Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Dicembre 2021

San Nicola La Strada - Delli Paoli, l’approvazione a larga maggioranza del riequilibrio di bilancio, grande prova della maggioranza

“L’approvazione, con ampia maggioranza, 9 voti a favore, 2 astenuti, 3 contrari e 3 assenti, è una grande prova della coalizione di centrodestra che dal maggio 2011 regge le sorti della Città di San Nicola La Strada”. È quanto ha affermato, con enorme soddisfazione, il Sindaco Pasquale Delli Paoli del Pdl che in questi ultimi mesi, e più precisamente all’indomani dell’approvazione del Bilancio di Previsione 2012 avvenuto lo scorso 29 giugno, è stato sottoposto ad un fuoco di fila da parte dell’opposizione di centrosinistra ed anche da alcuni consiglieri comunali della stessa maggioranza. “Il riequilibrio” – ha aggiunto Delli Paoli – “è stato debitamente esaminato da parte degli organi preposti. Tant’è che il lasso di tempo occorso è stato ampiamente giustificato. In esso non figura nessun aumento di tasse e discrete possibilità di incrementare i servizi ai cittadini in termine di politiche sociali, scuole e sicurezza. L’operazione di ricognizione sottoposta all’analisi del Consiglio comunale” – ha proseguito il primo cittadino – “ha avuto una duplice finalità: 1°) Appurare tramite lo studio della situazione contabile, lo stato di attuazione dei programmi, come da relazione previsionale e programmatica approvata in sede di bilancio previsionale; 2°) Constatare, prendendo in considerazione ogni aspetto della gesione finanziaria, il permanare degli equilibri generali di bilancio. Nonostante dalle opposizioni si continua a parlare di aumento indiscriminato delle tasse da parte dell’amministrazione” – ha tenuto a sottolineare la fascia tricolore che ha, così, voluto tranquillizzare la cittadinanza – “voglio fare un esempio su tutti: l’IMU, ultimo arrivato come tributo, è la più bassa tra tutti i comuni della provincia e non solo: 4 per mille sulla prima casa e 7,60 per mille sulla seconda casa. Sebbene la Spending review ha tagliato ad esercizio in corso altri 500 milioni di euro ai Comuni, il nostro Ente, pur soffrendo di questi tagli” – ha aggiunto – “sta mettendo in cantiere dei progetti per stanare evasori ed elusori, non disdegnando ipotesi di “outsourcinge riversare il maggior gettito all’abbattimento delle tasse comunali. Il nostro Ente, che si sottopone all’esame del “rating”, è un comune che sa di avere le carte in regole. Un bilancio sano che consente all’Amministrazione di far fronte al proprio debito. Non mi stanco mai di ripeterlo” – ha, infine, concluso Delli Paoli – “in una situazione di forti riduzioni dei trasferimenti statali. È vero che il debito, mi riferisco al contenzioso ed alle spese legali, non è stato contratto dalla nostra amministrazione, ma in base al principio della continuità di bilancio, ognuno si deve assumere la responsabilità pregressa e deve cercare di non trasmetterla ad altri. In un momento particolarmente delicato per l’economia globale e nel mezzo di una crisi economica senza precedenti, posso affermare senza ombra di dubbio, che quest’amministrazione è molto attenta alla spesa e che con sacrificio ed oculatezza sta raggiungendo discreti traguardi”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI