Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 26 Maggio 2019

Fondazione D'Ettoris: in …

Mag 23, 2019 Hits:200 Crotone

il nuovo romanzo di Mario…

Mag 23, 2019 Hits:216 Crotone

Alleanza Cattolica: …

Mag 23, 2019 Hits:197 Crotone

Le "Madonne nere…

Mag 21, 2019 Hits:272 Crotone

Il Cardinale Menichelli b…

Mag 14, 2019 Hits:560 Crotone

La Pallamano Crotone chiu…

Mag 14, 2019 Hits:560 Crotone

Cerrelli a Catanzaro con …

Mag 11, 2019 Hits:739 Crotone

I ragazzi della Frassati …

Mag 09, 2019 Hits:695 Crotone

La rivoluzione della Santelli incomincia a dare i primi frutti

Un ciclone in piena quello di Jole Santelli. Un azione politica del tutto nuova che apre le porte ai cittadini comuni, ai simpatizzanti e a tutti coloro i quali hanno voglia di darsi da fare in politica per governare il bene comune per l’interesse esclusivo dei cittadini. Ancora non tutti ne avevano consapevolezza ma sono già molti quelli che ne assaporano i frutti: in Calabria, Forza Italia ha cambiato non solo il Coordinatore Regionale, ha cambiato il modo di gestire il partito, ha cambiato le persone che gestivano il partito e una parte dei cittadini calabresi incomincia già nel breve periodo a godere di questi cambiamenti.

Da qualche mese il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha dato a Jole Santelli, già capolista della deputazione calabrese alla Camera dei Deputati, alle ultime elezioni politiche, la guida del partito in Calabria. In poche settimane, quel “vulcano in piena”, così come la definiscono gli amici a lei più vicino, ha sparigliato le carte in tavola e ha raccolto subito il messaggio che il Presidente Berlusconi aveva dato ai Coordinatori Regionali di tutta Italia: cambiare i cervelli, le gambe, i personaggi sui quali far camminare le idee della nuova Forza Italia.

Subito un nuovo modo di essere presente sulla scena politica, social network e social media sono diventati il modo principale per comunicare direttamente ai cittadini e ai mass media le informazioni del partito. Un modo come gli altri per avvicinare i giovani alla politica in modo da renderli protagonisti veri delle scelte e delle idee che si intendono mettere in campo.

Un'altra idea vincente è stata quella di far ritornare Forza Italia su Corso Mazzini a Cosenza con la sua sede regionale. Erano anni che mancava un punto di riferimento certo per tutti i simpatizzanti e per il partito stesso. Ma la vecchia concezione di sede di partito viene subito messa da parte per dare posto ad una nuova formula di partecipazione. Non più una sede dove poter incontrare i cittadini che vogliono presentare esigenze e bisogni ma una sede aperta alle idee, ai progetti, alle riunioni di tutti coloro i quali vogliono contribuire a dare alla Calabria un nuovo corso, un nuovo futuro. Adesso la sede regionale di Forza Italia è una fucina in piena regola di progettualità, dove da una riunione si passa ad un'altra per dare corpo e gambe alle idee dei singoli e alle speranze di coloro i quali intendono contribuire.

Non è stata fatta alcuna rottamazione e nessuna espulsione, come altri sono stati costretti a fare in Italia. È stato chiesto a tutti di fare, invece che il famoso “passo indietro” per dare spazio agli altri, al contrario, di fare un “passo avanti”, un passo verso i cittadini, verso tutti coloro i quali hanno voglia di contribuire per far vivere alla Calabria una nuova stagione fatta di protagonismo, fatta di idee nuove, di attivismo verso i problemi atavici che attanagliano la nostra terra, per la soluzione di quei problemi che vivono i cittadini nel loro quotidiano, per individuare quei settori sui quali puntare per dare slancio all'economia della Calabria.

Quindici giorni fa abbiamo appreso il primo risultato ottenuto da questo nuovo modo di fare politica. Montalto Uffugo sceglie al primo turno il Sindaco guidato dalla coalizione di centro destra. Oggi in Calabria si festeggia la vittoria di Marcello Manna a Sindaco di Rende. Una cittadina da sempre amministrata dal centro sinistra che ha deciso di cambiare dando al neosindaco un consenso strepitoso del 58%. Questa non è solo la vittoria di Manna o dei rendesi ma anche di tutti quei calabresi che intendono dare il loro consenso a progetti concreti e a persone credibili. Oggi a festeggiare è la Calabria perché a Rende vincono le idee e i progetti di futuro in cui loro hanno iniziato a credere prima di noi tutti. Adesso, siamo certi, che partirà per tutta la nostra splendida ed amata terra una nuova e lunga stagione di cambiamento che non darà solo ragione al nuovo modo di lavorare che ha messo in campo Jole Santelli ma che confermerà la voglia dei calabresi di voler essere protagonisti del loro futuro.

Io sono Fabio Pisciuneri e ho deciso di scegliere per il cambiamento. Come me, ogni giorno in tantissimi scelgono di mettersi in gioco direttamente per riprenderci il nostro futuro che in molti hanno cercato da anni di poter gestire senza il nostro permesso. Ho deciso di mettermi in gioco un'altra volta per contribuire a cambiare le sorti di questa Calabria. A Marcello Manna auguro di poter dimostrare che è possibile cambiare le cose dando la speranza di un futuro migliore ai suoi concittadini. Ho deciso di non nascondermi dietro gli altri semplicemente giudicandoli ma di riproporre un cammino virtuoso di opere e progettualità che possono migliorare la qualità della nostra vita e dei nostri figli. Ho deciso di accettare la chiamata di Jole Santelli per stare insieme a tutti coloro i quali sanno di poter dare un contributo serio e che intendono darlo nella giusta direzione, lavorando, come è mio costume da sempre, in un gioco di squadra a favore dei calabresi e dello sviluppo della nostra amata Calabria.
Forza Italia, Forza Calabria.

Fabio Pisciunieri

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI