Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Ottobre 2021

Rossano - 250 partecipanti ai corsi sulla sicurezza

Occupazione, famiglia e sicurezza sui luoghi di lavoro attraverso la formazione. Stop ai lutti e alle gravi difficoltà che colpiscono i nuclei che ne restano vittime. Il corso di 80 ore, “COLTIVA LA SICUREZZA”, promosso dalla REGIONE CALABRIA si è ufficialmente concluso nella giornata di giovedì 8, presso la Comunità Montana di ROSSANO (Cs), con la consegna degli attestati di partecipazione e del contributo di 800 -1.000 euro agli oltre 250 partecipanti affidati all’E.f.e.p.I.R..

2212 complessivamente i lavoratori impiegati in agricoltura, che hanno seguito il corso. Alla fase conclusiva dell’iter formativo dei 250 corsisti affidati all’EFEPIR (Ente Bilaterale Regionale per la Sicurezza e la Prevenzione sui Luoghi di Lavoro), tra gli altri, erano presenti il Presidente Regionale Silvio GUERRIERI, in rappresentanza anche dell’associazione di categoria Regionale CLAII, il vicepresidente Bruno MARTE anche in qualità di segretario Regionale del SENEAL (UIL) ed il Presidente Regionale di FEDERIMPRESE Calabria nonché coordinatore EFEPIR del corso “Coltiva la Sicurezza”, Francesco BERALDI.

 

Nell’esprimere soddisfazione per l’iniziativa e per l’andamento del corso, determinato dall’attenzione dei partecipanti, dalla qualità delle docenze e degli argomenti trattati, gli organizzatori hanno ribadito quanto sia utile contribuire a formare e a sensibilizzare coloro che operano nei comparti maggiormente a rischio dell’edilizia e dell’agricoltura.

 

 

L’attività di formazione – hanno spiegato – è incentrata sui temi della sicurezza sui luoghi di lavoro in considerazione dei processi di cambiamento organizzativo all’interno delle imprese. Questo progetto, è , quindi, un concreto contributo alla divulgazione dell'adozione delle misure di sicurezza per ridurre e contenere ogni potenziale fattore di rischio. I frequenti incidenti sul lavoro – hanno aggiunto – vanno prevenuti ed arginati anche e soprattutto mediante la conoscenza ed il rispetto dei parametri minimi previsti per Legge. La formazione e la prevenzione assumono pertanto un ruolo strategico sul quale continuare a puntare e ad investire. L’incidenza della mortalità sui luoghi di lavoro, deve necessariamente essere arrestata. È inconcepibile – hanno concluso – morire per l’assenza di accorgimenti, a volte anche minimi, che sarebbero bastati per tutelare la salute e l’incolumità del lavoratore. Occorre un maggior senso di responsabilità da parte di tutti e la formazione è la strada giusta da percorrere.

 

Il sostegno ai lavoratori agricoli della Sibaritide è stato determinato dalla loro sospensione dal lavoro, in seguito alla calamità naturale del 5 luglio 2009, che ha colpito le aziende presso le quali gli stessi prestavano servizio. 17 in tutto, gli appuntamenti di formazione continua cha a partire dalla fine del mese di aprile, hanno visto impegnati per 80 ore i beneficiari del provvedimento. Si è trattato di un momento didattico e formativo pensato, voluto e strutturato dall’assessorato regionale al lavoro ed affidato, tra le altre agenzie, anche all’Ente Bilaterale Regionale per la Sicurezza e la Prevenzione sui Luoghi di Lavoro, per dare un sostegno forte e significativo ai lavori del comparto. Su 2212 partecipanti totali, i 250 affidati all’EFEPIR, hanno frequentato i corsi nelle due sedi di ROSSANO, presso la Comunità montana, e SPEZZANO, presso l’American Hotel.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI