Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 27 Febbraio 2021

Concluso il meeting delle Misericordie

Convegno 218

 

Si è svolto per l’intera giornata di oggi a Capo Rizzuto, il Meeting Interregionale delle Misericordie Calabresi e della Basilicata. Un momento di incontro e formazione organizzato dalla Conferenza Regionale delle Misericordie Calabresi e della Basilicata, dal titolo “La form(a)zione del volontariato: idee e proposte per un volontario +”, un progetto finanziato dalla “Fondazione con il sud” nell’ambito della seconda annualità del bando “rete di volontariato” e coordinato dalla Confederazione delle Misericordie d’Italia. Un incontro importantissimo al quale hanno preso parte oltre al Vicepresidente delle Misericordie d’Italia Leonardo Sacco e il correttore spirituale don Edoardo Scordio, Gaspare Muraca, responsabile del servizio 118 dell’Ospedale di Crotone e Cataldo Nigro, presidente della prima consulta regionale calabrese del volontariato. “In questo momento storico – ha detto Sacco - è importante organizzarsi e formarsi e la Confederazione ha predisposto lo strumento del Consorzio Regionale e Nazionale che ha la funzionalità di raggruppare tutti i requisiti tecnici e professionali di tutte le singole Misericordie per partecipare con più efficacia ai bandi di gara sia in tema di emergenza che di soccorso e per la gestione dei Centri di Accoglienza”. Leonardo Sacco ha poi illustrato le attività della Misericordia in questa ricorrenza del 25° anno della fondazione. Tantissimi sono gli eventi in programma, tra cui l’appena inaugurato Poliambulatorio che ha donato alla popolazione di Isola un ulteriore presidio di sicurezza, ma anche la prossima inaugurazione dei Centri polisportivi “Alere Flammam” e “Cavallaccio G.B Caproni”, ai quali poi si aggiungeranno altre opere tutte realizzate per il bene e per l’amore del territorio. “Queste opere - ha detto Sacco - sono opere della Misericordia, realizzate con enormi sacrifici e senza chiedere niente a nessuno con un mutuo contratto dalla Parrocchia”. “Opere che non avrebbero visto la loro effettiva realizzazione – ha aggiunto Sacco - se non fossero state previste in un progetto molto più grande, un progetto eterno, perché tutti noi operatori e volontari, siamo strumento nelle mani del Signore”. “Siamo una forza di progresso, di cultura, di aiuto alla gente – ha detto invece Cataldo Nigro, alla sua prima uscita pubblica nelle vesti di Presidente della consulta regionale del volontariato – e per questo oltre al saper fare bisogna anche informare su quello che si fa e in questo la Misericordia di Isola è maestra in tutta Italia”. “La consulta del volontariato – ha detto ancora Nigro – si pone quindi l’obiettivo di formare e informare attuando i principi della legge regionale numero 34 del 2012 sul volontariato, che organizza le attività di volontariato”. Interessante l’intervento del dottor Muraca, il quale si è soffermato sulla necessità ci diffondere la cultura dell’emergenza e della formazione nella società civile: “E’ importantissimo sviluppare dei programmi di soccorso – ha detto Muraca – che diffondano un unico linguaggio comune a tutti gli attori che intervengono in situazioni di emergenza, quindi oltre a formare è fondamentale addestrare, così come è avvenuto a Isola dove decine di volontari sono stati addestrati all’utilizzo del defibrillatore semi-automatico che negli ultimi anni ha salvato 14 vite umane”. Nel pomeriggio, dopo il pranzo preparato nella cucina da campo dai volontari del reparto di Protezione Civile, le circa 30 Misericordie presenti hanno trascorso un pomeriggio di formazione, con il gioco a quiz “Il Cervellone” personalizzato con domande inerenti il volontariato.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI