Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 08 Maggio 2021

Domenica 9 maggio la gara…

Mag 03, 2021 Hits:184 Crotone

Un autore a casa tua: Un…

Mag 03, 2021 Hits:180 Crotone

Crotone entra nella Rotta…

Apr 30, 2021 Hits:216 Crotone

Cavallo (Lega): "Par…

Apr 24, 2021 Hits:311 Crotone

Istituto Lucifero: Si con…

Apr 24, 2021 Hits:306 Crotone

L'Istituto Ciliberto alla…

Apr 24, 2021 Hits:294 Crotone

Prosegue "Un autore …

Apr 23, 2021 Hits:381 Crotone

Un messaggio di pace che …

Apr 06, 2021 Hits:656 Crotone

Grande, un giovanissimo pianista tra i concerti della Beethoven

Appuntamenti artistici sempre più intensi, quelli della Beethoven Acam di Crotone Sabato 24 Ottobre, nel nuovo auditorium del Liceo Musicale “O Stillo”, nel pieno rispetto delle  normative anti covid, si è esibito il giovanissimo pianista Giancarlo Grande, un giovane che avevamo avuto la possibilità di ammirarne le doti artistiche in occasione  della sua partecipazione al concorso Internazionale “V Scaramuzza” qualche anno fa. Sabato però abbiamo  avuto la possibilità di applaudirlo in una veste concertistica di tutto rispetto, sia per le doti tecniche veramente uniche, sia per la bella interpretazione malgrado la giovane età, del programma e degli autori presentati. Naturalmente la sua scelta è stata incentrata sul periodo romantico e sul virtuosismo tecnico. Il programma, infatti comprendeva: Chopin Polacca op 40 n 1- Improvviso n 3 - Studi op 25 n 1-12. Schumann due lieder- Liszt Studio trascendentale  n 9 “ La ricordanza” polacca n1 Rachmaninoff  Etudes tableaux op 39. Un programma tosto e compatto, fatto apposta  per chi ama un pianismo ricco di virtuosismi da un lato, ma intriso di grande afflato melodico dall’altro. Un pianismo quello di Giancarlo Grande  che lascia spazio ad una esecuzione  fatta di abbandoni estatici  e improvvise accezioni, che interessano l’intensità e  la forma dinamica, ma che è anche una scommessa espressiva  continua  fondata  sulla trama imprevedibile e movimentatissima  dell’agogica strumentale. Una bella e ricca  esecuzione  che, non ha mancato di estasiare  in numerosissimo pubblico presente, che ha  riservato al giovane artista, applausi calorosi e sentiti, ricambiati da numerosi bis.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI