Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 24 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:869 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1486 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1010 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1709 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2468 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1976 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1967 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1917 Crotone

Carmine Abate a Palazzo Campanella

Foto 2

 

“Con le sue pagine intrise di struggenti memorie e voglia di riscatto, Carmine Abate è testimone della nostra terra, esempio per voi giovani e per noi classe dirigente, di chi si è affermato altrove ma è tornato. Questa giornata - il cui ricordo porterò sempre nel cuore - è il messaggio più bello che il Consiglio regionale, la ‘casa di tutti i calabresi’, possa tributare ad Abate, in questa sua importante affermazione”.

Queste le parole del Presidente Francesco Talarico, che oggi a Palazzo Campanella, ha consegnato allo scrittore Carmine Abate, vincitore del Premio Campiello 2012, un riconoscimento a nome dell’intero Consiglio regionale della Calabria.

In un auditorium “Calipari” colorato dalla presenza di tanti studenti provenienti da tutta la regione, la Calabria ha, dunque, reso omaggio a questo suo figlio illustre che ha trionfato alla prestigiosa manifestazione letteraria veneziana.

A celebrare lo scrittore originario di Carfizzi, in provincia di Crotone, autore de la “Collina del Vento”, lo storico letterario Pasquino Crupi e lo scrittore Mimmo Gangemi, presenti anche il vicepresidente Alessandro Nicolò, il segretario-questore Francesco Sulla, i consiglieri Alfonso Dattolo e Candeloro Imbalzano.

Nel corso dell’incontro, moderato dal portavoce del presidente del Consiglio regionale Domenico Nunnari, lo scrittore ha conquistato la platea dei giovani con il racconto della sua vita, le fatiche e i sacrifici, l’amore per la propria terra d’origine e soprattutto per quella scelta - come lui stesso l’ha definita - “di vivere ‘per addizione’, trasformando da ferita in ricchezza l’esperienza dell’emigrazione e dello sradicamento”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI