Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Luglio 2020

Pallavolo, un Crotone coriaceo esce da quel di Gioia Tauro con una vittoria

Metro Record Gioia Tauro: Angiletta, Bellamace, Sposato, Vecchio, Matà, Benedetto, Tilotta, Arnese, Angiletta, Zumbo, Saccà, Orso Libero, All. M. Panunzio

Metal Carpenteria Crotone: Bitonti, Braichuk, Capria, Cesario, De Franco, Franco, Manzo, Muscò, Pioli, Reale, Scida, Sitra, Cosentino Libero, All. P. Asteriti

Arbitri e Segnapunti: Musarella e Romeo di RC e Carlà di Gioia T.

Gioia Tauro - Metal Carpenteria KR 2-3 Parziali 20/25 25/2125/19 20/25 14/16

Un Crotone coriaceo esce da quel di Gioia Tauro con una vittoria da 2 punti ma con una grande iniezione di morale per come è arrivata la vittoria per le certezze ritrovate e per il carattere messo in campo nei momenti difficili.

Pronti via il sestetto della Metal Carpenteria parte forte grazie alla novità del doppio libero (Cosentino e Cesario) si soffre meno in ricezione e difesa, a beneficiarne è la regia di Reale che gioca in maniera lucida e precisa, il gioco poggia sui centrali De Franco e Scida che impiegano un po’ di tempo a capire che il muro non li copre ma quando succede il Crotone fila via subito e arriva sul 15-11 primo time out di Marta Panunzio che prova a ridare equilibrio alla squadra, la reazione arriva e lo scarto diminuisce anche se il Crotone chiede time out sul 21-18 sul nascere delle buone azioni locali, tra cambi palla nelle due squadre si arriva fino al termine del set con Bitonti che chiude il set 25-21. Al cambio campo entrambe le squadre confermano i loro sestetti, l’equilibrio in campo fa divertire il pubblico caloroso e rumoroso da entrambi le parti, la coppia arbitrale tiene bene la gara in pugno dal punto di vista emotivo, si arriva sul 10-9 quando entra in black out mentale Braichuk fino a quel momento perfetta in ricezione e attacco, sul 13-10 mister Asteriti la rileva con Pioli che con l’esperienza tiene botta, il Crotone chiede il secondo time out sul 16-10 e rientra in campo decisa a rischiare il tutto per tutto, il divario diminuisce ma ogni tanto arrivano errori grossolani che riportano il Gioia Tauro a girare e passare con danni minimi nelle rotazioni difficili, 23-20 è il massimo sforzo della metal carpenteria che poi però cede il set 25-21.

Uno a uno palla al centro, il Crotone sembra ripiombare nell’ansia, le giocate non sono più fluide, i centrali non incidono più e Manzo e Pioli in 4 faticano a trovare le soluzioni giuste, Bitonti non sopporta il carica di lavoro extra e per il Gioia Tauro che fa della difesa l’arma principale diventa anche facile mettere in crisi il Crotone che chiede i due time out e fa 5 cambi senza sortire nessuno effetto, il set viene vinto dalla squadra di Panunzio che gusta tra l’entusiasmo del pubblico il sapore della vittoria.

Nel 4 parziale un crotone inedito ma che si dimostrerà efficace e molto agonista parte 10-1 grazie all’entusiasmo di Capitan Pioli che con il so carisma riporta l’attenzione in partita, Braichuk diventa un cecchino in attacco e i centrali Scida e Capria puntuali a muro, la qualità del gioco s’impenna quando i due liberi diventano insormontabili e Franco smista palloni per il bomber di turno Bitonti che impone la legge dell’attacco sulla difesa e spacca il set, il vantaggio accumulato permette al Crotone di gestire il set e farsi trovare carico nel 5 set che inizia bene con lo stesso sestetto, l’equilibrio accende gli animi il pubblico si diverte, tamburi e cori rendono l’atmosfera caldissima, 8-7 al cambio campo, Bitonti continua la sua battaglia personale, Pioli sigla un ace nel momento più caldo della partita fino al 14-11 dove Franco va a battere con 3 match balla a disposizione, la battuta finisce out, 14-12 il Crotone entra in panico, Capria lascia il campo per infortunio a Reale che gioca il punto del 14-13 e accusa un malore e viene sostituita da De Franco, Gioia Tauro pareggia 14-14 e sembra poter dare il colpo di grazie invece il match ball sulla rete viene sfruttato da DeFranco che con un tocco dolce fa scoppiare la festa nel campo del Crotone e lascia l’amarezza alla squadra locale, alla fine applausi per tutti a squadre e pubblico.

Capitan Pioli: ero sicura che avremmo giocato una partita particolare, su questo campo non è facile vincere, noi ci siamo riuscite, rimontando e giocando con una attenzione, pian piano risaliremo la classifica verso posizioni più consone alla mia squadra, dobbiamo continuare a lavorare duro in palestra e non mollare mai.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI