Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 26 Novembre 2020

Motta San Giovanni - Dimensionamento scolastico: una tempesta in un bicchier d’acqua!

La Provincia di Reggio Calabria ha recentemente presentato ai sindaci, tra cui quello di Motta San Giovanni Paolo Laganà, alle rappresentanze sindacali, ai dirigenti scolastici, assente la dirigente dell’istituto comprensivo di Motta San Giovanni, dott.ssa Caterina Autellitano, ai tanti genitori e alle rappresentanze di settore, la nuova rete di dimensionamento scolastico provinciale, messa a punto nel rispetto dei criteri fissati dal DPR 233/98.

All’interno di tale piano, nell’area ambito dello stretto, è previsto il nuovo assetto dell’istituto comprensivo Motta San Giovanni, che mantiene la piena autonomia gestionale con un numero di 616 alunni, rispetto l’iniziale dotazione di 504 studenti, raggiunto grazie all’accorpamento della scuola dell’infanzia di Bocale: così facendo il comune di Motta guarda verso la città metropolitana, in linea con il deliberato di Giunta comunale, e dopo aver preso atto dei legittimi motivi di autonomia rivendicati dal comune di Montebello Jonico.

Nella programmazione provinciale anche altre realtà scolastiche, circa 20, pur avendo un numero di alunni inferiori a 1000 unità, mantengono la piena autonomia, giuridica e gestionale, in deroga alle linee generali fissate dalla programmazione regionale: insomma Motta San Giovanni, con 616 alunni, così come Montebello Jonico con 529, Scilla con 542, Campo Calabro-San Roberto con 600 e tanti altri istituti comprensivi della Provincia con un numero di studenti inferiore a 1000, mantengono la piena autonomia e rafforzano il diritto all’istruzione, anche grazie ad una migliore gestione delle dotazioni scolastiche di cui dispongono.

Pensavamo che questo importante obiettivo, raggiunto anche grazie alla disponibilità dell’amministrazione provinciale, fosse motivo di soddisfazione per l’intera comunità scolastica mottese, dirigenza compresa, che con il nuovo ampliato assetto guarderebbe al futuro dei ragazzi con maggiore fiducia.

Un volantino anonimo, però, fatto girare nei negozi del territorio e nelle aule delle scuole di Motta e Lazzaro, con dentro un miscuglio di illazioni e false argomentazioni, immediatamente pubblicato dal Quotidiano della Calabria, con il solito rito di copia e incolla senza verificarne fondatezza e verità, mette in discussione il lavoro di mesi svolto dall’amministrazione comunale ed in primo luogo dall’assessore all’istruzione, Fortunato Pedà e innesca una polemica fuori luogo, certamente improduttiva per gli interessi della scuola, dei ragazzi e chiaramente artefatta.

Nel volantino, scritto da un generico “ comitato spontaneo ( ? ) di genitori “, si lamenta l’inerzia dei rappresentanti dell’amministrazione comunale e provinciale e i “ loro interessi politici “ che avrebbero messo a rischio l’autonomia della scuola e, soprattutto, la “ didattica “, penalizzando le scuole di Motta San Giovanni e il futuro dei ragazzi: insomma una vera tragedia alla greca!

Ovviamente i motivi della discordia sono ben altri e a cadere nella trappola dell’inganno questa volta sono stati anche tanti genitori in buona fede a cui è stato trasmesso un messaggio autenticamente falso! Si insinua, in tal modo, il venir meno dell’autonomia gestionale della scuola che, invece, rimane tale ed anzi si rafforza.

I fatti e le carte, quelle vere, sono stati illustrati in un incontro tenutosi sabato pomeriggio nel centro sociale di Lazzaro alla presenza del sindaco Paolo Laganà, del vice dr Antonino Verduci, dell’assessore alla pubblica istruzione, Fortunato Pedà, dell’assessore ai lavori pubblici, Rocco Campolo e di numerosi genitori e rappresentanze scolastiche, con in testa la presidente del consiglio d’istituto.

Sono stati richiamati i passaggi più importanti del percorso seguito con meticolosa attenzione dall’assessore Pedà e richiamata l’attenzione dei partecipanti sull’impegno profuso e i risultati fin qui raggiunti, confermando la piena e leale disponibilità del Comune, così come fatto in questi anni, a lavorare insieme con quanti hanno a cuore le sorte dei ragazzi e il futuro del territorio.

Il sindaco in particolare ha manifestato la disponibilità dell’amministrazione comunale a confrontarsi da subito e lealmente su temi della scuola e sulle strategie da portare avanti, si spera anche insieme alla dirigenza scolastica, per raggiungere migliori traguardi, guardando con rispetto anche alle legittime aspettative di chi vorrebbe gestire una scuola più grande con tutto ciò che ne consegue.

L’occasione dell’incontro è stata favorevole anche per informare i genitori degli sforzi economici messi in atto in questi anni dall’amministrazione comunale, che ha sempre garantito ambienti scolastici dignitosi, servizi mensa e trasporti efficienti, interventi manutentivi celeri e ingenti risorse di bilancio, oltre 500.000 euro, impegnati per lavori già eseguiti, appaltati o in dirittura di appalto.

Il Comune di Motta San Giovanni, infine, auspica un reciproco e pieno rispetto dei ruoli istituzionali, condizione fondamentale per raggiungere obiettivi sempre più importanti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI