Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 24 Ottobre 2021

Cutro - Si sospenda il ruolo Tia e si avvi il confronto politico

Non si sono fatte attendere le contraddizioni di una amministrazione comunale che ha una logica gestionale ormai logora ed impraticabile per le famiglie e per il territorio, in un momento economico di stretta finanziaria e di crisi sociale, che attanaglia famiglie e imprese, attuare vere e proprie politiche finanziarie violente ed illogiche, che hanno il sapore della repressione e del castigo economico, significa affamare famiglie e attività commerciali, con la scontata conseguenza della crescita dell’evasione.

Avere approvato nel maggio 2010 (con il contributo all’epoca dei consiglieri Colosimo, Gaetano e Della Rovere), a mezzanotte, e con una discussione di soli dieci minuti, senza avere tracciato le linee guide in sede di riunione di capigruppo e commissioni consiliari per approfondimenti e correttivi, non aver prodotto una preventiva simulazione di incidenza della tassa sui nuclei famigliari, sulle fasce deboli, sui monoreddito e sulle attività commerciali, non avere preparato gli Uffici a tale nuova regolamentazione, colpendo viceversa con aumenti indiscriminati che sono arrivati fino al 300 %, è la prova del delirio amministrativo di questa maggioranza e la necessità di voler fare più soldi possibili.

Altrettanto grave è la preoccupazione per la prossima riscossione dei canoni idrici infatti, dalla lettura del bilancio di previsione, le voci relative ai costi del servizio e la relativa entrata, aumentata da € 710.000,00 per il 2010 a € 1.400.000,00 per il 2011, fanno presumere un aumento indiscriminato ed ossessivo anche di questa prossima tassazione.

Insomma, siamo convinti, purtroppo, che le buone e false intenzioni di vicinanza al territorio ed al popolo iniziano a smascherare una amministrazione che, nella sua continuità, ha raccontato al popolo solo falsità sullo stato di salute dei conti pubblici, e, con prove alla mano, non solo non si preoccupa di attuare azione politiche di taglio e risparmio della spesa pubblica, quanto continua indisturbato a pensare come aggirare gli impedimenti fissati dalla legge, ad esempio come poter prevedere le indennità economiche per gli Ufficiali di Governo che la legge ha escluso, o affidare a colpi di ordinanze sindacali la raccolta spazzatura senza preoccuparsi di bandire il servizio, di affidare il servizio pulizia spiaggia all’esterno senza preoccuparsi di mantenerlo all’interno.

Non possiamo fare finta di nulla, di quanto la preoccupazioni, l’indignazione e la tensione degli operatori commerciali e dei cittadini stia salendo, abbiamo responsabilmente l’obbligo politico e morale di decidere e decidere il meglio per tutti, per queste ragioni il gruppo del PDL si rivolge all’Amministrazione, e soprattutto all’Assessore al ramo Rag. Salvatore Di Vuono, perché sospenda il ruolo TIA in corso di notificazione ed avvii immediatamente un tavolo tecnico di confronto per le determinazioni del caso, il momento di crisi finanziaria e sociale va affrontata con logiche diverse, con logiche che vanno verso il risanamento ed il taglio delle spese inutili, solo cosi possiamo dire di aver contribuito per il paese.

 

Il gruppo Consiliare PDL

C U T R O

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI