Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 19 Luglio 2019

GRUPPOFOLK

 

“Sono ampiamente soddisfatto della partecipazione della nostra provincia alla 31^ edizione della Bit di Milano. E’ stato fatto un lavoro certosino che mi auguro potrà concretizzarsi in un concreto ritorno per le tante strutture turistico-ricettive, piccole e grandi, del nostro territorio già dalla prossima stagione”. Così il presidente della Provincia di Crotone, Stano Zurlo, in occasione della conclusione della Borsa Internazionale del Turismo che domenica 20 febbraio ha chiuso i battenti nel capoluogo lombardo. Dopo le giornate di giovedì 17 e venerdì 18 dedicate prevalentemente agli operatori del settore, sabato 19 e domenica 20 la Bit è stata presa d’assalto dal pubblico dei dei futuri vacanzieri, che hanno affollato i padiglioni alla ricerca di offerte e delle destinazioni più accattivanti per le prossime vacanze. Lo stand del territorio Crotonese, presente all’interno del Villaggio Calabria al padiglione 3, è stato, sia sabato che domenica, visitato dai tanti avventori della fiera che hanno avuto occasione di ricevere il materiale illustrativo sull’offerta turistica ed alberghiera che caratterizza la provincia di Crotone. La dotazione del materiale a disposizione nello stand si è rivelata sufficiente nell’accogliere le richieste di quanti, dovendo pianificare la vacanza 2011,  sono alla ricerca delle informazioni utili per meglio ottimizzare i giorni di visita sul territorio. La guida all’Ospitalità Crotonese, le brochure dei Comuni, le proposte per le escursioni, il materiale prodotto dall’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” sono stati distribuiti sul desk dello stand dal personale in servizio.

STAND1

 

Particolarmente gradito, è stato, il calendario 2011 dell’Amp con le immagini della particolarissima flora e fauna che caratterizzano questo incontaminato angolo della costa crotonese.  Forte attrazione nello stand, la presenza anche nella giornata di sabato, del gruppo folk “I Canterini di Aesylon”. Il gruppo ha intonato canti e balli nei tipici costumi della tradizione calabrese suscitando l’interesse da parte di tanti spettatori che hanno colto l’occasione per immortalarne le esibizioni con videocamere e telefonini. Buona la diffusione, anche attraverso il gruppo folk, del pieghevole di “Crotone con Gusto” che ha richiamato l’attenzione degli interessati ad una vacanza nel segno dell’enogastronomia e della riscoperta della tradizione. Nello spazio espositivo della Provincia di Crotone, nella giornata di sabato alcuni albergatori hanno avuto modo di intrattenersi con il pubblico ed illustrare le proposte delle proprie imprese alberghiere. Particolarmente gradita la presenza allo stand dell’emittente radiofonica calabrese “Cometa Radio” che ha condotto in diretta uno speciale BIT con interviste ed approfondimenti, dando voce alle persone presenti nello spazio espositivo della Provincia, ai rappresentanti della delegazione della Regione Calabria nonché di personalità del mondo turistico calabrese. Soddisfazione è stata espressa dai consiglieri provinciali Umberto Lorecchio ed Alfonso Proietto, presenti a Milano nonché da Raffaele Rio, dirigente del Dipartimento Turismo della Regione.

 

Inutili, prive di senso e fuori luogo e contesto sono state le parole del senatore della Lega Nord Piergiorgio Stiffoni durante la visita a Crotone del Comitato Parlamentare “Schengen-Europol-immigrazione”.

Nonostante i gravosi problemi, nonostante la mancanza di strutture, nonostante la totale assenza di una politica sociale, la comunità crotonese riesce a dare quotidianamente delle risposte determinate.

In merito alla sicurezza, il grande valore dimostrato dall’azione delle forze dell’ordine e dal lavoro investigativo delle procure antimafie e territoriali, dimostra che non c’è bisogno di ronde speciali.

Inoltre con il loro impegno quotidiano anche la Chiesa, il volontariato, la cooperazione cercano di dare una risposta alle situazioni di emergenza presenti sul territorio crotonese, come dimostra l’ultima iniziativa messa in campo dalla Caritas della parrocchia S. Rita di Crotone, dalla Caritas Diocesana e dalla Cooperativa Sociale Kroton Community, il progetto “On the road”. Nato come strumento per supportare situazioni emergenziali presenti in città, “On the road” è realizzato grazie a giovani che, con l’ausilio di un camper, distribuiscono beni di prima necessità per coloro che vivono sulla strada a cominciare dagli immigrati. Ecco la risposta solidale ed utile.

Si è svolto nella mattinata di ieri a Crotone presso la sala Pitagora della Camera di Commercio di Crotone l’importante seminario sul tema “Vitivinicoltura biologica: nuovo quadro normativo e prospettive di sviluppo in Calabria” organizzato da Unioncamere Calabria - Desk Enterprise Europe Network (EEN) in collaborazione con la Camera di Commercio di Crotone e I.C.E.A. (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale).

 

I lavori, coordinati da Donatella Romeo Segretario Generale della Camera di Commercio di Crotone e di Unioncamere Calabria, sono stati introdotti dal Presidente Fortunato Roberto Salerno il quale si è espresso con toni positivi e di incoraggiamento sul delicato tema del vino tanto caro al territorio calabrese per vocazione produttiva di eccellenza.  “Ringrazio i relatori presenti oggi e in particolare la Regione Calabria – ha detto Salerno - perché il seminario di oggi dimostra tutto il nostro interesse verso il valore delle produzioni biologiche agroalimentari ed in particolari vitivinicole. Oggi, sempre più pregnante è l’esigenza di informare il consumatore finale ormai consapevole ed esigente. Di fatto questo è un seminario che bene si inserisce nel percorso già avviato qualche mese fa con la giornata dedicata alla formazione e informazione sull’etichettatura dei prodotti agroalimentari.”

“Dobbiamo combattere la concorrenza – ha continuato Salerno - solo attraverso l’innovazione questo è possibile e dedicarsi al biologico può significare, in una prima battuta, dei costi di gestione superiori anche se sicuramente nella GDO europea e direi mondiale  sempre più aree sono dedicate proprio al biologico. Unirsi e realizzare azioni sinergiche significa avere la forza di crescere per cogliere meglio le opportunità che la Comunità Europea e la Regione Calabria ci pongono innanzi. Non mancano le risorse ma ci vuole la progettualità e propositività.”

 

Di grande attualità e pertinenza sia tecnica che strategica l’intervento di Giacomo Giovinazzo, Dirigente settore 2 Valorizzazione e promozione produzioni agricole e filiere produttive - Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione della Regione Calabria il quale ha portato anzitutto i saluti dell’Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra evidenziando l’utilità e l’interesse che le tipologie di seminario come quella odierna possono offrire. “Abbiamo 1400 ettari di vitivinicoltura biologica in Calabria – ha detto Giovinazzo - un dato straordinario che ci deve indurre a far conoscere il valore del nostro patrimonio produttivo ed a diversificarne le produzioni.”

 

Il seminario ha previsto qualificati ed esaustivi interventi tecnici condotti da Maurizio Agostino, Responsabile ICEA Calabria e da Vito Bartucca, Tecnico Controllore ICEA che hanno passato in rassegna, con dovizia di dettagli e gli opportuni approfondimenti, sia il nuovo quadro normativo dell'agricoltura biologica europea che il  metodo biologico e le innovazioni delle tecniche di coltivazione dei vigneti e di trasformazione delle uve, nonché le opportunità di mercato del vino biologico.

 

Presente un parterre interessato e partecipe di operatori viticoli, trasformatori, tecnici consulenti, controllori oltre ai rappresentanti del Consorzio di Tutela Vini D.O.C. Cirò e Melissa ed a qualificate presenze istituzionali come il Dott. Lorecchio, Consigliere Delegato all’Agricoltura della Provincia di Crotone.

 

Al termine, inoltre, i soggetti accreditati hanno avuto degli incontri individuali specialistici e gratuiti con i consulenti esperti ICEA, Istituto Certificazione Etica e Ambientale per approfondire l’interessante tema del vino biologico oggetto della giornata seminariale.

 

DSC03678

 

La '' Fondazione Casa della Carità “ Maria SS.Addolorata” di Scandale (KR),  ha ospitato la conferenza di presentazione del laboratorio di apicoltura realizzato con il sostegno di EnelCuore. Sono intervenuti: Domenico Graziani, Arcivescovo della diocesi Crotone- S. Severina, Antonella Stasi, vice presidente della giunta regionale Calabrese, Iginio Carvelli e Fiorina Ierardi , rispettivamente direttore e presidente della “Fondazione Casa della Carità “ Maria SS.Addolorata”. “L’ esistenza di realtà sociali come la vostra e le attività che portate avanti in favore dei giovani meno fortunati mi fa ben sperare che la Calabria riesca a trovare soluzione positiva ai tanti problemi che abbiamo di fronte – ha sottolineato Antonella Stasi, vice presidente della giunta regionale della Calabria - e ciò nonostante le difficoltà, non solo di carattere economico, che affliggono la nostra regione” . Sua Eccellenza, Monsignor Domenico Graziani, ha ripercorso la vita di Don Renato, fondatore della Comunità, con pieno apprezzamento per gli attuali continuatori della sua opera, che con grandi sacrifici anche personali “ accolgono giovani che provengono da ogni parte del mondo, e come Don Renato e S. Valentino, provano a dotarli di un del corredo culturale e patrimoniale per metterli in condizione di realizzare una esistenza dignitosa.” Il progetto, elaborato dalla “Fondazione Casa della Carità “ Maria SS.Addolorata” di Scandale (KR), è stato pensato per realizzare un laboratorio di apicoltura con il quale facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi ospiti delle case famiglia “Padre Pio” e “San Renato, per educare i ragazzi, tutti, al rispetto per la natura e per le risorse del nostro territorio. Nel laboratorio di apicoltura si svolgeranno attività didattiche accompagnate da iniziative operative, lezioni tecniche di apicoltura, sì da agevolare l’avvio del lavoro dei ragazzi, anche con il coinvolgimento di due aziende già operanti nel settore, l’azienda apistica De Biase Nicola e l’azienda apistica Albo Luigi quest’ultimo anche Presidente del settore apistico degli allevatori della provincia di Crotone, Il fine ultimo del progetto, quindi, oltre a stimolare ed insegnare le tecniche apistiche ai giovani, è quello di offrire uno strumento per coinvolgere i ragazzi stranieri, sempre più presenti nelle strutture della Fondazione, i quali, raggiunta la maggiore età, si trovano ad affrontare il problema dell’occupazione spesso sprovvisti di un titolo scolastico e /o di un mestiere.

EnelCuore è la Onlus di Enel nata nel 2004 con lo scopo di dar vita a iniziative di solidarietà sociale in Italia e all’estero. Gli interventi che promuove l’Associazione in partnership con altre associazioni, ong, istituzioni e con il mondo del volontariato, hanno un carattere tangibile, concreto, misurabile e si inquadrano in aree specifiche quali: l'assistenza sociale e socio-sanitaria, l’accoglienza dei soggetti svantaggiati, in particolare i bambini e gli anziani; l’educazione, attraverso la costruzione di scuole e centri di formazione nei paesi in via di sviluppo. Un'attenzione speciale va alle persone disabili, a favore delle quali Enel Cuore sostiene progetti di socializzazione e di integrazione soprattutto attraverso lo sport. Dal 2004 ad oggi Enel Cuore ha devoluto circa 40 milioni di euro e realizzato 431 progetti in Italia e all'estero

La visita del comitato Schengen presso il CARA di S.Anna ha consegnato alle cronache pareri positivi, ed ovviamente legati al modo di fare accoglienza del nostro territorio.

Naturalmente le difficoltà sono tantissime, specie al di fuori del centro.

L’arrivo massiccio di immigrati infatti, mette di nuovo in discussione la capacità del territorio e dei suoi cittadini, di convivere con persone di altre culture.

Fino ad ora, tranne per casi minori, la gestione da parte dei sindaci e delle associazioni è stata ben gestita, nonostante non ci sia stato alcun supporto economico da parte dello Stato.

Il componente Leghista del comitato, Stiffoni, ha dichiarato invece che se gli immigrati creano problemi, è perché i sindaci non sanno mantenere la sicurezza e che dalle sue parti invece, quando ce n’è di bisogno, i cittadini si trasformano anche in sceriffi. Della serie: “Giustizia fai da te”.

Ebbene, vogliamo ricordare al Senatore Stiffoni, che si parla innanzi tutto di essere umani in difficoltà, e non di delinquenti certi.

L’accoglienza non si fa con i manganelli, ma creando servizi, e soprattutto dando la possibilità al migrante di interagire con il territorio. L’immigrazione, se saputa gestire, può essere una risorsa immensa dal punto di vista sociale e culturale, ed il nostro territorio finalmente sta entrando in questa ottica.

E noi in tal senso, possiamo diventare veramente punto di riferimento e città dell’accoglienza, perché a differenza di quanto dichiarato dal senatore Stiffoni, ci asteniamo fermamente dall’utilizzo della repressione.

Il nostro modello di accoglienza è difatti basato dal rispetto reciproco e dalla consapevolezza che non siamo tutti uguali, e di conseguenza le differenze vanno conosciute prima e condivise poi.

Faccio quindi un nuovo appello a tutte le istituzioni ed alla classe politica, affinché  si forniscano ulteriori strumenti che permettano a chi lavora in questo campo, di migliorarsi e creare veramente le condizioni necessarie alla civile convivenza.

Le difficoltà sicuramente non mancheranno, ma dovremmo comunque evitare di creare allarmismi inutili, come ad esempio il rischio sanitario che l’affluenza di migranti può determinare. Queste, per quanto ci riguarda, e dati alla mano, sono infatti affermazioni assolutamente pretenziose e pericolose. Non lanciamo come gli scorsi anni inutili allarmi, che non fanno altro che provocare dannosa diffidenza ed inutile paura.

Pino De Lucia Lumeno

Presidente Coop.Sociale Agorà Kroton

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI