Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 22 Aprile 2021

Casagiove - Comes (PD): il sindaco firma per Polverino, smaccata adesione alla politica del centrodestra

I Democratici Casagiovesi hanno appreso dalla stampa della firma apposta, dal Sindaco di Casagiove, in calce alla lettera di sostegno a un Consigliere Regionale del PdL che aspira a divenire assessore regionale. “Il pubblico e smaccato sostegno ad un candidato Assessore Regionale del PdL” – ha affermato Carlo Comes, segretario cittadino del PD – “è non solo un atto d’appartenenza ad un partito ma, anche, la totale, acritica adesione alla sua politica. Il Sindaco di Casagiove” – ha aggiunto – “non convinto, forse, dell’efficacia dell’elencazione delle benemerenze a carico del candidato assessore, indicate nella lettera, lo definisce, con roboante definizione d’aria fritta, anche “autentico casertano”, ma con pudore s’astiene, e ciò è in sintonia con la sua proverbiale moderazione, dal rivendicarlo: “santo subito”. Non bastasse, in una dichiarazione virgolettata, pubblicata anch’essa dai giornali” – ha proseguito l’esponente democratico – “si legge: “Pur non essendo iscritto al PdL, ritengo che l’on. Polverino possa adeguatamente rappresentare la nostra amata e tanto martoriata Terra di Lavoro in seno all’esecutivo Caldoro” e, ormai presa velocità, non si ferma e dichiara ancora: “… della mia adesione…ho messo a conoscenza in tempo utile, tutti i componenti della maggioranza consiliare.”…che sono stati evidentemente consenzienti. Tale iniziativa, di nessuna utilità per la città” – tiene a sottolineare Comes – “funzionale alla lotta per il potere all’interno del partito berlusconiano, mortifica la coerenza, esalta il trasformismo e lascia impronunciati i termini che rendono, questi sì, “martoriata” la nostra terra. Termini che evocano i drammi della camorra, del disastro ambientale, dell’aumento vertiginoso dei tumori, delle crescenti povertà, della corruzione, della disoccupazione giovanile e femminile, della precarietà, della perdita di futuro. I Democratici Casagiovesi” – ha concluso – “assolutamente distinti e distanti da tale concezione della politica, prendono atto delle limpide dichiarazioni del primo cittadino, che spazzano le nebbie dell’equivoco elevato a sistema, e rivelano, finalmente ai Casagiovesi, che la città è diretta da un Sindaco organico al PdL, benché non iscritto, e che l’intera maggioranza consiliare ha sottoscritto la sua gregarietà a questo partito e ad un suo Consigliere Regionale. Rebus sic stantibus…..”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI