Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 15 Dicembre 2019

Il PD vicino a Vallone

Sono molte le situazioni che ci fanno capire il disagio che vivono la città di Crotone e l’intero territorio provinciale in questo particolare momento di crisi: è quotidiana ormai la protesta di lavoratori in cassa integrazione che chiedono garanzie per il loro futuro, di dipendenti che dopo decenni di lavoro precario non riescono ancora ad intravedere la serenità della stabilizzazione, di famiglie che vivono gravi disagi economici e che chiedono l’assegnazione di un alloggio popolare.

A tutti, indistintamente, va la vicinanza del Partito Democratico che ben comprende le difficoltà in cui sono costrette a vivere diverse categorie di persone, che affrontano ogni giorno condizioni al limite della sopportazione nella speranza di prospettive migliori.

Senza ombra di dubbio, però, la vicinanza del Partito Democratico va anche al sindaco della città capoluogo, Peppino Vallone, letteralmente assediato da più giorni da famiglie in difficoltà che hanno occupato il Comune di Crotone con la richiesta di ottenere un alloggio popolare. Pur rendendoci conto dei problemi che assillano queste famiglie, non possiamo condividere, né tanto meno giustificare queste forme di protesta esasperate che portano prima all’occupazione abusiva di case popolari in cui i lavori non sono ancora ultimati, causando quindi disagio per la prosecuzione dei lavori, e poi all’occupazione del palazzo comunale, causando di conseguenza disagio a tutti i cittadini, oltre che ai dipendenti e agli amministratori comunali.

Non è così che si ottengono le cose. Non è con la prevaricazione che si ottiene una casa popolare, per cui ogni amministrazione comunale stila delle graduatorie per stabilire una priorità tra gli aventi diritto. Nello specifico caso non solo la graduatoria non è stata ancora definita, ma gli occupanti abusivi, pretendono un alloggio ignorando se esistono altre famiglie in condizioni peggiori delle loro. Ci sono vari modi di protestare per ottenere un diritto e noi siamo decisamente dalla parte di chi cerca di far valere le proprie ragioni con dignità e col rispetto delle regole.

Farebbero bene gli occupanti abusivi a non dimenticare che il Comune di Crotone ha investito insieme alla Regione Calabria per la realizzazione di 24 alloggi popolari e che, nonostante la consistente richiesta e la crisi che attanaglia il mondo, pur avendo il Comune di Crotone già firmato un accordo con la Regione Calabria per l’esecuzione di altri alloggi, il finanziamento regionale è venuto meno, facendo così svanire il sogno crotonese di portare a compimento quanto siglato nel suddetto accordo.

Ribadiamo come Partito Democratico, la nostra solidarietà a quanti chiedono il rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo, ma agendo secondo dignità e legalità, senza voler acquisire i propri diritti a scapito di altri. La nostra vicinanza va quindi anche al Sindaco Vallone, a cui chiediamo di agire sempre nel rispetto delle norme e secondo l’interesse collettivo, fatto oggetto oggi di duri attacchi personali e all’Istituzione che lui rappresenta, da parte di chi crede di poter ottenere battendo i pugni anche cose che non gli spettano, e di chi gli attribuisce in toto responsabilità che andrebbero invece ripartite con altre istituzioni.

 

 

 

PARTITO DEMOCRATICO Crotone

 

 

Il Coordinatore Provinciale

 

 

Nicola Belcastro

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI