Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 13 Novembre 2018

Gambarie - Un successo la IV Sagra del cinghiale

“Il segreto del successo è iniziare”: qualcuno disse proprio così, ed è esattamente nell’Ottobre del 2015 che la Consulta Giovanile Comunale di Santo Stefano in Aspromonte inizia, presentando, per la prima volta, la Sagra del Cinghiale, che oggi, quattro anni dopo, si rivela essere ancora una volta la “sagra dell’anno”.

Ieri, Sabato 20 Ottobre, la manifestazione aspromontana più attesa di sempre, giunge alla sua IV edizione, sorprendendo nuovamente la Consulta Giovanile, associazione promotrice dell’evento, registrando un boom di presenze.

In tremila a degustare le prelibate pietanze, accuratamente cucinate e servite dello staff del ristorante “Al Terrazzo” di Gambarie, ed in altrettanti, per lo più giovani, a seguire la travolgente musica di Cosimo Papandrea.

L’entusiasmo e la soddisfazione degli organizzatori oggi fanno da retroscena, un successo acclarato! Dietro la grande riuscita un meticoloso lavoro di pubblicità, perpetrato nelle settimane precedenti, prevendite, organizzazione logistica, e tutto quanto il necessario per garantire l’epilogo vittorioso della manifestazione.

Ad oggi, le parole della Presidente della Consulta Giovanile, Domenica Vitale, sono parole ricche di soddisfazione e gratitudine per il grande successo raggiunto: “L’ascesa della Consulta, e di Santo Stefano continua, grazie alla collaborazione di tutti i volontari e dell’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco, dott. Francesco Malara, che dai nostri arbori ci supporta in tutte le attività e senza il quale non saremmo arrivati a questo ennesimo traguardo”.

Valore aggiunto della IV sagra del cinghiale?

Sicuramente la cucina de “Al Terrazzo” che rispecchia le tradizioni culinarie del territorio e la musica. Il repertorio di Cosimo Papandrea, infatti, ha coinvolto l’intera piazza gremita fino a notte fonda, tra danze folk e canti popolari.

Da cornice gli stand che hanno dato la possibilità ai presenti di degustare una vasta gamma di prodotti ad hoc: dalle intramontabili caldarroste e pannocchie, ai sempre ricercati panini con la salsiccia e con una eccellente porchetta; dai rustici di ogni tipo ai salumi della Coop Diamante ed ai prelibati dolci delle premiate ditte “Labozzetta”, del  “BAR WINNER” e “LA CASA DEL CIOCCOLATO”; E poi, ancora, cannoli alla ricotta aspromontana fresca, noci, pannocchie, mele, salumi e prodotti a KM 0.

Una sagra del cinghiale, dunque, che soddisfa da ogni punto di vista e che ancora una volta, precisamente la quarta, lascia il segno, anche non solo metaforicamente , grazie all’ASD che ha organizzato un tiro con la carabina ad aria compressa .

L’entusiasmo di tutti riecheggia sino a notte fonda, fino a quando, il Sindaco, dott. Francesco Malara, annuncia: “torneremo in questa piazza il prossimo Ottobre” riscuotendo l’assenso del pubblico, e la Consulta Giovanile conferma promettendo agli ormai “seguaci” tante novità.

 

 

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI