Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 22 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:857 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2637 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2206 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2149 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1733 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1361 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1271 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1523 Crotone

Una serata all’insegna del bel canto

Hyo_Soon_Lee_e_le_allieve_del_Conservatorio

Una serata all’insegna del bel canto, è stata quella di Domenica 13 Febbraio, organizzata presso l’Auditorium del Liceo Musicale “O.Stillo” , sempre dalla Società beethoven di Crotone.

Secondo appuntamento della Stagione Concertistica 2011 che ha visto protagoniste le più belle voci della classe di canto della Prof.ssa Hyo Soon Lee del Conservatorio “F.Torrefranca”                                di Vibo Valentia.

Arie di opera e da camera si sono alternate a qualche brano più leggero, sempre del repertorio classico.

Voci belle e ben curate, che hanno evidenziato una bella vocalità soprattutto, e una grande Scuola Vocale dalla quale non mancheranno sorprese artistiche molto interessanti.

Il tutto sorretto da un sostegno pianistico molto ben dosato che ha saputo sorreggere e dialogare con le voci in maniera molto bella e soprattutto di grande professionalità.

La giovane pianista Kim Nayoung, ha saputo sostenere e soprattutto evidenziare le caratteristiche più importanti dei giovani artisti che si sono succeduti nelle esecuzioni.

Il programma comprendeva: G.B.Bononcini: “Per la gloria d’adorarvi” ; F. Durante:  “Danza, danza faciulla gentile”  ;   G. Paisiello: “La molinara: Nel cor più non mi sento” ; G. F. Händel:  “Siroe: Ch’io mai vi possa lasciar d’amare” ;  G. Giordani:  “Caro mio ben” ; A. Scarlatti:  “Già il sole dal Gange” ;  F. P. Tosti:  “Tormento” ; J. Turina:  “Cantares” ; R. Schumann: “Der Nußbaum” ;  W. A. Mozart:   “L’impresario: Bester jüngling” -      “Fin c’han dal vino” dal  Don Giovanni -   “Batti batti  o bel Masetto”  dal Don Giovanni – “In uomini in soldati” da  Così fan tutte -  “Giunse al fin il momento” da  Le nozze di Figaro; G. Verdi: “Lo spazzacamino”

G. Donizetti:  “L’elisir d’amore: Una furtiva lagrima” ,  “O Lisbona al fin ti miro” -  “Me voglio fà’na casa” da  Don Sebastiano - Quanto è bella, quanto è cara” da L’elisir d’amore; V. Bellini:                   “Il fervido desiderio” ; G. Rossini: “L’invito” .

Una scuola vocale quella della Hyo Son Lee che si delizia ad evidenziare nell’esecuzione                     anche i piccoli particolari, suono sempre diversificato e teatrale, che regala meraviglie di gusto e malizia timbrica, prolungando nel suono e nella strepitosa reattività espressiva la pianificazione dell’opera e del suo naturale carattere.

Il gusto del tratteggiare, in maniera seducente il carattere del personaggio, pur non facendo cose memorabili, ma disegnando con una vocalità netta ed incisiva ogni piccolo aspetto.

Veramente una bella e gradevole serata in una sala gremita che ci ha riportato ai salotti nobiliari ottocenteschi, dove professionalità e buon gusto si fondevano insieme.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI