecco i motivi del tradimento subìto

Si è svolto domenica sera in Piazzetta Cantone il comizio dell’ex sindaco Gabriele Zitiello, di fronte ad una numerosa folla di cittadini. “All’assessorato all'Urbanisticanominerò un esterno, senza interessi diretti sul Puc”, è una delle promesse fatte da Gabriele Zitiello, con questo facendo intendere che proprio sulle vicende urabanistiche si è consumato il tradimento. C'era grande attesa soprattutto per l’intervento del sindaco che non ha certo deluso le aspettative di chi si aspettava di sentire i motivi reali che avevano portato alla caduta dell’Amministrazione nel novembre scorso. Il sindaco ha ricordato che gli ex amministratori che lo hanno sfiduciato “hanno firmato tutte le delibere fino all’ultima giunta, quindi ancora San Marco si aspetta di capire come è possibile condividere ogni scelta politica di un’Amministrazione e poi, sottraendosi al confronto del Consiglio comunale, salire di soppiatto da un notaio”. Zitiello si è poi a lungo soffermato sulle vicende urbanistiche, assicurando che “il nostro assessore all’Urbanistica sarà un esterno, un professione universitario, un tecnico esperto ma che, soprattutto, non abbia interessi sul territorio”, e sulle tematiche del lavoro: “Il lavoro” - ha detto – “è un diritto e non una promessa. Sento tante promesse (riferendosi evidentemente alla parte avversa) che non saranno mantenute. Io mi impegno, come stavo facendo, a creare reali occasioni di sviluppo e quindi di occupazione”. E ancora: “Il nostro programma è continuare il lavoro che stavamo facendo per una San Marco migliore, sempre dalla stessa parte, dalla parte del cittadino”. Prima del sindaco gli interventi di due candidate, Teresa Cavallo e Mariarca Perna, e del capolista Giuseppe Merenda. Il primo intervento è stato, invece, quello del parlamentare del Pd Stefano Graziano: “Con Gabriele Zitiello, che è un vero galantuomo” – ha detto l’onorevole Graziano, il cui intervento è stato condiviso da tutti i presenti, segno di quanto forte sia la candidatura di Zitiello – “San Marco stava uscendo dalla dimensione di piccola cittadina, si stava affermando con successo in tutta la provincia come Amministrazione efficiente e lungimirante. Questo processo deve poter continuare”. A tirare la volata a Zitiello anche il sindaco di Macerata Campania Luigi Munno: “Lo dico da sindaco: l’Amministrazione di Gabriele Zitiello stava finalmente cambiando in meglio il vostro paese. Dall’altra parte” – ha poi sottolineato - “non c’è un’identità politica e questo peserà quando, se mai dovessero vincere, si dovranno tutelare gli interessi del paese nelle sedi sovracomunali”. Nel pubblico anche altri esponenti provinciali del Partito Democratico: Dario Abbate, Lucia Esposito, la coordinatrice delle Donne Pd Rosida Baia, ed il segretario cittadino del Pd San Nicola Vito Marotta.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI