Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 22 Novembre 2017

Il segretario naizonale UIl Polizia a Crotone

Venerdì 14 ottobre, presso la Questura di Crotone, il Segretario Nazionale della Uil Polizia Dr. Martino Santacroce, accompagnato dal Responsabile Nazionale delle attività contrattuali Dr. Angelo D’Ascola, incontrerà i colleghi che operano nella difficile realtà Crotonese, i quali, quotidianamente, devono confrontarsi con una criminalità particolarmente pervasiva e, com’è noto, con i problemi che trovano scaturigine dalla presenza del più grande centro di accoglienza di immigrati.

Particolarmente attesa e gradita la visita del Segretario Nazionale Santacroce a Crotone, realtà nella quale ha prestato servizio, dedicandosi primariamente all’attività sindacale che gli è valsa la stima ed amicizia dei colleghi, non disgiunte dal rispetto riconosciutogli dall’Amministrazione.

Saranno, altresì, presenti i Responsabili Provinciali della struttura Crotonese, Reggio Calabria e Vibo Valenzia.

Nel corso dell’incontro, che sarà preceduto da un saluto che i Responsabili Nazionali e Provinciali rivolgeranno al Questore ed al suo Vicario, saranno affrontate, con lo spirito confederale che connota la Uil Polizia, varie problematiche inerenti i tagli che le ultime manovre finanziarie hanno interessato il Comparto Sicurezza, in particolar modo il blocco dei contratti fino alla fine del 2014, degli automatismi retributivi legati alle progressioni di carriera ed all’indennità di funzione, lo slittamento di un anno per chi raggiunge i requisiti per la pensione nonchè i forti tagli che hanno interessato il Ministero dell’Interno, tagli che, com’è noto, hanno portato gli Uffici di Polizia al collasso

Sarà, altresì, affrontato il ricorso alla Corte Europea di Strasburgo, al fine di superare la problematica legata alla previdenza complementare che, nel settore delle forze di Polizia, non è stata mai attuata nonostante, da circa 16 anni, si è passati dal sistema retributivo a quello contributivo, Riforma Dini, che ha penalizzato future pensioni degli operatori di Polizia.

 

 

Il Segreterio Provinciale Generale

Antonio Maggi

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI