Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 02 Dicembre 2020

Cassano Ionio - Giovanni Papasso e la sua coalizione ha celebrato il primo maggio a Doria con i lavoratori

Nel giorno in cui si celebrava la festa del lavoro Giovanni Papasso e la coalizione di centrosinistra hanno deciso di scendere in piazza a Doria, e festeggiare il primo maggio assieme a tutti i lavoratori di Doria e di Cassano. “Il primo maggio non poteva che essere festeggiato qui a Doria – ha spiegato Papasso, intervenendo sul palco – vero centro produttivo del Comune che merita rilancio”

Giovanni Papasso da Doria è tornato a denunciare, dopo il reportage compiuto nelle scorse settimane ed andato in onda sulla tv della città – il grave pericolo per la salute pubblica a causa dell’abbandono della Clinica Madonna delle Grazie a Sibari. La situazione trovata e documentata da Giovanni Papasso e da alcuni candidati della sua coalizione è davvero grave: Medicinali scaduti e lasciati incustoditi in ogni dove, siringhe sparse. Arredi divelti, strumentazione medica abbandonata e resa disponibile a tutti, vetri rotti, ingresso spalancato a chiunque, ed ancora cartelle cliniche con i nominativi dei pazienti sparse in ogni piano della struttura, insomma uno scenario da far rabbrividire. “Così si presenta la Clinica Madonna delle Grazie di Sibari, l’unica struttura ospedaliera nel territorio di Cassano allo Ionio che per anni ha offerto a tutta la collettività un servizio sanitario importante. tanto che molti cassanesi sono nati lì e chiusa nel 2007”

“Siamo rimasti sconcertati dalla situazione che abbiamo trovato alla Clinica di Sibari – ha denunciato Papasso e con noi tutti i cittadini che in questi giorni hanno apprezzato il fatto che abbiamo documentato qualcosa di orribile nel nostro comune. Sono meravigliato che gli amministratori del comune in questi cinque anni non abbiano mai preso alcun provvedimento contro tale situazione che mette a rischio la salute pubblica. Uno spettacolo indecoroso, tutti possono accedere alla clinica, gli animali entrano ed escono e portano all’esterno quei medicinali con un grave pericolo per la salute. Noi pensavamo che il Comune fosse già intervenuto o che intervenisse immediatamente per fronteggiare questa grave situazione, a ridosso di residenze private e sin anche ad una scuola elementare. Una cosa gravissima – ha denunciato Giovanni Papasso -Senza fare polemiche con nessuno, chiediamo ora al Prefetto di Cosenza, ai Nas di intervenire urgentemente, visto che sin ad oggi il comune se n’è completamente disinteressato, per bonificare l’area ed impedire, per lo meno, che tutti possono accedere all’interno della clinica. Vedete abbiamo documentato una situazione davvero allarmante, siamo sin anche penetrati nelle sale operatorie, aperte a tutti e lì c’è qualcosa di gravissimo, fetore terribile e pericolo grave per la salute pubblica. Mentre diciamo e denunciamo queste cose, poniamo sempre quegli interrogativi che la gente si pone: Perché la Clinica Madonna delle grazie è stata abbandonata così? Perché tale disinteresse? Dove finiranno i posti accreditati alla clinica di Sibari chiusa? Forse sono stati trasferiti in altri luoghi della nostra provincia o regione? Come mai la proprietà la lascia perire così? Si tratta di interrogativi seri a cui qualcuno dovrebbe risponderci, lo chiedono tutti i cittadini. La clinica aveva negli ultimi tempi problemi di manutenzione straordinaria ma era una bella struttura – ha continuato Papasso - ed allora ci chiediamo perché non si è mai pensato di convertirla per realizzare altri servizi, tipo una struttura per anziani. Ribadisco si tratta di interrogativi che noi poniamo senza alcun intento strumentale, perché vogliamo confrontarci con il candidato a sindaco Lione sui problemi che abbiamo documentato nel nostro comune, in un confronto pubblico, aperto, senza attacchi personali. Purtroppo Mimmo Lione, nonostante sia stato chiamato da diverse testate di stampa e radio locali, per un confronto pubblico con il sottoscritto si è sempre sottratto ed allora noi abbiamo deciso di fare un viaggio con i nostri ragazzi nel comune e documentare tutto quello che non va, ed è davvero tanto, senza strumentalizzazioni perché per ogni bruttura del nostro comune abbiamo sempre fatto una proposta per risolvere il problema ed abbiamo sempre iniziato dicendo che non volevamo fare polemica con nessuno. Per noi questo è il modo di fare politica, individiare il problema, fare proposte e confrontarci, questo è il nuovo, questa è la vera democrazia, mi spiace che il centrodestra e Mimmo Lione non l’abbiano capito ed allora cercano di riparare al grave danno copiando le nostre iniziative e cercando di attaccarci personalmente, degni paladini di una politica vecchia, superata, fatta di padroni, in cui la libertà e democrazia non esiste.

Noi avevamo il dovere di sollevare questo grave della clinica – conclude Papasso - che questa amministrazione comunale ignora da ben 5 anni. Avevamo un dovere civile, politico e morale di sollevare questa questione. Purtroppo nonostante questo coraggio c’è chi persiste nel silenzio che i cittadino non apprezzano, ed anzi, rabbrividiti da una simile situazione ,ci hanno detto di essere con noi e che sono sicuro ci regaleranno ala vittoria, punendo così coloro che si sono disinteressati di questo ma anche di altri gravi problemi di questo comune”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI