Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 21 Ottobre 2021

San Nicola La Strada - Comunali 2011, Landolfi (Uniti per San Nicola), il centro-sinistra rimarrà all’opposizione per altri 10 anni

Prosegue insessante la campagna elettorale da parte dei candidati dei tre schieramenti in lizza alle prossime amministrative del 15 e 16 maggio prossimo. E non mancano le polemiche, come quelle innescate dal candidato del “La Sinistra”, Rosario Pasquariello di Sel, che accusa il centrodestra di voler trattare la casa comunale come un'azienda privata. “Non è facile distinguere tra lungimiranza politica e semplice opportunismo elettorale” - ha dichiarato il consigliere comunale Luigi Landolfi del Nuovo Psi, già Presidente del Consiglio nella consiliatura 2001-2006 ed ora candidatosi nuovamente al consiglio comunale nella lista civica “UNITI PER SAN NICOLA” - “La commistione degli eredi di Gramsci e Togliatti con i discepoli di don Sturzo e De Gasperi che ha prodotto il Partito Democratico e la fusione tra il centro berlusconiano e la destra ex missina sono progetti di grande respiro, voluti per far meglio funzionare le istituzioni democratiche o sono operazioni pensate a tavolino per prevalere sull’avversario politico e perpetuare gruppi di potere?” - si chiede ironico e sferazante Landolfi rivolgendosi alla coalizione di centrosinistra che ha candidato sindaco Raffaele Narducci che, nato politicamente democristiano aveva da anni la tessera prima di AN e poi del PDL - “I risultati politici fin qui ottenuti dai due principali schieramenti non ci fanno essere ottimisti. A livello locale, il massimo dell’alta strategia politica sembra essere la scelta di un sindaco proveniente dallo schieramento opposto. Una opzione del genere produce come vantaggio immediato, se il nuovo acquisto ha una famiglia estesa,  lo spostamento  di un mucchietto di voti e come benefico collaterale, l’eliminazione di competitori interni, che, specialmente se politicamente e amministrativamente ferrati, possono offuscare qualche intoccabile leader locale. Meglio ancora” - ha aggiunto sempre ironicamente Landolfi - “se il prescelto è una figura dai contorni sfumati, che poco o niente ha espresso sia come idee che come azioni. La candidatura a sindaco di San Nicola la Strada del dott. Narducci per il centrosinistra credo proprio che sia la classica furberia politica. Un’operazione di corto respiro” - ha sottolineato - “prodotta da faide interne senza alcun supporto ideale che ha trovato facile sponda nell’ambizione personale del prescelto. A mio parere fare i furbi alla lunga non paga. Il centrosinistra rimarrà all’opposizione per altri dieci anni. “Nulla è più triste di una bassezza che non ha dato i suoi frutti”, ha concluso Luigi Landolfi citando un aforisma di Karl Kraus.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI