Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 26 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:950 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1523 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1047 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1748 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2506 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2012 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2001 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1953 Crotone

Bel concerto di Salvatore Lavenia

Salvatore Lavenia 1

 

Un concerto all’insegna del gusto e del bello, è quello che ci ha regalato il pianista Salvatore Lavenia, Domenica 23 Marzo, presso l’Auditorium del Liceo Musicale “O.Stillo” , organizzato dalla Società Beethoven in collaborazione con il Rotary Club di Crotone.

Un concerto imperniato sulla musica classica e romantica comprendeva:

L.V.Beethoven - “Sonata op. 101 in La Maggiore”, F.Chopin - “Improvviso op 36 in fa# Maggiore” , J.Brahms - “Rapsodia op 79 n 1 in si minore” , F.Chopin - “Mazurca”Op. 6 n 2 in do# minore , Op. 7 n 1 in sib maggiore Op. 17 n 4 in la minore.

Un Beethoven asciutto, controllato e deciso quello presentato da Lavenia nella Sonata op. 101 nella quale lo sperimentalismo formale e linguistico è verità poetica non sempre si equilibrano sul piano dei valori estetici.

Una Sonata nella quale l’incipit del tema iniziale, che, a Wagner parve “un modello ideale di melodia infinita”, viene esteso in un complesso tematico unitario dal lunghissimo respiro lirico, nel quale spariscono gli elementi di un discorso sonatistico tradizionale, col rigido meccanismo di esposizione, sviluppo e ripresa.

Con Brahms e Chopin invece il giovane pianista Lavenia ha evidenziato un suono vellutato e cristallino, all’interno del quale però vibra una virilità sempre presente, spinta in certi momenti fino alla violenza.

Precisione congiunta al rubato, all’interno le successioni di ottave, combinazioni di arpeggi, si snodavano come cascate di perle sonore.

Veramente un bel concerto che il numerosissimo pubblico presente ha dimostrato di apprezzare e ricambiare con calorosi applausi.

Una serie di bis hanno concluso una bella serata.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI