Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Gennaio 2021

La solidarietà di Pacenza a Magarò

“Esprimo, in questo delicato momento, tutta la mia vicinanza, umana, politica ed istituzionale, nei confronti del presidente Magarò, fautore di un’incisiva attività anti-‘ndrangheta nella Commissione che presiede; nonché promotore dello storico risultato, raggiunto nel corso del consiglio regionale del 22 febbraio scorso, in cui il consigliere regionale si è fortemente adoperato per far approvare dalla massima assemblea elettiva calabrese il pacchetto di leggi di contrasto al fenomeno della ‘ndrangheta in regione”.

Il segretario della Commissione regionale contro il fenomeno della ‘ndrangheta, Salvatore Pacenza (Pdl), esprime tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza al consigliere regionale Salvatore Magarò, attuale presidente della medesima commissione consiliare. L’esponente istituzionale di centrodestra, infatti, è stato purtroppo fatto bersaglio dell’ennesimo atto intimidatorio perpetrato ai danni di un amministratore pubblico calabrese. Ignoti, nella scorsa serata, hanno esploso sette colpi di pistola calibro 7,65 contro il portone condominiale del palazzo dove ha sede la segreteria politica del consigliere regionale a Cosenza.

“Davanti al proliferare di tali episodi – prosegue l’onorevole Salvatore Pacenza – sono sempre di più convinto che, essi, siano da considerarsi come il segno tangibile ed eclatante della debolezza che pervade, negli ultimi tempi, le organizzazioni criminali calabresi. Senza dubbio, le cosche calabresi, sono seriamente disturbate dagli anticorpi messi in campo da questa Amministrazione regionale per arginare i loro loschi affari. Al contempo, però, noi rappresentanti delle istituzioni calabresi, non siamo per niente scoraggiati dall’atteggiamento ostile messo in campo dalla criminalità organizzata. Anzi, ai cittadini della regione assicuriamo, fin da subito, che andremo ugualmente avanti in questa lotta per assicurare progresso e civiltà alla Calabria onesta e lavoratrice”.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI