Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 26 Maggio 2020

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:100 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:193 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:181 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:384 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:433 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:666 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1161 Crotone

Consegna container presso…

Apr 01, 2020 Hits:1898 Crotone

“Esprimo, in questo delicato momento, tutta la mia vicinanza, umana, politica ed istituzionale, nei confronti del presidente Magarò, fautore di un’incisiva attività anti-‘ndrangheta nella Commissione che presiede; nonché promotore dello storico risultato, raggiunto nel corso del consiglio regionale del 22 febbraio scorso, in cui il consigliere regionale si è fortemente adoperato per far approvare dalla massima assemblea elettiva calabrese il pacchetto di leggi di contrasto al fenomeno della ‘ndrangheta in regione”.

Il segretario della Commissione regionale contro il fenomeno della ‘ndrangheta, Salvatore Pacenza (Pdl), esprime tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza al consigliere regionale Salvatore Magarò, attuale presidente della medesima commissione consiliare. L’esponente istituzionale di centrodestra, infatti, è stato purtroppo fatto bersaglio dell’ennesimo atto intimidatorio perpetrato ai danni di un amministratore pubblico calabrese. Ignoti, nella scorsa serata, hanno esploso sette colpi di pistola calibro 7,65 contro il portone condominiale del palazzo dove ha sede la segreteria politica del consigliere regionale a Cosenza.

“Davanti al proliferare di tali episodi – prosegue l’onorevole Salvatore Pacenza – sono sempre di più convinto che, essi, siano da considerarsi come il segno tangibile ed eclatante della debolezza che pervade, negli ultimi tempi, le organizzazioni criminali calabresi. Senza dubbio, le cosche calabresi, sono seriamente disturbate dagli anticorpi messi in campo da questa Amministrazione regionale per arginare i loro loschi affari. Al contempo, però, noi rappresentanti delle istituzioni calabresi, non siamo per niente scoraggiati dall’atteggiamento ostile messo in campo dalla criminalità organizzata. Anzi, ai cittadini della regione assicuriamo, fin da subito, che andremo ugualmente avanti in questa lotta per assicurare progresso e civiltà alla Calabria onesta e lavoratrice”.

 

Un simpatico carnevale con circa 200 spettatori e 40 sfidanti che hanno sfilato vestiti con abiti che richiamavano soprattutto i personaggi delle fiabe dei fratelli Grimm. Nella mattinata di domenica 6 marzo, piazza Mercato si è riempita di bambini vestiti da Capuccetto Rosso, Biancaneve, Hansel, Principe, Fatina, Strega ecc. Per vincere la competizione i partecipanti dovevano sfilare con abiti che si richiamavano appunto alle famose fiabe dei fratelli Grimm. A valutare gli sfidanti ci ha pensato una giuria composta da alunni che studiano il tedesco nella scuola dell’obbligo. La giuria ha scrupolosamente applicato il regolamento ed ha assegnato nella categoria baby il terzo posto a pari merito a Paolo Campisi, vestito da Folletto, a Alessia Laterza vestita da pagliaccio e a Gabriella Attanasi vestita da Principessa. Il secondo posto è andato sempre a pari merito a Giulia Gulla, vestita da Biancaneve, a Domenico Todaro vestito da Principe e a Maria Rosaria Villirillo vestita da Principessa. Il primo posto della categoria baby se lo è aggiudicato tra un mare di applausi M. Francesca Laterza vestita da Cappuccetto Rosso. Nella categoria scuole elementari il terzo posto è andato a Rosa Scuteri vestita da Biancaneve, il secondo a Antonio Campisi vestito da Hansel ed il primo a Alessandro Campisi che ha partecipato alla competizione indossando gli abiti del Principe.

Nella categoria scuole medie il terzo premio è andato a Roberta Campisi che si è presentata vestita da Strega, il secondo a Natalia Montefusco con i panni di Pierrot. Il primo premio se lo è aggiudicato Ludovica Balzano che ha sfilato con un abito Tirolese. Nella categoria adulti il primo premio è stato assegnato a Leo Belassai vestito da Mago Merlino, secondo e terzo posto sono andati a Vittoria Villirillo e Walter Ute vestite da Albert Einstein. Oltre ai vincitori, tutti i concorrenti hanno ricevuto gli applausi del pubblico. Di certo si può dire che non è mancata l’inventiva e la simpatia, un concorrente si è presentato per esempio vestito da Indiano emigrato in Germania, un altro ha gareggiato nei panni di Punk delle fiabe.

L’evento è stato organizzato dalle associazioni  Castelfiaba e Amici del tedesco. Da sfondo musica, dolci, applausi e soprattutto divertimento. A termine competizione, Lucia Bellassai, direttore artistico di Castelfiaba, ha invitato i bambini ad un simpatico “Ballo della mela”. Sia gli Amici del tedesco che Castelfiaba hanno sottolineato il fatto che quando si collabora per costruire, i risultati non tardano a venire. Analoga manifestazione si è svolta il giorno prima nella scuola elementare di Santa Severina. All’evento di Santa Severina dovevano partecipare anche 102 bambini di Cirò Marina che sono stati però fermati a causa di un blocco della statale 106. Archiviata questa edizione, si inizia già a pensare a quella del prossimo anno.

Le aziende operanti nei settori moda (abbigliamento, accessori, calzature), design (design interno/esterno), arredamento, ambiente ed energia, agroalimentare, farmaceutico/sanitario avranno tempo sino al prossimo 15 Marzo per presentare la manifestazione di interesse per partecipare alla missione commerciale multisettoriale in Grecia organizzata da Promofirenze in collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio italiane ed il patrocinio di Unioncamere.

La missione avrà luogo ad Atene e prevederà anche la presenza di operatori provenienti da Salonicco

A favore delle aziende interessate la Camera di Commercio Italiana ad Atene realizzerà gratuitamente una verifica preliminare, sulla base del profilo di cooperazione compilato, allo scopo di comprendere se l’offerta commerciale/industriale possa essere d’interesse per le potenziali controparti greche. Successivamente, in caso di esito positivo dell’analisi preliminare, per ciascun partecipante la Camera di Commercio Italiana ad Atene attiverà un’attenta ricerca e selezione di potenziali partner e la predisposizione di un’agenda personalizzata di incontri B2B.

Il Programma della missione prevede la partenza della delegazione italiana il 27 Aprile prossimo con arrivo ad Atene lo stesso giorno mentre dal 28 al 29 dello stesso mese si terranno gli incontri d’affari.

La quota di partecipazione per ogni azienda è di Euro 700,00 (+IVA) (escluso viaggio e alloggio). L’importo include l’organizzazione di incontri bilaterali sulla base di un’agenda individuale che sarà consegnata in anticipo, l’assistenza in loco di personale specializzato, il servizio di interpretariato (non esclusivo), il vitto nelle giornate degli incontri.

Per attivare il servizio gratuito di pre-verifica, non impegnativo per l’azienda, è possibile compilare la Scheda profilo, reperibile sul sito istituzionale della Camera di commercio di Crotone, unitamente alla Nota Informativa della missione.

La scheda compilata va inviata via fax al numero 055 2671404 entro il 15 marzo p.v.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la dott.ssa Marinetta D’Agostino (tel. 055 2671625, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Il coordinatore regionale dell' ANPAR( Organismo Internazionale di Conciliazione e Arbitrato), Luigi Quintieri, ha incontrato nei giorni scorsi, presso la sala riunioni dell' ufficio di conciliazione di Crotone, tutti i conciliatori ANPAR della provincia. Nel corso dell'incontro , il coordinatore, ha dato le ultime indicazioni , per rendere operativi da subito gli uffici di conciliazione anpar dell' intera provincia. Considerato che, ormai tra qualche giorno, il tentativo di conciliazione sara' obbligatorio e, pertanto , per numerose materie di diritto civile e commerciale, non si potra' piu' adire direttamente il tribunale, ma occorrera', rivolgersi agli Organismi di conciliazione, deputati dal ministero della giustizia a gestire i tentativi di mediazione e conciliazione. In vista, di questo, importante appuntamento e per dare una maggiore e gratuita assistenza ai cittadini, l' Avv. Quintieri, ha disposto l' apertura di tutti gli uffici di conciliazione anpar della provincia di Crotone, nei giorni martedi e giovedi dalle ore 16 alle 19. L ' ufficio provinciale di conciliazione, sito in localita' Botteghelle, nei pressi della stazione ferroviaria, presso gli uffici tecnici della provincia di Crotone, gia' dal prossimo 10 marzo dalle ore 16 sara' aperto al pubblico. Quindi tutti i cittadini della citta', potranno approfittare di questa opportunita', per conoscere il nuovo istituto della mediazione civile che, se conosciuto sara' sicuramente amato dai cittadini stessi che, da anni lamentano i tempi lunghi e le eccessive spese di un processo civile. La conciliazione e' semplice da avviare, si deve concludere in massimo 120 giorni ed e' esente da imposte,contributi e tasse.Sono previste delle esigue spese, predeterminate  in base al valore della lite e che comunque sino ad un massimo di € 500, potranno essere rimborsate a titolo di credito d' imposta.

Venerdi 11 prossimo alle ore 12.30, presso la sala biblioteca del Presidio Ospedaliero, l’Asp di Crotone presenterà il progetto di cui l’azienda ha ottenuto il finanziamento nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico.

Il Commissario Straordinario Prof. Nostro Rocco A., è riuscito, anche grazie l’apporto delle forze politiche regionali, ad ottenere dal Ministero dell’ambiente l’approvazione di un cospicuo finanziamento, pari a circa 6 milioni di euro, per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico dell'edificio ospedaliero e di produzione di energia da fonti rinnovabili.

L’importante successo è il risultato di una valida ed attenta opera di progettazione prodotta dal Consorzio EnergAS, struttura consortile costituita tra esperti delle quattro Aziende Sanitarie pubbliche : ASP di Cosenza, ASP di Crotone, ASP di Vibo Valentia e l'Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il detto Consorzio “EnergAS”, presieduto da Giovanni Giannini, e coadiuvato dagli ingegneri Nicola Buoncristiano, dell’Asp di Cosenza e Giuseppe Cutrì dell’Asp di Crotone, ha prodotto gli atti progettuali meritevoli di ammissione al finanziamento ministeriale del 100%.

La conferenza stampa servirà ad illustrare le caratteristiche del progetto ed il crono- programma delle fasi secondo cui esso si svilupperà fino alla realizzazione completa.

I tempi previsti, infatti, per il completamento dell’opera sono abbastanza ristretti ed appunto il suo completamento è ipotizzato entro i dodici mesi.

Tale progetto prevede una serie di interventi che consentiranno all’Asp, e specificamente alla struttura Ospedaliera del San Giovanni di Dio di pervenire ad elevati traguardi di efficienza nei consumi energetici ottenendo una serie vistosa di ammodernamenti contestuali.

Sarà completamente rifatto l’involucro dell'Ospedale di Crotone realizzando, al di fuori della attuale struttura perimetrale, un adeguato “cappotto termico", impiantando in esso  infissi esterni a "ridotto disperdimento termico", nonché rifacendo gli impianti illuminanti che verranno resi “intelligenti” perché dotati di autospegnimento ed innovativi perché funzionanti con la tecnologia a “led”.

Inoltre sarà, contemporaneamente realizzato un impianto di "trigenerazione" per la produzione di energia elettrica, del caldo e del freddo, con grandi risparmi evidenti per i conti economici della azienda.

Saranno infatti, i detti interventi, tutti mirati a consentire, alla azienda sanitaria, un sensibile abbattimento dei costi con contestuale drastica riduzione dei consumi e delle emissioni.

la Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone è stata la sola della Calabria ad avere ottenuto il finanziamento e anche alla celerità impressa dal Commissario Straordinario è stata la prima a raggiungere il risultato della decretazione Ministeriale a suo favore ed alla pubblicazione del bando.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI