Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 20 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:725 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1438 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:963 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1666 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2419 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1931 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1921 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1874 Crotone

E’ di Crotone il precario della scuola con più anni di precariato alle spalle

E’ di Crotone il precario della scuola con più anni di precariato alle spalle, scovato dal Codacons attraverso un apposito concorso lanciato in regione.

Luigi Carbone – questo il nome del docente – nato nel 1950, ha presentato la domanda per l’inserimento in graduatoria nel 1993. Da allora ha sempre prestato servizio negli istituti scolastici in modo discontinuo, attraverso supplenze e contratti a termine. Una vita da precario che dura da ben 18 anni, condita da delusioni e fatica, e dal peregrinare da una scuola all’altra in attesa dell’immissione in ruolo. Il Sig. Carbone ha così deciso di fare causa al Ministero dell’Istruzione aderendo all’azione legale lanciata dal Codacons e, risultando in regione il docente con più anni di precariato alle spalle, ha vinto il concorso dell’associazione, e dunque la possibilità di intentare un ricorso gratuito attraverso i legali del Codacons.

L’associazione ha raccolto finora circa 2000 adesioni da parte dei precari della scuola ai ricorsi collettivi promossi dall'associazione dinanzi ai Tribunali del Lavoro, in cui si chiede al Ministero dell'Istruzione l'adozione degli atti amministrativi generali necessari ad ottenere la definitiva immissione in ruolo degli insegnanti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, e la conseguente conversione dei contratti di lavoro a tempo determinato, oltre che un risarcimento pari a 40mila euro.

Iniziativa analoga viene lanciata oggi anche in favore dei cosiddetti “presidi incaricati”, ossia insegnanti che per anni hanno svolto questa mansione senza essere mai stati assunti come presidi, con conseguente lesione della professionalità, rimasta sospesa come in un limbo.

 

Gli insegnanti precari e i presidi incaricati possono ancora aderire all'azione seguendo le indicazioni riportate sul sito www.codacons.it

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI