Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 15 Dicembre 2019

La Guardia di Finanza sequestra due discariche abusive

Nell’ambito delle attività di perlustrazione e controllo economico del territorio, le Fiamme Gialle cosentine hanno sottoposto a sequestro due discariche abusive.

 

La prima è stata individuata dai finanzieri della Compagnia di Sibari; un’area di oltre 2.000 mq. dove erano stati ammassati cumuli di rifiuti speciali di ogni genere che deturpavano una parte del meraviglioso paesaggio della sibaritide, a due passi dagli scavi della meravigliosa Sybaris.

 

L’attività svolta dai finanzieri si è conclusa con il sequestro dell’area e con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di C.L., di 46 anni, titolare di una società operante nel settore della coltivazione di fiori.

 

Un altro “cimitero” a cielo aperto è affiorato sul versante opposto, e precisamente nei pressi dell’area mercatale di Paola, dove, ad operare questa volta, sono stati i finanzieri della locale Compagnia.

 

La discarica, di circa mq. 1000, era ricettacolo di pericoloso materiale inquinante come, pneumatici, televisori completi di tubo catodico, batterie di autovetture esauste, elettrodomestici, materiale di risulta.

 

La sorpresa è stata scoprire che, oltre a materiale di scarto, nel sito erano state abbandonate anche numerose autovetture, abilmente occultate tra le sterpaglie come se la stessa zona, benché vicina ad abitazioni, fosse regolarmente adibita a rottamazione di veicoli ormai in disuso.

 

Gli episodi rimarcano ancora una volta come il fenomeno delle discariche abusive sia estremamente attuale e risulti essere una “pratica” molto utilizzata da coloro che cercano di evitare i costi dello smaltimento a discapito dell’ambiente.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI