Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 07 Giugno 2020

Isola Capo Rizzuto - La r…

Giu 01, 2020 Hits:216 Crotone

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:334 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:431 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:464 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:457 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:600 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:626 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:804 Crotone

Sono state sottoscritte, questa mattina a palazzo Tommaso Campanella, le convenzioni per l'alternanza scuola – lavoro tra il Consiglio regionale della Calabria e tre istituzioni scolastiche reggine: l'Ite “Ferraris”, il liceo delle scienze umane “Gullì” e l'Ite “Piria”. Dopo l'iscrizione dell'Assemblea legislativa calabrese nell'apposito registro nazionale, ha dunque ufficialmente preso il via il progetto pilota di formazione degli studenti, che nel futuro sarà esteso ad altre scuole.

All'incontro indetto per la firma (apposta dai tre dirigenti scolastici e dal segretario generale Maurizio Priolo) ha partecipato il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, che ha affermato: “Oggi si rinsalda il nostro rapporto con il mondo della scuola. Una relazione virtuosa, fondata sulla costante collaborazione e sulla capacità di mettere al centro dei progetti gli studenti, ovvero i cittadini e i professionisti del domani”.

Secondo Irto, “lo scopo dell’alternanza scuola-lavoro è incrementare le opportunità occupazionali e le capacità di orientamento degli studenti. Noi crediamo fortemente in questa filosofia. E al di là delle proteste del passato, sotto alcuni profili condivisibili, siamo convinti che unire il sapere al 'saper fare' sia la strada giusta. Il mercato occupazionale, infatti, è diventato complicatissimo e nel curriculum di chi cerca lavoro hanno un peso crescente le cosiddette 'soft skill'. Garantiremo ai ragazzi – ha proseguito il Presidente – il migliore percorso didattico per far capire loro come funziona questa istituzione”. Gli uffici che ospiteranno gli studenti abbracciano una larga parte delle competenze amministrative dell'ente: dal settore bibliotecario e archivistico alla comunicazione e all’informazione; dai servizi come il provveditorato e il settore tecnico, al management della Pubblica amministrazione, fino all’elemento in assoluto più specifico per un Consiglio regionale, cioè il settore legislativo.

Per il dirigente scolastico del liceo Gullì, Alessandro De Santi, “questa convenzione avvia un percorso di valenza didattica e orientativa di alto livello, nel segno di una rafforzata cooperazione istituzionale”. Il dirigente dell'Ite Piria, Ugo Neri, ha definito l'alternanza scuola – lavoro con l'amministrazione di Palazzo Campanella “foriera di ricadute positive per gli studenti, che hanno le competenze necessarie ad affrontare la sfida”. La docente referente dell'Ite Ferraris, Giuseppina Pugliatti, in rappresentanza della dirigente Rina Manganaro, ha auspicato “un incremento delle opportunità di inserimento dei ragazzi nel progetto”. Infine, spazio ai contributi dei rappresentanti della Consulta degli studenti, Paolo Morabito (Piria), Ruggero Britti e Ivan Pizzimenti (Gullì), che hanno parlato all'unisono di “una grande opportunità di crescita individuale e un'occasione per avvicinare il Palazzo ai giovani”.

 

È stato presentato lo scorso giovedì 15 marzo, nei locali della “Casa della Cultura” di Caulonia, il progetto “Moneta Complementare Talento”. L’evento, tra gli altri, è stato presenziato da Terenzio Ferrante, direttore commerciale del progetto stesso per l’Italia e per l’Europa.

Obiettivo dell’iniziativa è promuovere l’immissione, nel mercato, di una moneta complementare, capace di favorire la collaborazione tra aziende, consumatori, liberi professionisti, ecc. così da tessere una rete commerciale in grado di donare nuova linfa all’economia locale.

“Il Progetto – ha spiegato l’imprenditore Antonio Coniglio, tra i promotori dell’evento – ha preso spunto dal Wir, un sistema economico nato in Svizzera nel 1934 ed avente l’intento di contrastare gli effetti della crisi del 1929. All’epoca, 16 imprenditori zurighesi iniziarono a collaborare scambiando tra di loro beni, prodotti e servizi. Ad oggi, le aziende che usufruiscono del sistema Wir sono ben 60mila e, da 10 anni, è stata creata anche un’apposita banca”.

Alla versione nostrana del progetto, tuttavia, sono state apportate alcune modifiche, grazie alle quali anche i consumatori potranno entrare a far parte del sistema. “La moneta complementare – ha chiarito Ferrante – non andrà, ovviamente, a sostituire quella ufficiale, ma costituisce unicamente la base di questo progetto socio-economico, che ha come finalità il miglioramento dello status delle famiglie e delle aziende italiane”.

In sostanza, a coloro che entreranno a far parte del circuito, saranno garantiti diversi benefici.

I consumatori che apriranno un conto sull’apposita piattaforma, ad esempio, vedranno aumentare il proprio potere d’acquisto dal 10% al 50%. L’apertura del conto sarà gratuita. Dopodiché si potrà decidere se e quanto depositare sul conto stesso. Nel caso in cui il consumatore dovesse versare anche solo la cifra minima di 50euro, vedrebbe aumentare il valore del suo denaro e quindi il suo potere d’acquisto, a patto che, anche solo una parte di quanto depositato, venga spesa presso attività commerciali, liberi professionisti o enti facenti parte del circuito.

In questo modo, le partite iva (siano essi commercianti, professionisti, enti sportivi, ecc.) guadagneranno nuovi clienti e vedranno aumentare il proprio volume di affari.

“La presentazione del progetto – ha proseguito Coniglio – è avvenuta per la prima volta a Catania, lo scorso 4 novembre. Da allora, l’interesse mostrato dai cittadini è continuato ad aumentare. Pertanto, siamo certi che l’idea di questa nuova moneta complementare risalirà l’intera penisola, riscuotendo ulteriori consensi. La speranza – ha concluso – è che si possa finalmente fare rete e collaborare al fine di creare un’economia più equa e sostenibile. Tutti coloro che volessero ricevere ulteriori informazioni, potranno consultare il sito web talentodigitaleconomy.it”.

 

Dopo aver ospitato nell’ultimo anno artisti del calibro di Alejandro Escovedo, Corey Harris e Lachy Doley, definito da Glenn Hughes “il più grande tastierista vivente”, e aver esplorato il circuito dark wave italiano con Ash Code e Instant Lake, il Frantoio delle Idee di Cinquefrondi si conferma polo culturale inesauribile con “Spring Sound”, nuova rassegna primaverile che dal 10 marzo al 31 maggio attraverserà trasversalmente musica e arte con un calendario fittissimo di eventi di assoluto rilievo.
Si va dal blues dei Delta Moon all’incontro con Cristano Godano, leader dei Marlene Kuntz, passando per il  maestro italiano del fingerpricking Peppino D’Agostino, il connubio tra musica e teatro di Gianluca Lalli e Cinzia Costa, l’americana innervata di pop di Don DiLego e la serata Dark Age con Ira-K Organisation, Other Voices e Kim Ree Heena.
Ma sono soltanto alcuni dei grandi nomi di un cartellone incredibilmente ricco e variegato, presentato martedì nel corso di una conferenza stampa in cui il direttore artistico Alberto Conia e il promoter della Cheap Thrills Booking Agency Vincenzo Tropepe, coordinati da Francesco Sacco, hanno illustrato nei dettagli l’intero programma con i preziosi contributi degli stessi Delta Moon e di Domenico Grio, che si è soffermato in particolar modo sulla figura di Don DiLego, country singer dalla smaccata sensibilità pop con una particolare passione per echi sixties e jingle jangle à la Byrds.
“Spring Sound” aprirà i battenti il 10 marzo proprio con la swamp blues band di Atlanta e andrà avanti - tra live, dibattiti, reading e performance tetrali/musicali - fino al 31 maggio.



Questo il programma:

- 10 marzo: Delta Moon (Southern Rock/Swamp Blues from Atlanta – USA)
- 11 marzo: Gianluca Lalli con Cinzia Costa in “Metropolis & Listrata” (Teatro-Musica from Italy)
- 17 marzo: Magasin du Cafe (Swing/Manouche/Folk/Tango/Rock from Italy
- 24 marzo: Dr.Feelgood and The Black Billies (Bluegrass/Rockabilly/Honky Tonk/Hillbilly from Italy)
- 30 marzo: 4 Years Old Frantoio: Let’s Go - Assalti Frontali + Inoki Ness (Rap/Hip Hop from Italy)
- 31 marzo: Nightmare Before Easter (Post-Punk/Dark Wave Festival with Ira-K Organisation, Other Voices and Kim Ree Heena)
- 4 aprile: Lorenzo Kruger e le canzoni dei Nobraino (Cantautorale from Italy)
- 7 aprile: Don DiLego (Alternative Country/Folk/Rock’n’roll from Massachussets – USA)
- 21 aprile: Yo Sonu (One man orchestra/Alternative/Indie from Italy)
- 24 aprile: Cristiano Godano “Parole e Musica” Live (Autore e voce Marlene Kuntz/Cantautorale/Rock from Italy)
- 20 maggio: New Wave Duo feat.Simona Calipari Duo (World Musica/Musica Popolare/Jazz from Italy)
- 26 maggio: Peppino D’Agostino (One of the best fingerprickin/Rock from USA)
- 31 maggio: Joseph Martone and the Travelling Souls (Soul/Rock Indie/Pop Folk from Italy/Usa/UK)

Quindici anni. I ragazzi del liceo scientifico C. D’Ascanio di Montesilvano, in provincia di Pescara, li hanno adesso. Abdullai, mediatore linguistico, li ha compiuti qualche tempo fa, ma li ricorda benissimo: a quell’età ha deciso di lasciare l’Africa per tentare fortuna in Europa. Gli studenti hanno ascoltato la sua storia a Locri, in uno degli incontri significativi organizzati da I Viaggi del GOEL per il viaggio d’istruzione, alla scoperta della Calabria che accoglie e non si arrende.                                              

Quattro giorni, tre notti, più di millequattrocento chilometri tra andata e ritorno per concludere il progetto “Legalità” con un itinerario che ne mostrasse esempi concreti ed efficaci: una proposta per condividere storie concrete di riscatto, di persone e territori de I Viaggi del GOEL, tour operator di turismo responsabile di GOEL – Gruppo Cooperativo.

Gli studenti, accompagnati da cinque docenti, si sono immersi nel mondo di GOEL. Hanno dialogato con Abdullai di integrazione all’interno dell’Ostello Locride, eco-residenza realizzata in un bene confiscato; si sono immersi nella Magna Grecia del parco archeologico di Locri; hanno visitato il borgo di Gerace, le cooperative dove rivive l’antica tradizione del telaio a mano; hanno conversato, a Polistena, con la comunità “don Luigi Monti” che si occupa di accoglienza a minori in difficoltà e che ospita la cooperativa IDEA, nata per dare speranza ai ragazzi che provengono da questi percorsi e dove GOEL ha aperto un moderno laboratorio di produzione di cosmetici biologici derivanti dalla raccolta delle proprie cooperative agricole che si oppongono alla 'ndrangheta.
Ma non solo, hanno passeggiato sul lungomare reggino ed ammirato i Bronzi di Riace; hanno assaggiato le pietanze della tradizione gastronomica calabrese; hanno osservato da vicino il genio di Nik Spatari conservato al Museo Santa Barbara di Mammola; hanno incontrato suor Carolina Iavazzo, collaboratrice di don Pino Puglisi, il parroco del quartiere palermitano di Brancaccio assassinato dalla mafia nel 1993, e visitato il centro di educazione alla legalità che prosegue la sua opera a Bosco S.Ippolito di Bovalino.
Segni concreti di una Calabria presente, che i ragazzi di Montesilvano possono testimoniare. In attesa delle altre scolaresche che hanno accettato la sfida della proposta di turismo responsabile.

La Forza delle Donne il documentario di Laura Aprati e Marco Bova continua il suo tour passando per la Calabria. Appuntamento a Gioia Tauro (RC) il 28 febbraio alle ore 15,30 presso la Sala Nino GulloCGIL. L’incontro, che vuole ricordare la tragedia di Becky Moses, che perse la vita in un incendio nella vecchia tendopoli di San Ferdinando, sarà coordinato da Celeste LogiaccoSegretario generale CGIL Piana di Gioia. Interverranno insieme agli autori, la giornalista e autrice tv Laura Aprati e il giornalista e regista Marco BovaDon Pino de Masi rappresentante di Libera Alessia Mancuso,Responsabile Emergency Polistena. Preziosa la testimonianza di Ester Idahosa, richiedente asilo, e di Emanuela Vaperaria, assistente sociale Cas di Drosi “Progetto Missione Accoglienza”. Inoltre, saranno presenti alcune classi dell’Istituto Superiore Comprensivo “Severi Guerrisi” di Gioia Tauro.

La scelta di Gioia Tauro e di dedicare a Becky Moses l’incontro è per porre la parola “accoglienza” al centro del dibattito mettendo in luce anche le difficoltà di chi accoglie. Raccogliendo ed ascoltando tutte le voci interessate.

Il tour prosegue il 1° marzo


Il documentario è uno squarcio su una realtà, quella della guerra, che spesso ci sfugge perché in Europa da oltre 60 anni non si combatte. E che viene osservata nella sua quotidianità. Per l’analisi della quale, uno dei punti di forza è stato proprio il confronto generazionale fra i suoi due autori. Il valore di questo documentario è proprio in questo confronto profondo e disincantato: La forza delle donne racconta i problemi di conflitti e migrazioni attraverso uno sguardo tutto al femminile, attraverso la diversità di genere delle sue protagoniste.
Donne di tutti gli strati sociali, di religioni diverse, di etnie diverse accomunate dalle difficoltà quotidiane, dalla gestione delle famiglie, da responsabilità sempre più gravose. Il rapporto con i figli in una società dove l’uomo è dominante ma in tempi di guerra diventa l’anello debole.
Come si convive con la fame, la perdita di tutto ciò che si ha, con le bombe, con la necessità di lasciare la propria casa e la propria terra. Quale futuro si cerca.
Donne musulmane, yazide, cristiane, siriane rispondo a queste domande. A fare loro da cornice Rima Karaki, libanese, giornalista anche lei, cresciuta a Beirut. In Libano si sono rifugiati palestinesi, siriani e convivono più religioni. Lei va in onda senza velo ed è diventata famosa per aver tolto la linea in diretta ad uno sceicco che non rispettava la parità di genere.
 
FOCSIV è la Federazione degli organismi cristiani servizio internazionale volontariato di cui oggi fanno parte 80 ONG che operano in oltre 80 paesi del mondo compresa l'Italia. Focsiv ha supportato questo documentario all’interno delle iniziative di Humanity - Esseri umani per gli esseri umani, una campagna di 7 soci della FOCSIV insieme alla Federazione, un consorzio che supporta migliaia di persone in fuga dalla guerra siriana ed irachena in terra curda, libanese, giordana turca e siriana.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI