Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Novembre 2020

Rossano - Crisi, adeguamento alle normative nazionali

Certificati e dichiarazioni sostitutive, gli uffici comunali si conformano alle disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, imposte dalla Legge di Stabilità, varata dal governo MONTI. Il Sindaco si rivolge ai cittadini: stiamo solo applicando quanto ci chiede l’Esecutivo Nazionale, cercando in  tutti i modi di evitare che gli effetti della crisi ricadano sulla Città.


Nonostante il periodo di crisi conclamata dell’intero Paese e le numerose imposizioni e tagli a catena da parte del Governo nazionale – dichiara il Primo Cittadino – ci stiamo impegnando a trovare nuove soluzioni per ridurre il peso sui cittadini e per creare agevolazioni economiche ed opportunità nuove. Pur evidentemente obbligati ad adeguarci a quanto prescritto dal governo MONTI, in questa fase di crisi mondiale e nazionale, in vista del  prossimo bilancio – conclude ANTONIOTTI – stiamo cercando ogni soluzione che possa recare vantaggio ai commercianti, ai giovani, al centro storico ed a tutte le fasce sociali più deboli. La nostra capacità di ascolto, soprattutto in questa delicatissima fase nazionale, non soltanto non viene meno diventa la forma più sincera di dialogo e di condivisione per uscire al più presto da una parentesi di ristrettezze che, di fatto ed a prescindere dalle nostre intenzioni, blocca e danneggia tutto e tutti.



Intanto – fanno sapere gli uffici – dallo scorso primo gennaio, con l'entrata in vigore dell'art. 15 della legge 183/2011, nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e con i gestori di pubblici servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalla dichiarazione sostitutiva obbligatoria.



I cittadini che dovranno attestare la propria condizione anagrafica (residenza, stato di famiglia, cittadinanza etc.) dovranno obbligatoriamente avvalersi dell'autocertificazione e tutte le amministrazioni pubbliche (stato, regioni, enti locali, enti gestori di pubblici servizi) saranno obbligate ad accettarle, salvo poi disporre delle facoltà di verifica previste dalla legge.



Il cittadino deve, pertanto, presentare o spedire agli uffici pubblici ed ai gestori di pubblici servizi (Enel, Telecom, Aci, Gestori di Trasporti Pubblici) una dichiarazione personale, su carta semplice, attestante quanto avrebbe dovuto essere contenuto nei certificati, sottoscritta in presenza del dipendente addetto o spedita unitamente a fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore. La stessa dichiarazione, presentata a soggetti privati, necessita dell'autentica della sottoscrizione da fare presso l'Ufficio Anagrafe.



Per la dichiarazione sostitutiva di certificazione, non si paga né l’imposta di bollo né i diritti di segreteria. L’autenticazione della sottoscrizione, solo per le dichiarazioni sostitutive di atto notorio, da presentarsi ai soggetti privati, è soggetta all’imposta di bollo di 14,62 Euro ed ai diritti di segreteria di 0,52 Euro.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI