Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:793 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1449 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:978 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1676 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2431 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1944 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1934 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1885 Crotone

Marcianise - Trenta poliziotti in assetto antisommossa fuori i cancelli della BLG

Ieri mattina, fuori i cancelli dell’azienda BLG, c’erano almeno una trentina di poliziotti, la cui presenza è stata giudicata inopportuna dai lavoratori. È vero che la situazione lavorativa è a rischio e che dal 1° luglio prossimo oltre sessanta famiglie si ritroveranno letteralmente in mezzo ad una strada. “Stamattina abbiamo trovato la polizia fuori la fabbrica” – ha affermato Antonio Stefanelli della RSU- BLG – “e non capiamo il perché. Per domani (oggi, per chi legge, ndr.) è stata dichiarata una giornata di sciopero affinché la nostra drammatica situazione giunga al vaglio delle istituzioni. Fra l’altro” – ha aggiunto – “notiamo un completo disinteressamento alla nostra drammatica situazione da parte dei sindacati di categoria a livello provinciale”. La situazione occupazionale in Terra di Lavoro peggio ogni giorno di più. L’emorragia di posti di lavoro che si dissolvono nell’aria, sembra non arrestarsi mai. Ora tocca ai lavoratori della BLG. “Siamo molto preoccupati per lo stato di incertezza che imperversa sui destini lavorativi dei 41 dipendenti di BLG Logistics (azienda nata nel 2005 dalla cessione di ramo di azienda della Jabil ex Siemens)”. È quanto ha affermato Pasquale Massimiliano Panico, Segretario provinciale del Prc-Fds di Caserta che fa il punto della drammatica situazione. “Il dramma occupazionale della provincia di Caserta è simile a quello del resto d’Italia. Siamo giunti al punto di non ritorno, siamo “zombi” che camminano. La mancata chiarezza sulle prospettive della BLG” – ha aggiunto Panico – “e con essa la Sogea (altri 18 dipendenti) ci lasciano indignati. La Federazione di Caserta del Prc e della Federazione della Sinistra è al fianco dei lavoratori in presidio davanti all'azienda Jabil di Marcianise. Ricordiamo che più di 60 famiglie alla data del 30 giugno 2012 resteranno senza stipendio” – è la drammatica denunzia dell’esponente di sinistra. Di fronte alla crisi che ha colpito l’azienda, e il rischio di perdita occupazionale per decine di lavoratori” – ha concluso Panico – “è necessario che la Regione, la Provincia di Caserta ed il comune di Marcianise facciano la loro parte e convochino quanto prima un tavolo di concertazione per fare chiarezza e per garantire la sopravvivenza e la continuità occupazionale dei lavoratori di BLG e Sogea”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI