Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1063 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1565 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1085 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1788 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2549 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2050 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2043 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1993 Crotone

Porto di Diamante, ritardi dovuti a importante scoperta

Preg.mo Direttore,

la stampa locale di questi giorni sta dando risalto ai ritardi nella costruzione del porto di Diamante. Dispiace dover però anche rilevare che alla Soprintendenza venga attribuita una parte della responsabilità, per un fantomatico ulteriore blocco (sic!). Al riguardo è bene specificare che le indagini in corso sono di fatto terminate ma necessitano di un’ultima tranche, consistente nella rimozione con mezzo meccanico di alcuni scogli e nel restauro (da effettuarsi in laboratorio) dei reperti recuperati. Dette operazioni potranno avere luogo però solo nel momento in cui il cantiere verrà dotato delle attrezzature necessarie che, come tutte le precedenti operazioni, sono a carico del progetto.

La scoperta, di assoluto rilievo nel panorama dell’archeologia subacquea dell’Italia meridionale degli ultimi anni, consiste nei resti di un importante carico della prima metà del III secolo a.C., costituito da numerose anfore greco-italiche e spiaggiato in occasione di una mareggiata nel quadro di traffici tra il golfo di Napoli e la Sicilia. A questo proposito rincresce piuttosto lamentare il fatto che la mancata conclusione delle operazioni abbia impedito la partecipazione al 51° Salone Nautico Internazionale tenutosi proprio nella scorsa settimana a Genova, come il Ministero avrebbe auspicato. Siamo quindi costretti a concludere come - piuttosto che alimentare sterili polemiche - sarebbe preferibile valutare bene l’impiego delle proprie risorse, indirizzandole verso una compiuta valorizzazione, vista la ricchezza e l’importanza del patrimonio presente in Calabria.

Ringrazio per lo spazio concesso e porgo distinti saluti.

 

Simonetta Bonomi

Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI