Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 19 Settembre 2019

3° Giornata di Ritorno Campionato di Pallavolo Serie C femminile

Pallavolo Paola: Postelnicu, Raschellà, Mannarino, Verta, Zimmarrone, Carolei, De Seta, Manservisi, Gianni, Faraca libero, All. A. Calabrò

Starbene Crotone: Amoruso, Capria, Caristo, Pesce, Pioli, Reale M., Reale S., Sghirrapi, Villirillo, Stasi libero, All. P. Asteriti

Paola - Starbene Crotone 3-0 Parziali 28/26 25/14 25/22

Arbitro: De Sensi e Donato di Lamezia T.

 

Dopo 8 vittorie consecutive cade il Crotone sul campo di Paola che pur di non perdere l’ultimo treno utile per i playoff ha dato vita ad una partita coriacea ed agonisticamente su livelli eccellenti, al cospetto di un Crotone apparso spento in ogni reparto con la regia di Miriam Reale sicuramente non all’altezza della situazione che ha collezionato una serie di errori in battuta che ha dato sempre il via libera alle rotazioni negative del Paola.

Il primo set inizia anche bene per il Crotone che scende in campo con il solito sestetto con fuori ancora Rita Amoruso in via di recupero dal fastidio alla schiena, l’equilibrio viene spezzato da alcuni palloni non gestiti dalla difesa del Crotone che sbaglia gli appoggi facili e regala la palla al Paola che trova in Raschellà una spina nel fianco, a fine set il Crotone ha la possibilità di chiudere il set sul 24-23 mister Asteriti chiede il time out e prepara il set ball nel migliore dei modi, al rientro in campo Pesce ha la palla del set che però non riesce a chiudere, dal 24-24 inizia una vera battaglia di nervi, il Paola oltre a Raschellà torva anche la Postelnicu che mette la parola fine sul 27-26 con l’ennesima schiacciata vincente che passa sopra il muro di Reale e Villirillo.

Nel 2° set il Crotone conferma lo stesso sestetto ma si disunisce, la regia di Reale diventa imprecisa e per le schiacciatrici fare bene diventa sempre un colpo di classe, Pioli e Pesce fanno quel che possono ma il Paola vede vincino la conquista del set che stravince con un secco 25-14 dopo aver segnato break dal 10-9 al 17-9 annullando i time out e i cambi della panchina pitagorica.

Doppio svantaggio, mister Asteriti con calma serafica chiede alle ragazze una risposta d’orgoglio, capisce gli stimoli nettamente diversi ma la sconfitta è sempre amara da digerire, Capria poco presente e con un ginocchio gonfio lascia il campo ad Amoruso, il Crotone migliora di molto nel gioco ma solo perché sceglie le palle alte e senza più centrali neanche Villirillo inconsistente tiene botta a muro, la partita sembra cambiare binario quando si arriva 11-8 per il Crotone che però subito dopo incappa in un black out generale, la partita finisce quando per l’ennesima volta Miriam Reale sul 22-20 per il Paola in una rotazione difficile tira la battuta in rete mandando all’aria l’ultima speranza di riportarsi sotto.

Mister Asteriti: la sconfitta è sempre brutta ma se proprio doveva arrivare meglio ora e contro questa squadra, la sberla presa ci farà svegliare e capire che se vogliamo tornare ad essere uno spauracchio per tutte le squadre dobbiamo cambiare marcia in allenamento ed in partita.

 

‘Caritas in Veritate. Orizzonte politico e bene comune’. E’ questo il tema del convegno, organizzato dall’associazione culturale ‘Crotone al centro’, che si terrà il prossimo 25 febbraio a Crotone, alle 11, presso l’auditorium dell’Istituto professionale ‘Sandro Pertini’. All’incontro parteciperanno la senatrice dell’Udc Dorina Bianchi, presidente dell’associazione ‘Crotone al Centro’, monsignor Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone e Santa Severina, monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, l’on. Rocco Buttiglione, vicepresidente della Camera e presidente dell'Udc.

L’incontro sarà una riflessione sull’enciclica sociale del Papa, che pone l’accento sulla drammaticità della crisi dell’intera società umana. Ad essa Benedetto XVI ha voluto indirizzare un alto messaggio con al centro l’affermazione della “verità” come presupposto imprescindibile di ogni autentica azione “caritatevole” (“solo nella verità la carità risplende”; par. 3). Il convegno si propone di richiamare l’attenzione sulla centralità delle istanze etiche che devono sempre guidare l’azione umana in ogni campo: nella ricerca scientifica come nelle sue applicazioni; nelle relazioni economico-sociali come nel mercato e nella finanza. Il primato, dunque, alla tutela della vita e della dignità umana come metro di giudizio di un autentico sviluppo.

GRUPPOFOLK

 

“Sono ampiamente soddisfatto della partecipazione della nostra provincia alla 31^ edizione della Bit di Milano. E’ stato fatto un lavoro certosino che mi auguro potrà concretizzarsi in un concreto ritorno per le tante strutture turistico-ricettive, piccole e grandi, del nostro territorio già dalla prossima stagione”. Così il presidente della Provincia di Crotone, Stano Zurlo, in occasione della conclusione della Borsa Internazionale del Turismo che domenica 20 febbraio ha chiuso i battenti nel capoluogo lombardo. Dopo le giornate di giovedì 17 e venerdì 18 dedicate prevalentemente agli operatori del settore, sabato 19 e domenica 20 la Bit è stata presa d’assalto dal pubblico dei dei futuri vacanzieri, che hanno affollato i padiglioni alla ricerca di offerte e delle destinazioni più accattivanti per le prossime vacanze. Lo stand del territorio Crotonese, presente all’interno del Villaggio Calabria al padiglione 3, è stato, sia sabato che domenica, visitato dai tanti avventori della fiera che hanno avuto occasione di ricevere il materiale illustrativo sull’offerta turistica ed alberghiera che caratterizza la provincia di Crotone. La dotazione del materiale a disposizione nello stand si è rivelata sufficiente nell’accogliere le richieste di quanti, dovendo pianificare la vacanza 2011,  sono alla ricerca delle informazioni utili per meglio ottimizzare i giorni di visita sul territorio. La guida all’Ospitalità Crotonese, le brochure dei Comuni, le proposte per le escursioni, il materiale prodotto dall’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” sono stati distribuiti sul desk dello stand dal personale in servizio.

STAND1

 

Particolarmente gradito, è stato, il calendario 2011 dell’Amp con le immagini della particolarissima flora e fauna che caratterizzano questo incontaminato angolo della costa crotonese.  Forte attrazione nello stand, la presenza anche nella giornata di sabato, del gruppo folk “I Canterini di Aesylon”. Il gruppo ha intonato canti e balli nei tipici costumi della tradizione calabrese suscitando l’interesse da parte di tanti spettatori che hanno colto l’occasione per immortalarne le esibizioni con videocamere e telefonini. Buona la diffusione, anche attraverso il gruppo folk, del pieghevole di “Crotone con Gusto” che ha richiamato l’attenzione degli interessati ad una vacanza nel segno dell’enogastronomia e della riscoperta della tradizione. Nello spazio espositivo della Provincia di Crotone, nella giornata di sabato alcuni albergatori hanno avuto modo di intrattenersi con il pubblico ed illustrare le proposte delle proprie imprese alberghiere. Particolarmente gradita la presenza allo stand dell’emittente radiofonica calabrese “Cometa Radio” che ha condotto in diretta uno speciale BIT con interviste ed approfondimenti, dando voce alle persone presenti nello spazio espositivo della Provincia, ai rappresentanti della delegazione della Regione Calabria nonché di personalità del mondo turistico calabrese. Soddisfazione è stata espressa dai consiglieri provinciali Umberto Lorecchio ed Alfonso Proietto, presenti a Milano nonché da Raffaele Rio, dirigente del Dipartimento Turismo della Regione.

 

Inutili, prive di senso e fuori luogo e contesto sono state le parole del senatore della Lega Nord Piergiorgio Stiffoni durante la visita a Crotone del Comitato Parlamentare “Schengen-Europol-immigrazione”.

Nonostante i gravosi problemi, nonostante la mancanza di strutture, nonostante la totale assenza di una politica sociale, la comunità crotonese riesce a dare quotidianamente delle risposte determinate.

In merito alla sicurezza, il grande valore dimostrato dall’azione delle forze dell’ordine e dal lavoro investigativo delle procure antimafie e territoriali, dimostra che non c’è bisogno di ronde speciali.

Inoltre con il loro impegno quotidiano anche la Chiesa, il volontariato, la cooperazione cercano di dare una risposta alle situazioni di emergenza presenti sul territorio crotonese, come dimostra l’ultima iniziativa messa in campo dalla Caritas della parrocchia S. Rita di Crotone, dalla Caritas Diocesana e dalla Cooperativa Sociale Kroton Community, il progetto “On the road”. Nato come strumento per supportare situazioni emergenziali presenti in città, “On the road” è realizzato grazie a giovani che, con l’ausilio di un camper, distribuiscono beni di prima necessità per coloro che vivono sulla strada a cominciare dagli immigrati. Ecco la risposta solidale ed utile.

Si è svolto nella mattinata di ieri a Crotone presso la sala Pitagora della Camera di Commercio di Crotone l’importante seminario sul tema “Vitivinicoltura biologica: nuovo quadro normativo e prospettive di sviluppo in Calabria” organizzato da Unioncamere Calabria - Desk Enterprise Europe Network (EEN) in collaborazione con la Camera di Commercio di Crotone e I.C.E.A. (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale).

 

I lavori, coordinati da Donatella Romeo Segretario Generale della Camera di Commercio di Crotone e di Unioncamere Calabria, sono stati introdotti dal Presidente Fortunato Roberto Salerno il quale si è espresso con toni positivi e di incoraggiamento sul delicato tema del vino tanto caro al territorio calabrese per vocazione produttiva di eccellenza.  “Ringrazio i relatori presenti oggi e in particolare la Regione Calabria – ha detto Salerno - perché il seminario di oggi dimostra tutto il nostro interesse verso il valore delle produzioni biologiche agroalimentari ed in particolari vitivinicole. Oggi, sempre più pregnante è l’esigenza di informare il consumatore finale ormai consapevole ed esigente. Di fatto questo è un seminario che bene si inserisce nel percorso già avviato qualche mese fa con la giornata dedicata alla formazione e informazione sull’etichettatura dei prodotti agroalimentari.”

“Dobbiamo combattere la concorrenza – ha continuato Salerno - solo attraverso l’innovazione questo è possibile e dedicarsi al biologico può significare, in una prima battuta, dei costi di gestione superiori anche se sicuramente nella GDO europea e direi mondiale  sempre più aree sono dedicate proprio al biologico. Unirsi e realizzare azioni sinergiche significa avere la forza di crescere per cogliere meglio le opportunità che la Comunità Europea e la Regione Calabria ci pongono innanzi. Non mancano le risorse ma ci vuole la progettualità e propositività.”

 

Di grande attualità e pertinenza sia tecnica che strategica l’intervento di Giacomo Giovinazzo, Dirigente settore 2 Valorizzazione e promozione produzioni agricole e filiere produttive - Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione della Regione Calabria il quale ha portato anzitutto i saluti dell’Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra evidenziando l’utilità e l’interesse che le tipologie di seminario come quella odierna possono offrire. “Abbiamo 1400 ettari di vitivinicoltura biologica in Calabria – ha detto Giovinazzo - un dato straordinario che ci deve indurre a far conoscere il valore del nostro patrimonio produttivo ed a diversificarne le produzioni.”

 

Il seminario ha previsto qualificati ed esaustivi interventi tecnici condotti da Maurizio Agostino, Responsabile ICEA Calabria e da Vito Bartucca, Tecnico Controllore ICEA che hanno passato in rassegna, con dovizia di dettagli e gli opportuni approfondimenti, sia il nuovo quadro normativo dell'agricoltura biologica europea che il  metodo biologico e le innovazioni delle tecniche di coltivazione dei vigneti e di trasformazione delle uve, nonché le opportunità di mercato del vino biologico.

 

Presente un parterre interessato e partecipe di operatori viticoli, trasformatori, tecnici consulenti, controllori oltre ai rappresentanti del Consorzio di Tutela Vini D.O.C. Cirò e Melissa ed a qualificate presenze istituzionali come il Dott. Lorecchio, Consigliere Delegato all’Agricoltura della Provincia di Crotone.

 

Al termine, inoltre, i soggetti accreditati hanno avuto degli incontri individuali specialistici e gratuiti con i consulenti esperti ICEA, Istituto Certificazione Etica e Ambientale per approfondire l’interessante tema del vino biologico oggetto della giornata seminariale.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI