Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 09 Agosto 2020

San Marco Evangelista - La soddisfazione del sindaco Cicala per l’approvazione del bilancio di previsione

“Sono molto soddisfatto dell'esito del consiglio comunale sul bilancio di previsione 2012, vero banco di prova per la nostra maggioranza che ne esce, ritengo, enormemente rafforzata”. È quanto ha affermato il sindaco Gabriele Cicala, all’indomani dell’approvazione del documento contabile che scandirà la vita amministrativa dell’ente di via Foresta. “Abbiamo ottenuto i nostri 9 voti di maggioranza, senza titubanze e senza alcun mal di pancia” – ha sottolineato con soddisfazione il primo cittadino, che fra l’altro è anche consigliere provinciale dell’Udc – “Comprendo anche il ruolo dell'opposizione, l'ho fatta anche io per anni, ma ritengo che sul bilancio non bisogna dire inesattezze o fare demagogia, ma segnalare problemi veri, reali del paese. Ad esempio l'aumento dell'Irpef” ha aggiunto la fascia tricolore, commentando il raddoppio dell’imposta comunale Irpef dallo 0,4 allo 0,8 – “è stato determinato non dalle spese correnti del Comune, come asserisce l'opposizione, ma dai debiti accumulati con l'ambito dei servizi sociali C1. È ,infatti, da ben quattro anni che il nostro ente non ha pagato la retta dovuta che era di 7 euro per abitante” – ha così replicato alle accuse dell’opposizione che aveva denunziato come gli aumenti fossero dovuti al pagamento di consulenze e assunzioni – “e da quest'anno è di 9 euro per abitante. Mi meraviglio che il consigliere Zitiello Gabriele, che è stato Sindaco per due anni e mezzo, finga di non sapere queste cose. Sui tanto decantati lavori pubblici, l'opposizione continua a dire che sono fermi, difatti dimenticando o fingendo di dimenticare che c'è un primo enorme problema dettato dal blocco dei fondi regionali oramai da vari anni. Inoltre” – ha sottolineato – “i lavori pubblici devono procedere di pari passo con il rispetto del patto di stabilità e con l'introito degli oneri concessori, la famosa Bucalossi. Solo aumentando il gettito degli oneri concessori è possibile intraprendere nuove opere pubbliche. Preciso però che nei lavori pubblici rientra anche la manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio comunale, su cui c'è una grossa attenzione della nostra amministrazione e dell'assessorato al ramo, ed i risultati si stanno già vedendo; mi riferisco al fatto” – ha concluso il sindaco Cicala – “che nel 2012 si sono ridotte a dismisura le richieste di risarcimento per sinistri derivanti da buche e dalla caduta di pigne, voce di spesa non irrilevante per il nostro Comune”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI