Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 14 Agosto 2022

Isola Capo Rizzuto - Il Consiglio Comunale approva tutti i punti all'ordone del giorno

In una Sala Consiliare gremita di pubblico, ha sede il terzo Consiglio Comunale del 2014 per l’amministrazione comunale del sindaco Gianluca Bruno, seduta guidata dal presidente del Civico Consesso Antonio Frustaglia. Prima dell’inizio dei lavori il PD ha presentato una mozione sui dipendenti socialmente utili, letta dal consigliere Valentina Iannone, per la quale a fine mese scadrà il loro contratto, esortando un loro mantenimento. Mozione colta in maniera positiva dal Sindaco Gianluca Bruno, dichiarando che la giunta è già in movimento e questa mozione sarà portata al prossimo consiglio come punto del giorno. In seguito all’approvazione dei verbali della seduta precedente, si è passati al secondo punto di giornata, “la richiesta del titolo di Città al comune di Isola Capo Rizzuto”, sul punto si è espresso il sindaco Gianluca Bruno: “Questo è un territorio storico e turistico importante, siamo il secondo territorio per turismo in Calabria, abbiamo al nostro interno l’Area Marina Protetta, e non dimentichiamo che in passato Isola è stata sede vescovile. Soprattutto però, quello che ci spinge a chiedere questo titolo è l’importante incremento di abitanti, ad oggi circa 17 mila, con questo vogliamo dare anche un segnale di crescita del territorio”. L’opposizione con Damiano Milone si congratula per l’iniziativa: “Siamo un territorio ormai importante nella provincia, questo titolo di Città può essere un incentivo per gli abitanti a riscoprire il nostro territorio e soprattutto ad avere un senso di appartenenza che al momento non c’è come in altri luoghi. Essere città significa anche più responsabilità, ma è un passaggio che deve essere saper colto e non deve restare solo un titolo, questo sia a livello di popolazione che soprattutto a livello di amministrazione”. Dopo l’approvazione all’unanimità del punto, si passa al terzo dibattito del giorno, “Concessioni in Uso non abitativo immobile Comunale da adibire a micronido”, ad illustrare il tutto il sindaco Gianluca Bruno: “L’immobile in questione è un edificio in disuso in zona Madonna degli Angeli, si chiede al consiglio di dare gestione alla cooperativa Archè, che ha un fondo beneficiario di 230 mila euro con la quale potrà ristrutturare l’immobile. Per tanto questo resterà di nostra proprietà e verrà ristrutturato con fondi altrui, con la gestione alla cooperativa per venti anni. E’ un immobile abbandonato sulla quale sarà creato un importante progetto che creerà anche nuovi posti di lavoro”. Il segretario del PD Salvatore Friio obietta il valore economico dello stesso: “Lodiamo l’atto dell’associazione, si creeranno posti di lavoro si sistemerà l’immobile, però penso che il comune ci debba guadagnare qualcosa su questa cessione. Inoltre crediamo che vent’anni siano troppi, noi ne proponiamo dieci con proroga. Non ostacoleremo questo punto perché è importante, chiediamo solo qualche modifica economica, in modo che l’ente ne tragga guadagno”. In seguito la discussione si anima leggermente tra maggioranza e opposizione per protesta di quest’ultimi sul numero di interventi del sindaco. Lo stesso risponde poi alle dichiarazioni del segretario Friio sulla questione della cooperativa Giacobbe, spiegando l’iter burocratico della vicenda. Terzo punto che nonostante le varie diatribe è stato approvato all’unanimità. Il quarto punto di giornata, “Concessione in comodato d’uso gratuito di un immobile Comunale da adibire a struttura per rifugiati e richiedenti asilo”, riguarda lo stabile attualmente in concessione alla Prociv Arci, con richiesta di suddividere lo stesso. Punto discusso brevemente e approvato all’unanimità. In seguito il quinto e il sesto punto, entrambi riguardati debiti fuori bilancio, sono stati messi ai voti senza discussioni, con approvazione all’unanimità. Approvato all’unanimità senza discussione anche il settimo punto: “Nulla- Osta al trasferimento del diritto di superficie concesso dal Comune alla Parrocchia della Visitazione   della Beata Vergine Maria in favore della Fondazione Nostra Signora di Guadalupe”. L’ultimo punto di giornata riguarda la “Realizzazione dei Contratti locali di sicurezza – Approvazione Protocollo d’Intesa per la Costituzione del tavolo di Partenariato Provinciale e del Partenariato di Progetto”, tra cui la Ristrutturazione della villa comunale con percorso benessere annesso. L’opposizione con Damiano Milone dichiara: “Approviamo volentieri questo punto, però penso ci sia mancanza di programmazione. Non possiamo convertire la forza lavoro come ad esempio quella dell’economia legata agli immigrati, se dovesse cadere il discorso associativo noi oggi non siamo in grado di coprire quei cinquecento posti di lavoro. Il nostro comune ha dalle grandi potenzialità economiche ma ci vogliono strategie. Noi non abbiamo un disegno, perciò dovremmo avere un quadro di obiettivi e di programmazioni. Questi interventi nascono per la necessità di non perdere un finanziamento, dico solo che dobbiamo avere dei punti di riferimento e conoscere bene il territorio in cui operiamo”. In chiusura il presidente del Consiglio Antonio Frustaglia invita l’intero consiglio a partecipare venerdì mattina alla presentazione del film realizzato da CineIsola “Tutto il mondo è paese”,che si terrà alle ore 10.00 presso la stessa sala consiliare. Si conclude così dopo due ore e mezzo di discussioni e con tutti i punti approvati all’unanimità il decimo consiglio comunale dell’amministrazione Gianluca Bruno.                                        

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI