Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 13 Luglio 2020

La Pallavolo Crotone vince la prima di coppa

Pallavolo Crotone – Mancuso Catanzaro set 3-0 parziali 25-15 25-20 25-13

Crotone: Capria L., Caristo F., Pesce A., cap. Pioli R., Reale S., Reale M., Sghirrapi C., Zappone R., Stasi R. libero, 1° All. Piero Asteriti, 2° Alfredo Argirò

Catanzaro: Valoroso R., Foresta M., Aloe R., Badolato I., Belcamino R. Zurlo A., Nisticò I., Leone M., Caruso R., Accorinti E., Maidano F. libero, All. Iris De Giusti

 

Pronti, partenza via, prima vittoria per il Crotone che si sbarazza del Catanzaro in un ora di gioco sfruttando il maggiore tasso tecnico e la maggiore esperienza del gruppo ormai consolidato da più anni; mister Asteriti decideva di applicare il modulo del doppio palleggiatore con Miriam Reale e Romina Pioli nelle doppie vesti di alzatore e schiacciatore, i posti 4 diventavano Silvia Reale e Arianna Pesce mentre al centro hanno ruotato in una sorta di turn over Giulia Liviera e Laura Capria con Rosita Zappone, l’ultimo ruolo quello del libero affidato a Raffaella Stasi che completava una squadra sicuramente di dai buoni propositi, dall’altra parte il Catanzaro rispondeva colpo su colpo nei primi scambi di partita, poi verso metà set l’allungo del Crotone che con Pesce di una spanna sopra le altre metteva in crisi la difesa e il muro del Catanzaro che subivano il break arrivando fino al 16-9 un divario non colmabile che il Crotone conserva fino a fine set chiuso per 25-15.

Al cambio campo mister Asteriti inserisce Zappone su Capria, lasciando intatte le rotazioni, la squadra subisce solo un calo di attenzione che permette al Catanzaro di siglare punti soprattutto in battuta dove la ricezione del Crotone perde colpi, ciò nonostante il punteggio rimane saldamente nelle mani delle pitagoriche cche con Giulia Liviera e Zappone trovano dei primi tempi che mandano in tilt il piano del Catanzaro di restare attaccato al carro fino alla fine del set, 19-15 il time out di De Giusti che prova a tenere in partita il Catanzaro, ma i 5 punti di scarto sono l’epilogo finale di una set vinto dal Crotone che mette la parola fine ad un set e virtualmente anche al match.

Con il doppio vantaggio mister Asteriti toglie dal campo Romina Pioli, lascia la regia nelle mani di Miriam Reale, la formazione non subisce modifiche sostanziale, nelle file del Catanzaro alcune titolari lasciano il posto alle riserve per cui il divario tra le due formazioni si fa abissale, sul 17-10 Federica Caristo prende il posto di Silvia Reale così come la giovanissima Accorinti (classe 98) nelle file del Catanzaro rileva Foresta, entrambe le squadre aspettano solo la fine di un match comunque utile per ritrovare il ritmo partita in vista dei prossimi turni di coppa calabria previsti per domenica 25 settembre e domenica 2 ottobre, anche se il risultato finale mette in una botte di ferro la formazione del Crotone per il passaggio del turno.

Mister Asteriti: buona la prima, ho visto cose teniche apprezzabili dal punto di vista singolo, ovviamente la condizione fisica non è ottimale, solo Arianna Pesce ha mostrato una condizione invidiabile data dal beach volley che le ha permesso di non perdere tono muscolare, ma anche le altre sono andate bene, non ci resta che continuare a lavorare in palestra per arrivare preparati al campionato.La

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI