Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 18 Ottobre 2019

Saracena - Rifiuti, sistema Pollino a rischio

Raccolta dei rifiuti e differenziata, il, sistema virtuoso avviato a Saracena, studiato, riconosciuto e apprezzato in Calabria  e nel resto del Paese, oggetto di diversi approfondimenti giornalistici nazionali, rischia di essere definitivamente compromesso, e con esso l’intero sistema di raccolta territoriale, a causa dei costi economici non più sopportabili, conseguenza diretta delle scelte irrazionali e scellerate dell’Ufficio del Commissario per l’Emergenza Ambientale.

E’, questa, la denuncia pubblica del Sindaco di Saracena, Mario Albino GAGLIARDI, contenuta in una diffida trasmessa, oltre che all’Ufficio del Commissario, anche all’Assessore Regionale all’Ambiente Francesco PUGLIANO e, per conoscenza, al Prefetto di Cosenza Raffaelle CANNIZZARO.

Ultima goccia che ha fatto traboccare lo già stracolmo vaso di incongruenze reiteratamente denunciate dal Primo Cittadino di SARACENA è l’ultima comunicazione dello stesso Commissario, la N.1177 dello scorso 31 gennaio 2012 con la quale viene disposto il conferimento della frazione indifferenziata presso l’impianto di trattamento in località Gallù Carratello del Comune di PIANOPOLI in provincia di Catanzaro, inveve che in quello di LAMEZIA TERME.

GAGLIARDI contesta gli eccessivi costi di trasporto e chiede che vangano ripristinate al più presto, per queste ragioni, le condizioni perché il Comune possa riprendere a conferire la frazione di indifferenziata presso la discarica comunale di Cassano allo Ionio.

Nella lettera si informa, inoltre, che l’ufficio legale comunale sta valutando l’ipotesi di citare in giudizio lo stesso Ufficio del Commissario per il grave danno finanziario causato fino ad oggi.

Ed a tal fine, per ribadire l’assurdità di scelte e meccanismi che, di fatto, vanificano gli sforzi, gli investimenti comunali e l’innovazione messa singolarmente in campo da SARACENA, il Primo Cittadino ripercorre tutte le fasi e le ordinanze paradossali susseguitesi negli ultimi mesi ed anni.

GAGLIARDI ricorda all’Ufficio del Commissario che SARACENA è divenuto punto di eccellenza nell’attuazione del sistema della raccolta differenziata porta a porta di tipo spinto e, dal 2010, cittadina pioniera della tracciabilità telematica dei rifiuti con i lettori di codici a barre, attraverso l’affidamento del servizio all’Azienda Speciale Pluriservizi e, quindi, fuoriuscendo dal sistema regionale delle società miste che – scrive il Sindaco – tanti danni economico-finanziari e ambientali ha provocato e continua a provocare!

Il Sindaco ricorda gli ingenti investimenti messi in atto dal Comune per arrivare a questi risultati di civiltà, annunciando da ultimo l’attivazione, a breve, di un’isola ecologica di superficie pari a 5000 metri quadrati, per un investimento di 233.000 euro, di cui solo 60.000 a carico della Regione Calabria e la restante parte garantita dal Comune con mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti.



All’Assessore PUGLIANO, infine, GAGLIARDI chiede si attivare al più presto le procedure finalizzate a dismettere l’Ufficio del Commissario, per programmare un nuovo sistema virtuoso, di concerto con gli enti locali.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI