Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:400 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1174 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1910 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1444 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1420 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1390 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1663 Crotone

Casagiove - Lutto nella politica casagiovese, è morto il fratello di Enrico Vozza del PD

Grave lutto nel Partito Democratico di Casagiove. Lunedì scorso, 24 settembre, dopo una lunga malattia, combattuta a viso aperto, è deceduto Pasquale Vozza, fratello del vice comandante della locale Polizia Municipale, Tenente Enrico Vozza, esponente del Partito Democratico. Il tenente Enrico Vozza, nominato vicecomandante della Polizia Municipale di Casagiove a giugno del 2010 dall’allora Sindaco della città, dr. Vincenzo Melone, è anche componente del Consiglio Direttivo del CRAL, Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori, del Comune di Casagiove. Il Coordinamento cittadino del PD, retto da Carlo Comes, ha affisso per la Città di Casagiove manifesti per ricordare la figura di Pasquale Vozza e per porgere il cordoglio dei democratici casagiovesi. “Noi tutti, Democratiche e Democratici della Città” – è scritto nel manifesto funebre – “esprimiamo all’amico Enrico Vozza il profondo e sentito cordoglio per la scomparsa del fratello Pasquale. Cordoglio che estendiamo alla sig.ra Vanda, alle figliole Stefania e Lucia, ai genitori ed al fratello Pietro. Abbiamo seguito con angoscia e trepidazione” – hanno scritto – “la lotta impari condotta contro il male devastante che ha sconfitto la vitalità e la forza di un uomo la cui onestà e dignitosa esistenza è stata tutta dedicata alla famiglia, ai genitori, ai suoi cari, al lavoro, agli amici, amati tutti con naturale semplicità. Confidiamo e, chi tra noi ha fede, prega, perché il dolore, nascosto nel cuore, possa essere lenito, perché sia reso visibile un raggio di luce a chi, oggi, non riesce a vedere vie d’uscita alla sofferenza, perché, acquisiti gelosamente i valori umani ereditati, si possa essere partecipi della rinascita della speranza”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI