Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 09 Dicembre 2019

San Nicola La Strada - D’Andrea (Sel): quando saranno fruibili la piscina, il tennis club ed il teatro dai cittadini sannicolesi?

SEL e FDS

 

Domenica mattina, presso la Rotonda di San Nicola La Strada, i partiti di Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà e Comunisti Italiani hanno manifestato e distribuito volantini alla cittadinanza, molto numerosa anche perché erano in corso le Prime Comunioni, con i quali portavano a conoscenza di tutto quello che il Governo Monti sta facendo per portare l’Italia sull’orlo di una più grave crisi rispetto all’attuale e ne chiedono, pertanto, le dimissioni. Ma anche sui numerosi problemi che affliggono la comunità sannicolese si sono soffermati i vertici dei tre partiti. “Il partito Sinistra Ecologia e Libertà” – ha affermato Antonio D’Andrea, portavoce cittadino di Sel, in un volantino – “da tempo ha denunciato l’inedia dell’amministrazione comunale nel rendere fruibile l’utilizzo degli impianti sportivi (piscina, tennis club, campi di calcio) in tempi brevi a tutti i cittadini costretti a spostarsi in altri comuni con i relativi disagi ed aggravi di spesa. Con gli impianti sportivi” – è scritto ancora nel volantino – “è stata creata una “cittadella dello sport”, di cui stiamo pagando alti interessi economici sui mutui fronteggiati per realizzarli. Per tutti gli impianti sportivi non si trova l’accordo su chi dovrà gestirli. Consigliamo” – aggiunge ironico – “di decidersi in fretta, prima che l’incuria e le erbacce facciano danni che potrebbero risultare irreparabili, minando il funzionamento degli stessi”. Nel prosieguo, Antonio D’Andrea sottolinea come in Città ci siano “…trecento famiglie che si rivolgono e ricevono dalle varie associazioni presenti sul territorio i pacchi “CARITAS”. Una situazione che è davvero inaccettabile secondo il partito di D’Andrea, il quale ritiene che “…l’Amministrazione comunale abbia il dovere morale di fare qualcosa di più concreto per tutti i cittadini per consentirgli una vita dignitosa, quindi” – conclude – “si mettano da parte i vari dissapori e si facciano funzionare questi impianti che porterebbero sicuramente vantaggi e benefici ai cittadini ed alle casse comunali e lo sblocco lavorativo per molti disoccupati”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI