Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 25 Gennaio 2021

La Camera di Commercio di Reggio Calabria è l’ente più affidabile e attivo del territorio

La Camera di Commercio di Reggio Calabria è l’istituzione pubblica privilegiata dalle aziende reggine. È quanto emerge dalla prima edizione del rapporto diPromo P.A. Formazione Pubblica Amministrazione,Imprese e Burocrazia. Come le micro e piccole imprese giudicano la Pubblica Amministrazione,focalizzato sulla Calabria e sulla provincia reggina.

I dati evidenziano infatti che la Camera ha una frequenza di contatti più alta (76,4%) rispetto al dato regionale (69%) e nazionale (54,4%) e, in una scala di valutazione 0-10, registra indici di gradimento più elevati (6,8) rispetto al resto della regione (6) e in linea con quello nazionale (7).

La preferenza data all’ente camerale si conferma anche rispetto agli altri enti pubblici, che sono meno vicini alle Pmi e con indici di gradimento più bassi (ad esempio Inps e Provincia 4,7; Asl 4,2; Regione 3,7; Comune 3,5). E pure nel sostegno alle imprese nella fase di crisi, la Camera risulta essere l’istituzione più attiva e più affidabile, registrando un punteggio più alto (3,5) rispetto alla Regione (1,9) e al Comune (1,6).

Entrando nello specifico dell’efficacia dei servizi camerali, i dati della customer satisfaction, realizzata ogni anno da Retecamere, società per i progetti integrati per lo sviluppo delle Camere di Commercio italiane, evidenziano un miglioramento generale dell’ente reggino. Efficaci sono le iniziative e i progetti per l’imprenditoria femminile (85,4% nel 2011 contro il 37,9% del 2009). Seguono il sostegno all’innovazione (79,1% nel 2011 contro il 54,4% del 2009); la promozione e valorizzazione dei prodotti tipici (84,2% nel 2011 contro il 68,1% del 2009); l’informazionee l’assistenza su finanziamenti agevolati, incentivi e contributi (70,8% nel 2011 contro il 63,5 del 2009). Molto apprezzata anche l’attività di informazione economica, componente essenziale per le politiche di sviluppo del territorio e della sua competitività. Buone anche la promozione e la consulenza sui mercati esteri.

Secondo i dati di Retecamere, i servizi amministrativi più conosciuti dalle imprese sono il “Registro delle imprese” (91,2%) e il “Diritto Annuale” (98,5%), che è anche il più utilizzato (9 imprese su 10). Alta altresì la percentuale delle aziende che si avvalgono del servizio “Informazioni generali su altre imprese” (95,3%).

Per quanto riguarda il personale, l’87% del campione apprezza la cortesia, l’81% la preparazione tecnica mentre l’80% la capacità di chiarezza e informazione. Di contro i tempi di svolgimento delle pratiche dovrebbero essere più rapidi.

Il presidente della Camera di commercio Lucio Dattola, nel commentare i dati delle indagini, ha parlato di risultati molto incoraggianti. «Non dobbiamo sederci sugli allori – ha dichiarato –. Continueremo a lavorare per migliorare l’efficienza e l’efficacia di tutti i servizi, soprattutto di quelli ancora deficitari. Dobbiamo far conoscere meglio le attività dei nostri uffici in quanto, secondo i dati di Retecamere, il 27,2% degli imprenditori intervistati ha una visione ancora burocratica e amministrativa della struttura camerale. Siamo consapevoli che dobbiamo rispondere alle esigenze degli imprenditori con efficienza e puntualità, soprattutto in questo momento di crisi in cui le aziende, nonostante i giudizi positivi nei nostri confronti, sentono tutte le istituzioni lontane».

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI