Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 13 Luglio 2020

Isola Capo Rizzuto - Una marcia per ricordare chi non ce l'ha fatta

BUONA 1

 

In più di 250 hanno preso parte alla marcia “…il prezzo della Libertà….”, ieri pomeriggio per le vie di Crotone, organizzata dal Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo (CARA) di S. Anna, gestito dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto, in collaborazione con la Provincia di Crotone.

 

Dopo un breve saluto del rappresentante dell’ente intermedio Stano Zurlo,  (un saluto è stato inviato anche dalla vice presidente della Regione Antonella Stasi che per motivi istituzionali non ha potuto prendere parte alla marcia) , ad accogliere gli immigrati dei Centri di accoglienza e spiegare le ragioni dell'iniziativa, alle ore 17 nella azzurra della Provincia (preziosa la collaborazione dell'interprete Paolo Minarchi) si è svolto un incontro cui hanno fra gli altri partecipato il presidente del Consiglio provinciale Benedetto Proto con l'assessore provinciale alle politiche sociali Maria Adele Bottaro, l'assessore provinciale alla cultura Giovanni Lentini con la dirigente provinciale del settore politiche sociali ed immigrazione Angela Macrì, la referente dell'ente intermedio dell'immigrazione Filomena Foresta, la direttrice del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Sant'Anna Liberata Parisi.

 

Erano presenti anche il sindaco di Cutro Salvatore Migale, il presidente della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco, il presidente della Cooperativa "Agorà" Pino De Lucia, il presidente della Cooperativa "Agape", che gestisce il centro di Carfizzi, Francesco Vizza, il responsabile regionale del Centro italiano per i rifugiati (Cir) Sergio Trolio ed il capitano di corvetta della Capitaneria di porto Roberto Larocca .

 

Prima di arrivare sul molo del porto vecchio, tutti i partecipanti con le stesse rose bianche in mano ed i palloncini, hanno partecipato al silenzioso e composto corteo, aperta dal brano "Pianto eterno" eseguito dalla banda musicale delle Misericordie di Cutro – Isola Capo Rizzuto.

 

Arrivati al Molo cittadino, dopo la benedizione delle acque da parte di don Ezio Limina, ogni partecipante alla manifestazione, insieme alla corona di fiori che due bambini (una bimba africana del Cara, che ha anche recitato una preghiera, ed un bimbo del posto, che l’ha tradotta) hanno portato, ha lanciato un fiore in mare,  mentre ognuno degli ospiti ha fatto volare un palloncino  colorato in aria con sopra scritto il paese di provenienza.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI