Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 20 Novembre 2017

"Un progetto sportivo che punti a sviluppare nuovi percorsi educativi in Calabria"

Nel mese di Marzo, al via i campionati giovanili di calcio organizzati dal Csi di Reggio Calabria. Numeri alla mano, la nuova stagione ha affermato il grande entusiasmo che c’è attorno al Comitato reggino; infatti, sono ben 116 le squadre iscritte ai nove campionati proposti: in questi giorni partiranno il campionato Provinciale Esordienti calcio a 9, il Campionato Nazionale  Allievi calcio a 5 Maschile e Femminile, il Campionato Polisportivo Under 14 calcio a 5 e calcio a 11.
Le società sportive partecipanti alle attività giovanili CSI sono: Reggio 2000, Scuola Calcio Francesco Cozza, Reggina Calcio, Polisportiva Arghillà, Scuola Calcio Mirabella, Calcistica Spinella, Polisportiva Loreto, A.S. Palizzi, Golden Team, A.S.D. Condofurese, Oratorio Bova,Polisportiva Gallina,A.S. Melito Calcio, Pgs Olimpia 2000, Maestrelli, Sport Village, Polisportiva Pellarese, A.S. Saline, Hinterreggio, Pro Ludis, A.Segato, Soccer Lab, La Vallata del Gallico, A.S. Facciamo Squadra.

Per il dodicesimo anno il Memorial “Mimmo Mannino”  - Trofeo Piccoli Amici sarà il fiore all’occhiello dell’intero calendario della primavera reggina. La manifestazione, di cui il CSI di Reggio Calabria ne è promotore, rappresenta  l’appuntamento più importante e prestigioso  nel panorama calcistico giovanile Calabrese.  « Un  programma  che ci carica  di responsabilità,­- esordisce Paolo Cicciù, presidente provinciale e consigliere nazionale del Centro Sportivo Italiano - ma allo stesso tempo da forza al nostro progetto educativo – sportivo: oggi, troppo spesso, lo sport giovanile nel nostro territorio è ostaggio di logiche economiche e di opportunità che imprigionano la valenza educativa della pratica sportiva ».
Il CSI propone per i giovani atleti dei tornei di rilievo come, il Campionato Nazionale di calcio a 6  “Gazzetta Cup 2011”, in collaborazione con la Gazzetta dello Sport, che vede coinvolte 36 società sportive  nelle categorie Pulcini ed Esordienti. « L’attività continuativa e l’attenta formazione per i dirigenti sportivi,- sottolinea Cicciù - fanno del progetto  giovanile Gazzetta Cup CSI una delle più significative e complete esperienze sportive in Italia. Novità assoluta di quest’edizione 2011 sarà la presenza dell’arbitro – educatore; infatti, quasi tutte le gare delle due categorie, saranno dirette dal gruppo arbitrale CSI, che per noi è sinonimo di qualità ».
Il 21-22  Maggio ritorna l’appuntamento con la Danone Nations Cup 2011. Il torneo Internazionale di calcio a 9  più seguito al Mondo, con tre Regioni e quasi quaranta società coinvolte si svolgerà presso il centro sportivo S. Agata. « Ringrazio le tantissime società sportive – prosegue Cicciù - che ogni anno decidono di scendere in campo con noi, abbracciando il nostro progetto a 360 gradi sui ragazzi, prima che sugli atleti ».
Inoltre, il CSI, nell’ambito del progetto Nazionale “Ragazzi in Sport”, propone  il “Trofeo Polisportivo  Piccoli Angeli”, percorso ludico per bambini dai 5 ai 7 anni. L’obiettivo del progetto, coordinato dal Prof. Giuseppe D’Agostino, è quello della promozione di una attività sportiva ed educativa aperta ai valori più belli e significativi dello sport. La manifestazione polisportiva intende trasmettere ai bambini, oltre agli aspetti tecnici e motori, i valori della partecipazione, della solidarietà e della sana  competizione.   
Il Centro Sportivo Italiano, che negli ultimi anni ha incentrato tutta la sua “filosofia” ed i suoi programmi sul compito educativo, sostenendo che lo sport giovanile serve ad educare oppure perde la quasi totalità del suo significato, pur nella consapevolezza che,  la difficoltà di educare è così accresciuta dalle odierne condizioni culturali e sociali da rendere sempre più complesso e arduo per gli operatori e le strutture associative tener fede all’impegno formativo. Sarebbe molto più semplice limitarsi ad allenare i corpi dei ragazzi, come fanno in tanti, dimenticando ciò che avviene nella loro anima. Lo si chiami «sport per tutti», sport sociale o sport di cittadinanza, qualcosa sta per cambiare a Reggio Calabria  per quell’attività sportiva che non mira a fabbricare tempi e misure, ma pensa primariamente ad educare i giovani, far stare bene la gente e costruire una società migliore. « Un grazie di cuore – conclude il Presidente provinciale - ai tanti volontari Csi, che sono l’anima del Comitato. In particolare alla responsabile della segreteria del settore giovanile CSI  Dott.ssa Nicoletta Strangio: la forza del Csi sta proprio in questo nel fare squadra, facendo forza sulle proprie idee, liberi da logiche ed interessi  economici  o politici ».

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI