Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 16 Settembre 2019

Martina Casaccio: un sogn…

Set 13, 2019 Hits:116 Crotone

Ad Hannam il progetto I l…

Set 04, 2019 Hits:335 Crotone

La Madonna di Czestokowa …

Ago 30, 2019 Hits:472 Crotone

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:641 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1514 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:1394 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:5058 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1786 Crotone

«La biblioteca è un organismo in crescita» così sosteneva il famoso bibliotecario indiano Shiyali Ramamrita Ranghanatan. Un’affermazione che la biblioteca Pier Giorgio Frassati della Fondazione D’Ettoris ha considerato prioritaria sin dalla sua nascita (13 maggio, 2003), attivando un rinnovamento librario annuale grazie soprattutto ai propri sforzi economici e all’aiuto di alcune grandi case editrici italiane. Partendo da un patrimonio privato di settemila libri, la biblioteca vanta oggi, oltre quarantamila documenti delle più svariate discipline. Anche per l’anno 2019, la Frassati continua l’opera di riqualificazione del suo patrimonio, acquistando un totale di 512 libri e 27 film in dvd. L’ultimo consistente aggiornamento è stato possibile grazie ai fondi elargiti dalla Regione Calabria in seguito alla partecipazione all’Avviso Pubblico per "Interventi finalizzati a sostenere il funzionamento delle biblioteche e degli archivi storici calabresi", grazie al quale la Fondazione ha proposto il “Catalogaboratorio”, un laboratorio didattico di catalogazione, completamente gratuito, per i ragazzi degli istituti superiori di Crotone. In gran parte il materiale acquistato è stato scelto dai ragazzi partecipanti all’iniziativa e visionato dalla Fondazione. La crescita del patrimonio è avvenuta tenendo conto delle importanti regole di biblioteconomia. Considerando innanzitutto il proprio patrimonio librario, gli obiettivi della Fondazione D’Ettoris, quali incentivare le nuove generazioni all’amore per la lettura e stimolare la frequentazione delle biblioteche. Si è tenuto conto anche delle richieste dell’utenza e del patrimonio delle altre biblioteche del territorio, il tutto per offrire un maggiore e più efficiente servizio alla popolazione non solo locale. Il risultato è stato quello di un incremento di documenti di importanti autori delle diverse classi miranti a una crescita culturale ed educativa dei più giovani. Nella scelta degli acquisti è stata, inoltre, valutata l’importanza di testi adatti a sviluppare la capacità nei ragazzi di fantasticare perché come scriveva Michael Ende:«Quando un uomo perde la capacità di fantasticare, perde anche i suoi valori più profondi, che è invece importante tenere ben presenti nella realtà, per poter creare ed inventare. E se di quando in quando non facciamo un viaggio nella fantasia alla riscoperta dei nostri valori, essi andranno perduti».

La 65esima edizione del “Taormina Film Fest” ha rispettato in pieno le aspettative, visto che nella conferenza stampa di presentazione era stato annunciato il “Festival più bello di sempre”. E in effetti tante sono state le star internazionali presenti nella Perla del Mediterrano, come Nicole Kidman, Octavia Spencer, Julia Ormond, Oliver Stone, Peter Greenaway, Phillip Noyce e Richard Dreyfuss e tanti altri ancora. La kermesse anche quest’anno è stata prodotta e organizzata da Videobank, con la direzione artistica di Silvia Bizio e Gianvito Casadonte, che hanno voluto come orafo ufficiale il Maestro Michele Affidato, presente a Taormina nelle serate clou del Festival. Affidato ha realizzato il “Taormina Arte Award”, una particolare scultura raffigurante una pellicola cinematografica con impressa la moneta  del toro che allude al Monte Tauro, da cui discende anche il nome di Tauromenion che è stata assegnata alle attrici, entrambe vincitrici di un Premio Oscar, Nicole Kidman e Octavia Spencer. Il maestro, inoltre, ha riprodotto alcuni dei premi originari che quest’anno la direzione ha deciso di reintrodurre nel Festival, ovvero il “Cariddi d’Oro” e il “Cariddi d’Argento”, dei bassirilievi in argento e foglie in oro, dipinti con smalto a fuoco, che sono stati assegnati alla miglior regia e alla miglior sceneggiatura, e la “Maschera di Polifemo” per la migliore interpretazione maschile e femminile. La giuria, composta da Oliver Stone, André Aciman, Carlo Siliotto, Paolo Genovese, Elisa Bonora, Carolina Crescentini e Julia Ormond ha deciso di assegnare il “Premio Cariddi D’Oro” per il Miglior Film a “Show Me What You Got”, di Svetlana Cvetko; Premio Cariddi D'argento per la Miglior Regia a Minhal Baig per “Hala”; Premio Cariddi D'argento per la Miglior Sceneggiatura a “Picciridda”, scritto da Paolo Licata con la collaborazione di Ugo Chiti e basato sul romanzo di Catena Fiorello;  Premio Maschera Di Polifemo per il Miglior Attore a Jarrid Geduld per il film “Ellen: die storie van Ellen Pakkies”. Infine il
Premio Maschera Di Polifemo per la Miglior Attrice a Jill Levenberg per il film “Ellen: die storie van Ellen Pakkies”. Sono stati ben i 78 film in programma in rappresentanza di 24 differenti Paesi, che hanno ha riscosso un grande successo di pubblico e critica. Ben 400mila, invece, le visualizzazioni sui social network che hanno riguardato la solo la settimana della kermesse. Nella penultima serata invece è stata lanciata nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina l'anteprima europea del film Spider-Man: Far From Home. “E’ stato un Festival davvero straordinario - afferma Michele Affidato - abbiamo avuto modo di viverlo insieme ai protagonisti e respirare insieme a loro l’aria magica che caratterizza questa settimana, è qualcosa difficile da descrivere. Inoltre le nostre opere sono andate a personaggi che con le loro interpretazioni hanno regalato e continuano a regalare emozioni in ogni angolo del mondo, come Nicole Kidman e Octavia Spencer”. L’estate del maestro Affidato prosegue con altri impegni di spessore, tra cui il Magna Graecia Film Festival, le Giornate del Cinema Lucano, il premio Caccuri che saranno impreziosite dalle sue opere,  ed un importante progetto che lo porterà negli Stati Uniti d’America.

 

Un’altra grandissima Star internazionale premiata con un’opera del maestro orafo Michele Affidato. In una delle serate clou della 65esima edizione del “Taormina Film Fest” sotto la direzione artistica di Gianvito Casadonte e Silvia Bizio è stato assegnato il “Taormina Arte Award” a Nicole Kidman, artista che tra i numerosi riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera vanta un Premio Oscar come miglior attrice per il film "Mouline Rouge", quattro Golden Globe, un premio BAFTA, un Orso d'Argento al Festival del cinema di Berlino, sei AACTA Awards, due premi Emmy, ed uno Screen Actors Guild Award. Nicole Kidman è un’attrice unica nel suo genere, di una bellezza e di un fascino sconvolgente, capace di dare anima a ogni suo personaggio che ha reso immortale. Dopo tanti artisti internazionali come Oliver Stone, Matt Dillon, Matthew Modine, Sofia Loren un altro Premio Oscar riceve un ‘opera realizzata dal maestro Michele Affidato. La scultura è stata consegnata nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina dalle mani di un altro grande attore, Pierfrancesco Favino, tra gli ospiti più importanti della kermesse. Nicole Kidman, che nel pomeriggio aveva tenuto una masterclass molto partecipata in cui ha ripercorso la sua carriera, ha incantato tutti salendo sul palco avvolta da un vestito bianco che ha esaltato tutta la sua eleganza. Il premio, consiste in una particolare scultura raffigurante una pellicola cinematografica con impressa la moneta del toro che allude al Monte Tauro, da cui discende anche il nome di Tauromenion. E’ sempre una grande soddisfazione - commenta Michele Affidato - sapere che nelle bacheche di questi artisti immensi ci sono anche le nostre opere, rimane sempre la gratificazione per chi come noi lavora con passione da anni”. L’estate di Michele Affidato prosegue all’insegna del grande cinema, visto che le sue opere saranno protagoniste anche del “Magna Graecia Film Fest” e delle “Giornate del Cinema Lucano” che prenderanno vita nei prossimi giorni e che vedranno la partecipazione di altre Star del cinema internazionale. 

 

Ben undici alunne della Maria Taglioni Dance Project di Crotone giorno 26 e 27 Giugno si diplomeranno presso il Teatro Apollo nell’ambito degli “Spettacoli di fine anno”.

La scuola di danza Maria Taglioni Dance Project di Luana Petrozza e fra le poche scuole di danza, forse l’unica, riconosciuta dal MIUR Calabria.

Dal primo Settembre 2017 l’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha inserito la scuola crotonese nell’Albo Regionale delle scuole non paritarie in ottemperanza alla legge 27/2006.

Le ballerine hanno già sostenuto l’esame tecnico alla presenza del commissario esterno, etoile Claudia Zaccari, il giorno 13 e 14 Maggio, adesso al teatro Apollo presenteranno quello che in gergo tecnico si chiama passo d’addio (la parte artistica dell’esame). Giorno 26 Giugno con la Suite dal balletto “BAYADERE” – coreografia di Giusy Grande after M. Petipa – saranno di scena Bruno Marika e Ruberto Teresa.

Il giorno dopo con la Suite dal balletto “LA BELLA ADDORMENTATA” – coreografia di Stefania Greco after Petipa – sarà la volta di Citati Giorgia Azzurra, Cordua Alessia, Manfreda Maria Pia, Marra Claudia, Pantuso Alessia, Perziano Miriam Rita, Polimeno Maria Francesca, Rullo Alessandra e Sculco Gaia.

Madrina delle diplomande, nelle due serate sarà la brasiliana Raquel Tormin, insegnante e ballerina. 

Due giornate di grande danza quelle che la Maria Taglioni Dance Project presenta sul palcoscenico del teatro Apollo nelle quali saranno coinvolti tutti gli alunni della scuola, dalla predanza ai diplomati, che si alterneranno in coreografi di danza classica, danza contemporanea e Hip Hop, con un susseguirsi di singole variazioni e esibizioni di gruppi.

Come ogni anno sarà  propostala trasposizione in chiave contemporanea del balletto classico; dopo “ROMEO E GIULIETTA”, la “CARMEN” quest’anno sarà presentato “COPPELIA” – coreografia di Pasquale Lucas Greco – di particolare interesse,  perché coinvolge tanti ballerini e tutti gli Insegnanti della Scuola,

La Direzione, a seguito delle tantissime richieste ricevute, ha pensato di riproporre “La Leggenda del Canonico Basoino” ovvero la rievocazione storica  nel 500’ del  ritrovamento dell’immagine della Madonna presentata sul  sagrato del Santuario di Capocolonna il primo Giugno nell’ambito dei festeggiamenti religiosi.

Buon lavoro e buon divertimento a tutti.        

 

Si è svolta a Catanzaro, presso il Chiostro del Complesso San Giovanni, la prima edizione del Premio Mediterraneo presentata dalla giornalista Rosalba Paletta, affiancata dal Direttore della rivista Fabio Lagonia. La serata, legata al primo "compleanno" del mensile  “Mediterraneo e Dintorni”, edito da Emanuele Bertucci, ha voluto premiare personalità che si sono contraddistinti nelle sezioni: Arte, Cultura, Turismo, Eventi e Società. Un premio speciale composto da una scultura, raffigurante un albero di ulivo simbolo del Mediterraneo, realizzato dal maestro orafo Michele Affidato è stato dedicato alla memoria del direttore Paolo Pollichieni, perla del giornalismo calabrese che ci ha lasciato di recente, ritirato dal Direttore del Corriere della Calabria Paola Militano. Un’altro premio speciale è stato consegnato al Dott. Nicola Gratteri, simbolo di legalità e della Calabria che non si arrende. Premio Sezione Arte a Massimo Sirelli, Sezione Cultura al Premio Letterario Caccuri, Sezione Turismo a Ilaria Fiore, Sezione Società a Simone Santi, Sezione Eventi a Gianvito Casadonte, Chiara Giordano e Tonia Santacroce. Durante la serata sono state protagoniste le creazioni del maestro orafo Michele Affidato con una particolare sfilata accompagnata dalle voci delle ragazze di Incanto Quartet. Tra i presenti il l’Arcivescovo di Catanzaro S.E. Mons. Vincenzo Bertolone, Il Sindaco Sergio Abramo, il vice Sindaco Ivan Cardamone, Aldo Costa direttore della fondazione Teatro Politeama, il notaio Rocco Gugliemo ed il Dott. Salvatore Gullotta. “Siamo stati ben lieti di partecipare a questo evento con la nostra arte - commenta Michele Affidato -  i premi sono stati assegnati a eccellenze calabresi che ogni giorno, ognuno nel proprio campo, si impegnano per costruire un presente e un futuro migliore per la nostra terra”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI