Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 31 Ottobre 2020

Finalmente un docufilm su…

Ott 30, 2020 Hits:132 Crotone

Grande, un giovanissimo p…

Ott 30, 2020 Hits:114 Crotone

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1145 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1608 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1125 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1829 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2592 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2091 Crotone

Eroi supervisore delle elezioni in Macedonia

Si voterà in otto grandi comuni della Macedonia (FYROM), Skopje è il comune Città Capitale con 506.926 cittadini, mentre Kumanovo è la seconda città con 105.484, la terza in termini di popolazione con 95.385 abitanti è Bitola che si trova al confine greco - albanese ed è ritenuta la comunità più variegata: Macedoni 66.000 circa l'88,5% della popolazione, Rom 2.580 circa il 3,46%, Albanesi 2.360, circa il 3,17%, Turchi 1.562 abitanti, circa il 2,10%, Valacchi 997, circa l'1,34%, Serbi 500, circa lo 0,66%.

Proprio in questo comune – dichiara il Presidente del Consiglio Provinciale Antonio Eroi - ho ricevuto l’incarico di supervisore dal Presidente Juri Landemberg, collaborando con il sindaco di Xaghra (Malta) componente del Comitato delle Regioni, con l’osservatrice OSCE Maria Warsinka-Varsi (Norvegese) e con lo statunitense Karl Radher.

Percorreremo oltre 200 km al giorno – dichiara Eroi - per trasferirci da Skopje alle sezioni elettorali, visitando da nord a sud l’intera nazione, ma, come ho evidenziato nel mio intervento, la stanchezza non deve far diminuire la gioia per l’indipendenza e la democrazia acquisita da un paese che fino al 1999 era coinvolto nella sanguinosissima guerra del Kosovo che portò ad una guerra civile con la componente albanese che perdurò sino al 2001.

Con estrema soddisfazione – conclude Eroi - parteciperò alla missione con due spille appuntate sul giubbino di osservatore, quella del Consiglio d’Europa, ma soprattutto lo stemma della Provincia di Reggio Calabria, che mi onoro di rappresentare in un momento storico in cui la nostra città non brilla certo per progresso e ricchezza. Ma ricordo a me stesso che proprio nella difficoltà il nostro popolo ha sempre dimostrato di avere la forza e le risorse per reagire e diventare faro per le altre comunità.

Antonio Eroi

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI