Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 26 Maggio 2020

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:100 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:193 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:181 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:384 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:433 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:666 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1161 Crotone

Consegna container presso…

Apr 01, 2020 Hits:1898 Crotone

La Vicepresidente della Regione Antonella Stasi - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta Regionale - in merito alla delibera illustrata dal Presidente Scopelliti, relativa agli interventi previsti in Calabria, attraverso l’utilizzo dei Fondi Por Fesr e Par Fas, comunica che di tali provvedimenti, sono previsti 797 mila euro per la sicurezza stradale per la provincia di Crotone

In particolare, attraverso questi fondi potrà essere finanziato il progetto relativo alla realizzazione di un centro di monitoraggio regionale della sicurezza stradale.

"Realizzare in Calabria il centro di monitoraggio – dichiara la Vicepresidente Stasi - migliorerà la conoscenza del fenomeno della sicurezza stradale e del sistema infrastrutturale individuando gli interventi più efficaci e monitorarne lo sviluppo e l’efficacia nel tempo sia sotto il profilo strutturale che sotto il profilo della sicurezza stradale."

La Provincia di Crotone ha realizzato il centro provinciale di monitoraggio sicurezza stradale già nel 2003, acquisendo un know kow riconosciuto a livello nazionale ed europeo. Il Sistema Informativo Stradale della Provincia di Crotone oggi è in grado di offrire all’utenza, agli operatori tecnici e ai proprietari delle strade di tutto il territorio provinciale: il patrimonio esistente, gli incidenti rilevati, i volumi di traffico e le aree ove sono stati già installati autovelox o dove è possibile installarli.

“La lungimiranza di questa Giunta regionale – ha invece dichiarato l’Assessore all’ambiente Pugliano - e l'attenzione del Presidente Scopelliti che non vuole disperdere le risorse importanti dei territori, conferma la Provincia di Crotone alla guida di un importante progetto che coinvolgerà tutto il territorio regionale”.

DSC_0022

 

Finalmente si torna in casa, dopo 3 partite consecutive in trasferta lo Starbene Crotone torna a giocare al Palakrò alle ore 17,30 contro il Cosenza, buona squadra che per motivi disparati non riesce a trovare mai continuità di risultati e per questo motivo si trova nei bassi fondi di una classifica che attualmente condanna il Castrovillari e lo Scalea alla retrocessione ma che non lascia dormire sonni tranquilli almeno fino al Palmi che con i suoi 13 punti spera di togliersi fuori dalla lotta forte di una squadra sicuramente meglio del posto che occupa.

Diverso il discorso in testa dove il Gallico raggiunge il suo 17° risultato utile consecutivo, con Cirò Marina, Crotone e Spinella Reggio che si assicurano un posto nella griglia dei playoff ormai certa, considerando la distanza siderale tra il Paola 5° in classifica.

Dopo un’analisi della classifica fatta da mister Asteriti insieme alle ragazze, si è tracciato un nuovo mini programma, tecnico e tattico ma anche fisico, mettendo come priorità la condizione fisica delle ragazze sfruttando anche le partite che mancano fino a fine stagione per far trovare la forma giusta, lo stesso vale perla tecnica di alcune giocatrici sopratutto le più giovani che devono migliorare ancora la loro performance sfruttando per esempio la partita con il Cosenza, per poi giocarsi due partite di alto livello a Gallico la prima sabato 12 marzo e in casa contro Cirò Marina Domenica 20 marzo, solo dopo questo ciclo di 20 giorni, si potrà conoscere la vera forza del Crotone che comunque avrà altri 2 mesi per concludere la stagione regolare e colmare il gap con queste squadre.

La settimana trascorsa ha visto un buon lavoro dei centrali Capria, Villirillo e Guerri che si sono sottoposti ad un lavoro extra con la palleggiatrice Reale per trovare l’intesa giusta con l’idea di riprovare il tutto in partita dove poi tutto diverso, solo così il gioco collettivo del Crotone può crescere a vista d’occhio e non essere prevedibile per il muro avversario.

Mister Asteriti: le ragazze stanno bene, l’obbiettivo minimo dei playoff raggiunti ci dà molta tranquillità, ma allo stesso tempo non dobbiamo perdere la rabbia che ci caratterizza, per non incorrere in partite come quella di Paola dove abbiamo giocato in maniera lineare ma senza la convinzione giusta, adesso chiudiamo quest altro ciclo di 20 giorni per poi riprogrammare la fine della stagione regolare, ricordando che mancheranno ancora altri 2 mesi prima dell’inizio del playoff.

Da oggi sarà possibile acquistare i biglietti relativi alla tratta Crotone Verona. I canali di acquisto già attivi sono le agenzie di viaggio ed il sito internet della linea aerea Meridiana. A breve, completato l’iter burocratico, sarà possibile acquistare i biglietti da e per Verona anche dalla biglietteria dell’aeroporto crotonese. I voli per e dal capoluogo veneto partiranno il prossimo 20 aprile.

In occasione della ricorrenza del 8 marzo – festa delle donne – I.N.P.D.A.P. di Crotone intende realizzare una iniziativa di sostegno al pubblico femminile attraverso l’allestimento di un apposito sportello informazioni dedicato alle donne con orario di apertura continuato dalle ore 9.00 alle 17.00.

L'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Crotone ha elaborato i dati relativi alle iscrizioni, cessazioni e variazioni di imprese intervenute nel corso dell’anno 2010 (Movimprese). Tali elaborazioni rientrano tra le diverse attività di analisi e studio messe in atto dall´ente camerale al fine di approfondire la conoscenza del sistema economico provinciale sia in chiave strutturale che congiunturale. I dati sulla demografia delle imprese, unitamente agli altri dati forniti nel corso dell'anno, consentono alle istituzioni operanti sul territorio di tastare il polso dell'economia locale e programmare idonei interventi per lo sviluppo della provincia.

In calo le imprese artigiane

Diminuiscono le imprese artigiane che passano dalle 3.602 del 2009 alle 3.509 del 2010, con un saldo negativo pari a  89 imprese.

Le nuove iscrizioni (263) del 2010 sono state vanificate dal numero di imprese cessate (352 – al netto delle cancellazioni d’ufficio), facendo registrare un tasso di sviluppo negativo del 2,47%.

Tav. 1 - Confronto tra anno 2009 e anno 2010 per stock di imprese artigiane registrate, attive, iscrizioni e cessazioni

Anno 2009

Registrate

Attive

Iscritte

Cessate

3.602

3.551

273

309

Anno 2010 

Registrate

Attive

Iscritte

Cessate

3.509

3.460

263

352

I settori di attività

I comparti maggiormente rappresentativi risultano essere: costruzioni 38,7%, attività manifatturiere 25,4%, altre attività di servizi 10,5%, commercio all’ingrosso e al dettaglio 8,3%, trasporto e magazzinaggio 6,8%, attività dei servizi di alloggio e ristorazione 5,2%.

 

 

Tav. 2  -  Stock imprese artigiane e quota % del settore sul totale

anno  2010

Sezioni e divisioni attività 

Stock

2010 

Quota

% del settore sul totale

Agricoltura, silvicoltura e pesca

28

0,8

Estrazione di minerali da cave e miniere

2

0,1

Attività manifatturiere

893

25,4

Fornit. Energia elett., gas, vapore e aria condiz.

0

0,0

Fornit. Acqua; reti fognarie, att. Gest. Rifiuti e risanam.

7

0,2

Costruzioni

1.359

38,7

Comm. Ingr. e dett.; riparaz. Autoveicoli e motocicli

291

8,3

Trasporto e magazzinaggio

238

6,8

Attività dei servizi di alloggio e ristorazione

182

5,2

Servizi di informazione e comunicazione

18

0,5

Attività finanziarie e assicurative

2

0,1

Attività immobiliari

0

0,0

Attività professionali, scientifiche e tecniche

51

1,5

Noleggio, agenzie viaggio, servizi alle imprese

47

1,3

Istruzione

8

0,2

Sanità e assistenza sociale

3

0,1

Attività artistiche, sportive, di intratt. e divertimento

8

0,2

Altre attività di servizi

367

10,5

Imprese non classificate

5

0,1

TOTALE

3.509

100,0

Andamento per forma giuridica

Pur registrando un tasso di sviluppo negativo (-3,41%), la ditta individuale si conferma la forma giuridica più diffusa anche tra le imprese artigiane, contando ben 3.030 imprese, dato in diminuzione rispetto all’ultima rilevazione (3.138).

A far registrare il tasso di sviluppo maggiore (+11,69%) sono le imprese costituite in forma di società di capitali che contano 86 unità, 11 in più rispetto al 2009, mentre le società di persone, con 383 imprese, si attestano su un tasso di sviluppo pari al 2,39%.

Tav. 3 - Confronto tra le diverse forme giuridiche per stock di imprese artigiane registrate, numero di iscrizioni e cessazioni, tasso di sviluppo – anno 2010

 

Forma giuridica

Anno 2010

Iscritte

Cessate

Tasso di sviluppo

Ditte individuali

3.030

213

321

-3,41

Società di persone

383

35

29

2,39

Società di capitali

86

15

6

11,69

Altre forme

10

0

0

0,00

Totali

3.509

263

356

-2,47

 

Il sistema artigianale provinciale risulta quindi composto per l’86,3% da ditte individuali, per il 10,9% da società di persone, per il 2,4% da società di capitali e per il restante 0,3% da imprese con altre forme giuridiche.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI