Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 18 Settembre 2019

Martina Casaccio: un sogn…

Set 13, 2019 Hits:162 Crotone

Ad Hannam il progetto I l…

Set 04, 2019 Hits:374 Crotone

La Madonna di Czestokowa …

Ago 30, 2019 Hits:511 Crotone

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:685 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1547 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:1427 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:5188 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1817 Crotone

Dura presa di posizione da parte della sezione cittadina del Partito Democratico circa l’eventuale ampliamento della cava Cementir di Maddaloni, distante in linea d’aria da San Nicola solo poche centinaia di metri e le cui poveri sottili, sospinte dal vento, giungono sino alle abitazioni del Viale Carlo III. In questi giorni, da parte dell’amministrazione comunale maddalonese si assiste ad una sorte di revisionismo storico nei confronti del PD. Quest’ultimo, in special modo quello di Maddaloni, ha risposto per le rime agli attacchi del sindaco e lo stesso fa oggi il PD sannicolese che dice NO all’ampliamento. Il Cementificio Cementir, annesso all’attività di cava, nato negli anni 60 in zona lontana dai centri abitati, è stato nel tempo circondato dallo sviluppo edilizio delle città di Caserta, Maddaloni e di San Nicola. “Ad oggi” – fanno sapere i vertici del PD di Via Bronzetti – “la prosecuzione dell’attività estrattiva ed il consequenziale negativo impatto ambientale del progetto di ampliamento della cava non risulta essere compatibile con le programmate attività di riconversione dell’area interessata, già fortemente compromessa dalla nocività degli scarichi, dal degrado causato dall’attività estrattiva e dalla vicina discarica Lo Uttaro. Tale prosecuzione è inoltre assolutamente incompatibile con la realizzazione del costruendo Policlinico di Caserta” – hanno sottolineato con una nota scritta i democratici, di cui è segretario l’avvocato Vito MAROTTA –“che rappresenta invece un’opera di primaria importanza per il rilancio dell’intera conurbazione. È ora di salvaguardare il nostro territorio! La nostra Città e l’intera conurbazione hanno bisogno di bonifiche e di sviluppo. A tal fine, Lucia Esposito, capogruppo consiliare del PD, ha proposto un ordine del giorno (condiviso dalla conferenza dei capigruppo) che recependo quello del Consiglio Regionale della Campania, servirà ad esprimere contrarietà all’ipotesi di ampliamento, favorendo la delocalizzazione della Cementir e tutelando i relativi livelli occupazionali. Tale ordine del giorno” – conclude la nota – “sarà quindi discusso e votato nella prossima seduta di Consiglio Comunale già fissata per il giorno 8 febbraio, con inizio alle ore 17.30”.

Giovedì scorso, nel Consiglio dell'Ordine Provinciale dei Medici-Chirurghi ed Odontoiatri di Caserta, è stato votato il nuovo esecutivo dello stesso Ordine. Federico Iannicelli, già Vice Presidente del Consiglio Direttivo, è stato eletto nuovo Presidente dell'Ordine Provinciale dei Medici-Chirurghi ed Odontoiatri di Caserta, come da programmata alternanza a seguito delle dimissioni del dott. Antonio Manzi che ha guidato l'Ordine negli ultimi due anni. Avvicendamenti anche nelle altre cariche: il Consiglio Direttivo ha infatti eletto quale Vice-Presidente il prof. Vincenzo Cappello e la pediatra di San Nicola La Strada dott.ssa Gabriella D'AMBROSIO come Consigliere Segretario dell'Ordine. Confermato invece, nella carica di Consigliere Tesoriere, il dott. Francesco Cesaro. Gli altri Consiglieri che fanno parte del Consiglio Direttivo sono Antonio Manzi, Annamaria Corrado, Maurizio Di Stasio, Pietropaolo Ferraiuolo, Giuseppe Forte, Vincenzo Grella, Carmine Iovine, Pietro Nuzzo, Domenico Papa, Pasquale Piazza, Lupo Giacomo Pulcino, Michela Quarantiello e Pietro Paolo Scalzone. Dopo la nomina, nel ringraziare i colleghi, la dott.ssa Gabriella D'Ambrosio ha dichiarato: "La fiducia che i colleghi mi hanno voluto tributare mi lusinga e mi stimola a profondere maggiore lena per fare sì che, già nell'immediato, si possano conseguire significativi traguardi per l'intera categoria professionale. Voglio però con estremo piacere sottolineare che è la prima volta che una donna medico entra a far parte dell'Esecutivo Provinciale e questo sicuramente rappresenta un degno riconoscimento per tutte le donne medico presenti nell'Ordine Provinciale casertano. Sicuramente, in questo triennio, sono stati fatti grandi passi in avanti nel campo delle Pari Opportunità: ben tre infatti le donne presenti nel Consiglio Direttivo e due - di cui una addirittura è il Presidente - nel Collegio dei Revisori dei Conti mentre, nel contempo, sono stati intensificati i fattivi rapporti di sinergica collaborazione con la sezione provinciale dell'A.M.M.I. (l'Associazione Mogli Medici Italiani) di cui faccio parte. Sono infine convinta che, da questo momento in poi, l'Ordine Provinciale di Caserta rivestirà un ruolo da protagonista e saprà essere un valido interlocutore in tutte le tematiche che riguardano la sanità campana, con un occhio di "particolare riguardo" al costruendo Policlinico di Caserta ed al nome da attribuire alla SUN in modo da caratterizzarla sempre più come Università casertana".

Allarme randagismo a Casagiove e monta la protesta dei residenti. “Non abbiamo nulla contro i cani” - avvertono i democratici casagiovesi che interpretano i disagi dei numerosi cittadini - “che anzi ci sono più simpatici dei tanti trasformisti che abbondano in città e circolano senza guinzaglio, ma adesso è allarme. Allarme giustificato. In città si sono compattati branchi di randagi che, oltre a ringhiare a qualsiasi malcapitato capiti nel loro territorio di influenza, stracciano le buste dell’immondizia diffondendone per strada il contenuto, concentrano a tale sporcizia le loro deiezioni e creano paura. Un branco” - denuncia il coordinamento cittadino del PD - “che è stato avvistato prima nel Quartiere militare Borbonico e poi è stato segnalato imperversare in alcuni rioni della città. L’Asl” - fanno sapere in una nota - “avrebbe comunicato che non intende interessarsene per carenza dei fondi; mentre il Comune avrebbe speso alcune decine di migliaia di euro per il ricovero in canile e per le sterilizzazioni. Tutta la legislazione sulla gestione del randagismo è largamente inapplicata” - prosegue la nota del PD - “non funziona l’anagrafe canina, non c’è limite alle cattivissime ed incivili abitudini di sciagurati, che in qualunque periodo dell’anno, abbandonano per strada i loro poveri animali; non c’è l’impegno, salvo rare eccezioni, a girare con la palettina e la bustina per tenere puliti i marciapiedi, non c’è una politica, né uno straccio di iniziativa, perché i cani siano adottati. Adesso, però” - concludono e democratici casagiovesi - “bisogna assumere decisioni che riguardano la sicurezza dei cittadini e servano ad impedire incivili e barbare reazioni contro gli animali. Il PD casagiovese, perché si restituisca a tutti la necessaria sicurezza, attende una risposta”.
Nunzio De Pinto

Dallo scorso 9 gennaio, ha preso ufficialmente il via la seconda edizione del premio “Sannicolese d'Oro”, con le “nomination” che vengono fatte direttamente dai cittadini sul sito online del Corriere di San Nicola o su quello di Radio Caserta Nuova. La nomination di un sannicolese (lo sono anche quelli che sono stati residenti a san Nicola anche per un solo giorno) è il primo “step” dell'iniziativa nata da un'idea di Enzo Di Nuzzo e promosso dal settimanale "Sabato non solo sport" in collaborazione con il quotidiano on line "Corriere di San Nicola" diretto da Nicola Ciaramella. La prossima statuina sarà assegnata ad un cittadino sannicolese (è tale chi lo è stato anche se solo per un giorno nel corso della sua vita) che dal 1 gennaio al 31 dicembre 2010 abbia contribuito, attraverso la sua opera svolta in qualsiasi campo delle attività umane (lavoro, cultura, arte, spettacolo, volontariato, scienza, sport, imprenditoria, pubblica amministrazione, forze armate, religione, impegno civile, ecc.) ad arrecare onore e prestigio alla città di San Nicola la Strada facendone conoscere, oltre i propri confini territoriali, il nome, la storia, le tradizioni, il patrimonio umano e culturale. Il Premio conserva intatta la sua finalità di fondo: riconoscere il giusto omaggio ad un cittadino che, secondo il giudizio espresso dai suoi concittadini si è impegnato per affermare e valorizzare il patrimonio umano e culturale della città di San Nicola la Strada, facendo conoscere ed "esportando" questi valori in qualsiasi parte del mondo. Chiunque può proporre un candidato al "Sannicolese d'Oro" motivandone la scelta e corredandola del materiale necessario per sottoporla al vaglio delle giurie. In altre parole, chi propone un candidato dovrà documentarne il motivo per cui lo si ritiene meritevole del premio: il tutto attraverso, ad esempio, un articolo di stampa, un video, un attestato, una testimonianza o altro da cui si possa accertare come egli abbia contribuito, nell'anno 2010, alla diffusione del nome e dei valori di San Nicola la Strada oltre i confini territoriali. Alcune proposte già sono arrivate: la cantante Rossana Feola, il presidente della squadra di calcio Giovanni Desiato, il postulatore di Santa Giulia Salzano Luigi Cirillo, lo showman Fabrizio De Luca, il soprano Rosa Feola, il calciatore Gianluca Grava….ed altri ancora. La serata conclusiva avverrà nel nuovo teatro dell'Amministrazione comunale che sarà pronto in primavera, quale migliore cornice per inaugurare il teatro.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI