Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 11 Agosto 2020

Deferiti all’Autorità Giudiziaria tre cittadini rumeni che costringevano dei minori a chiedere l’elemosina

Nella mattinata di mercoledì, personale della Divisione Anticrimine - Ufficio Minori, su segnalazione di un cittadino, ha deferito all’A.G. tre cittadini Rumeni per il reato di riduzione o mantenimento in schiavitù o in servitù.

Il cittadino aveva riferito di aver assistito alla prepotenza e ai maltrattamenti subiti da due minori da parte di due adulti maschi, che li obbligavano a chiedere l'elemosina nel parcheggio del Centro Commerciale "Le Spighe", sito in località Passovecchio, dopo averli fatti scendere da un furgone con la forza

Il personale dell’ Ufficio Minori dopo aver rintracciato ed identificato i tre rumeni, constatavano lo stato di degrado, rovina e fatiscenza del furgone su cui, a loro dire, vivevano i tre unitamente ai loro familiari e ai genitori dei piccoli, che al momento si trovavano in Crotone.

Palese e visibile era lo stato dei bambini che apparivano malnutriti, sporchi, e in pessime condizioni fisiche, pieni di graffi e cicatrici sparsi su tutto il corpo, ma in particolare sul viso e sulla testa, a cui gli adulti non riuscivano a dare una spiegazione.

Per questi motivi venivano tutti accompagnati presso gli Uffici della Questura al fine di verificare la loro posizione e tentare di capire se vi era un legame familiare fra gli adulti e i bambini appurando, successivamente, che due erano zii dei minori, nonostante la diversità di cognome con quelli dei genitori.

Il medesimo personale rintracciava in zona Tribunale, incrocio con Via V. Veneto, la mamma dei bambini insieme all'altra figlioletta di sei anni, anch'ella ridotta in cattivissime condizioni fisiche, sporca e con una vistosa cicatrice sul braccino sinistro che, a dire della madre, sarebbe la conseguenza di una ustione di acqua calda.

Indosso ai tre rumeni veniva rinvenuta la somma di circa 2.000,00 euro, denaro di cui non hanno fornito una provenienza da reddito ma fonte di elemosine e, per questi motivi, si è proceduto a sequestrarla

In considerazione di quanto accertato è stato ritenuto opportuno, in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Crotone, affidare i tre bambini minori ad una Casa Famiglia, in attesa delle determinazioni che l'A.G. competente vorrà adottare.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI